Mommy

2014, Drammatico

Mommy: Xavier Dolan contro Netflix UK

In una lettera di fuoco, il regista critica la piattaforma streaming per aver alterato il formato originale del suo film.

Nel 2014, con il bellissimo Mommy, Xavier Dolan si è imposto all'attenzione del pubblico internazionale che ancora non conosceva il talento del giovanissimo autore quebecchese. Parte dell'incredibile impatto ottenuto dal film è la sua aspect ratio. Per gran parte del tempo, Mommy ha un formato quadrato 1:1 che genera un senso di claustrofobia e chiusura. In uno dei momenti chiave del film, all'improvviso il formato cambia fino a 1.85:1, in concomitanza con un mutamento importante nella vita e nel mood dei personaggi.

L'aspect ratio è essenziale per godere appieno della visione di Mommy, eppure Netflix UK ha deciso di eliminare questo cambiamento durante lo streaming del film. Scelta che ha suscitato la reazione polemica di Xavier Dolan, che ieri ha preso la parola su Twitter postando una lettera aperta contro la decisione della piattaforma.

Leggi anche: Il regista dell'anno? Si chiama Xavier Dolan, ha 25 anni e con Mommy punta all'Oscar

Nella lettera il regista canadese scrive:

"Caro Netflix UK,

grazie ai tweet di alcuni utenti, ho scoperto che avete diffuso in streaming il mio film Mommy in modo errato alterando la sua aspect ratio. Questa scelta danneggia una scena in particolare del mio film, dove il formato 1:1 si trasforma in 1.85:1. Eliminando questo cambiamento, avete soffocato l'effetto emotivo della scena, avete distrutto il sentimento centrale nella storia di oppressione sociale sottolineato dal formato e avete fatto sembrare i titoli di coda del film croppati.

Chi vi ha dato il diritto di modificare le mie scelte e quale competenza vi ha spinto a non ponderare le conseguenze di questo cambiamento sul film e sul pubblico? Trovo difficile immaginare che il distributore inglese di Mommy vi abbia dato il consenso senza prima consultare me, e anche il tal caso sono scioccato dalla vostra mancanza di giudizio. Chi, tra voi e me, sembrerà responsabile di questa scelta errata? Scelta che credo sia stata fatta per evitare confusione tra gli spettatori o per timore di non risultare abbastanza rassicurante, tradendo al tempo stesso l'intelligenza del pubblico e la natura del mio film. Voi non avete diretto Mommy. Non lo avete prodotto. C'è qualcuno oltre a me che possa prendere decisioni sul mio lavoro? No.

Fino a prova contraria, voi siete una piattaforma che mostra il lavoro di registi i quali vi utilizzano solo per le vostre capacità di streaming. Potete tagliare e croppare i vostri show, se volete, ma non toccate il mio film. Usatelo come è oppure non usatelo. Le persone sono più intelligenti di quanto crediate".

Mommy: Xavier Dolan contro Netflix UK
Recensione Mommy (2014)
Il regista dell’anno? Si chiama Xavier Dolan, ha 25 anni e con Mommy punta all’Oscar
Privacy Policy