John Turturro ospite del San Marino Film Festival 2013

L'attore interverrà per onorare il maestro Francesco Rosi, presente alla manifestazione, che lo ha diretto in La tregua. Madrina dell'evento Luisa Ranieri.

Si terrà dal 16 al 23 novembre 2013, presso il Palazzo del Cinema del Palace Hotel della Repubblica di San Marino, la seconda edizione del San Marino Film Festival - a ingresso gratuito - con la presidenza del comm. Roberto Valducci e la direzione artistica del regista Romeo Conte. Tra gli ospiti, il regista Francesco Rosi, che sarà omaggiato con una retrospettiva personale, che comprende i film Le mani sulla città, I magliari, Salvatore Giuliano, Carmen, Tre Fratelli e La tregua. Quest'ultimo film sarà presentato con la partecipazione straordinaria dell'attore protagonista John Turturro, in un incontro con le scuole che si terrà mercoledì 20 novembre. La rassegna dedicata a Francesco Rosi vedrà la partecipazione di oltre 3mila studenti, delle scuole superiori di Rimini, Riccione, Cesena, Repubblica di San Marino, Sant'Arcangelo e Novafeltria.

Il festival, che presenta lungometraggi, documentari, cortometraggi, film di animazione delle principali scuole di cinema internazionali, ma anche film dedicati ai Diritti Umani, è principalmente dedicato a opere prime e seconde che concorreranno al Premio Titano D'Oro e al Premio per la Migliore Sceneggiatura dedicata a Tonino Guerra. L'attrice Luisa Ranieri, che riceverà il Premio San Marino per il Cinema, sarà madrina del festival, che sarà inaugurato anche alla presenza dello stilista Elio Fiorucci. Presidente di Giuria il produttore Michael Shamberg. Presidente di giuria per la migliore regia premio Amarcord è Ricky Tognazzi; Presidente di Giuria Scuole cinema di animazione Maurizio Nichetti; Presidente di Giuria scuole internazionali di cinema Maurizio Zaccaro; Presidente di Giuria Children World Maria Grazia Cucinotta..

Il primo giorno del festival, sabato 16 novembre si tiene presso la Sala Giulio Cesare a partire dalle ore 15:00 con la proiezione del primo dei film in concorso, il documentario L'uomo che amava il cinema, di Mario Segato, quindi spazio al cortometraggio con le proiezioni di MondoCorto, provenienti da Egitto, Spagna, Italia e con il sammarinese Space Jockey, di Carlo Grotti Trevisan. A seguire , i cortometraggi italiani in concorso della sezione Mondo Corto. Tra questi, Insieme di Annamaria Liguori, interpretato da Nicolas Vaporidis, Giorgia Wurth ed Euridice Axen; alle ore 19:00 l'inaugurazione del festival con la madrina Luisa Ranieri e a seguire, alle ore 21:30 il documentario dello stilista Elio Fiorucci dedicato al pittore Jean-Michel Basquiat e a seguire l'esordio dietro la macchina da presa di Alessandro Gassman, con Razza Bastarda.

Domenica 17 novembre alle ore 10:00 e alle 14:00 vanno in scena i cortometraggi delle Scuole di Cinema internazionali, provenienti da Romania, Spagna, Germania, Polonia, Israele e Svezia. A partire dalle ore 16:30, spazio a due film che concorrono al Premio Amarcord per la miglior regia. Si inizia con Noi non siamo come James Bond, di Mario Balsamo e Guido Gabrielli, vincitore del Premio Speciale della Giuria al Torino Film Festival 2012 e recentemente candidato ai Nastri d'Argento. Un film sull'amicizia che ha per protagonisti Mario e Guido, due 50enni in smoking che raccontano con leggerezza e autoironia il superamento della loro malattia (il cancro) e l'incessante ricerca dell'eroe di tutti i tempi - James Bond - per scoprire il segreto dell'immortalità. A seguire, Pinuccio Lovero, di Pippo Mezzapesa. La serata del San Marino Film Festival si apre alle ore 20:00 con L'arbitro, esordio di Paolo Zucca, con Stefano Accorsi, che sarà presentato in sala dall'attrice protagonista Geppi Cucciari e dal regista stesso. A seguire, la proiezione in anteprima mondiale del documentario fuori concorso a sfondo ambientalista Adelante Petroleros. Il regista Maurizio Zaccaro sarà presente alla proiezione. Durante la serata sarà consegnato il Premio alla Carriera del San Marino Film Festival all'attrice Serena Grandi.

Lunedì 18 novembre la mattinata del festival si apre alle ore 9:00 con la proiezione per le scuole di Tre fratelli di Francesco Rosi. Alle ore 14:00 il regista Giuseppe Sansonna, già autore di due documentari su Zdenek Zeman, presenta il suo lavoro dal titolo Lo sceicco di Castellaneta, dedicato all'intramontabile figura di Rodolfo Valentino. Alle 15:00, proiezione del documentario sul calcio storico fiorentino, I gladiatori del calcio, di Fabio Segatori, che sarà presente alla proiezione. A seguire, continua la rassegna di cortometraggi Mondo Corto con la proiezione di corti italiani, tra cui il pluripremiato La prima legge di Newton, di Piero Messina, Il turno di notte lo fanno le stelle, di Edoardo Ponti e Io donna, che sarà presentato in sala dal suo regista, Pino Quartullo. La sera a partire dalle ore 20:00, alla presenza dell'attrice Maria Grazia Cucinotta, che riceverà il Premio San Marino per il Cinema, saranno proiettati i cortometraggi in concorso per la sezione Children World, provenienti anche da Stati Uniti e Spagna. Tra i corti presentati Matilde, di Vito Palmieri, Ammore, di Paolo Sassanelli e La legge di Jennifer, di Alessandro Capitani. Alle ore 20.00, la proiezione del nuovo film diretto da Rocco Papaleo, presentato fuori concorso al festival, Una piccola impresa meridionale, alla presenza del regista. Alle 22.00 la proiezione del film Medeas di Andrea Pallaoro.

Martedì 19 novembre la mattina si apre con la rassegna dedicata alle scuole, con la proiezione del capolavoro di Francesco Rosi, Salvatore Giuliano. Nel primo pomeriggio, la proiezione dei 18 cortometraggi di animazione provenienti dalle migliori Scuole di Animazione internazionali. Alle ore 15:30 la proiezione del lungometraggio italiano Aquadro, di Stefano Lodovichi, che concorre al Premio Amarcord per la miglior regia e a seguire l'anteprima italiana del dramma spagnolo in concorso Chaika, di Miguel Angel Jimenez. A seguire, la commedia Sarebbe stato facile, diretta da Graziano Salvatori e interpretato da giovani comici toscani. Alle 21:45 segue Ci vediamo domani, di Andrea Zaccariello, che sarà presente alla proiezione con l'attrice protagonista Francesca Inaudi e il produttore Giuseppe Pedersoli.

La magistrale interpretazione di Rod Steiger apre con Le mani sulla città di Francesco Rosi la giornata di mercoledì 20 novembre dedicata al Maestro napoletano. Nel pomeriggio, proiezione del documentario spagnolo Velingara Théatre, diretto a quattro mani da Javier Arcos e Javier Jarillo. A seguire, il film drammatico in concorso per il Premio Amarcord, Tra cinque minuti in scena, di Laura Chiossone. Quindi, il film cinese Song of silence, di Chen Shuo, già presentato al Far East Festival, che concorre al Premio Titano d'Oro. Alle ore 18:00 proiezione de La tregua di Francesco Rosi e alle ore 20.30, Pippo Baudo condurrà sul palco del San Marino Film Festival un'intervista speciale a Francesco Rosi alla presenza dell'attore protagonista de La tregua, lo statunitense John Turturro, dove verranno ripercorse le tappe artistiche del regista che ha dedicato la propria attenzione ai valori dell'impegno civile e sociale. A seguire, la proiezione di Come pietra paziente, di Atiq Rahimi.

La Carmen riletta per il cinema da Francesco Rosi apre la mattinata di giovedì 21 novembre, mentre è con un documentario a sfondo ambientalista, Coal rush, di Filippo Piscopo e Lorena Luciano che si aprono le proiezioni pomeridiane presso la sala Giulio Cesare del Palace Hotel. A seguire, due lungometraggi drammatici statunitensi, Acqua fuori dal ring, di Joel Strangle, e Nothing against life, di Julio Ramirez: quest'ultimo presentato al San Marino Film Festival in anteprima mondiale. Alle ore 19:00 la commedia italiana di Spaghetti Story, di Ciro De Caro. Alle ore 21:00 l'attrice Lidia Vitale sarà protagonista assoluta di Solo Anna, monologo in atto unico tratto dal testo teatrale di Franco D'Alessandro Roman Nights, sulla vita di Anna Magnani, diretto da Eva Minemar. Il testo rivela i tratti più intimi e affascinanti non solo della vita dell'attrice, tumultuosa dentro e fuori la scena, ma anche della sua straordinaria carriera di artista riconosciuta a livello internazionale - e` stata la prima attrice non americana a vincere un Oscar. Lidia Vitale ha ricevuto per questa interpretazione il Premio Anna Magnani nel 2012 e il Premio Enriquez nel 2013. Chiude la ricca giornata del festival la proiezione del documentario fuori concorso firmato dai fratelli Verdone, Carlo e Luca, dedicato ad Alberto Sordi, dal titolo Alberto il Grande. Alla proiezione sarà presente Luca Verdone.

La mattina di venerdì 22 novembre, verrà proiettato il capolavoro del maestro Rosi, La Tregua. Nel pomeriggio, a partire dalle ore 14:00, la sezione di cortometraggi in concorso dedicati ai Diritti Umani, vede la proiezione di dieci lavori, provenienti da Germania, Iran, Spagna, ma anche San Marino, con Massimiliano, di Martin P. Ndong Eyebe e Italia, con, tra gli altri, Settanta, di Pippo Mezzapesa, e Cargo, di Carlo Sironi. Alle ore 17:00, reduci dal trionfo alla Quinzane del Festival di Cannes, i due registi esordienti Paolo Grassadonia e Antonio Piazza presentano al pubblico il loro Salvo, alla presenza anche dell'attore Luigi lo Cascio che a seguire presenzierà anche con l'attore Luigi Maria Burruano, alla proiezione del suo esordio come regista alle ore 19:00, con La città ideale. La serata prosegue, dalle ore 21.30, con la proiezione del film Il tocco del peccato, con la regia di Jia Zhang-Ke. L'ultima giornata del San Marino Film Festival, sabato 23 novembre, si apre alle ore 10.00 con la Freedom Cup 2013, manifestazione di auto d'epoca verso San Marino, che coinvolgerà tutti gli ospiti del festival. La serata finale del festival si apre alle ore 20:00 con la premiazione dei film vincitori dei Premi Titano d'Oro, il Premio per il miglior documentario e il Premio Amarcord per la miglior regia. Per informazioni www.sanmarinofilmfestival.com.

John Turturro ospite del San Marino Film Festival...

Fonte: Comunicato stampa

Privacy Policy