Jodie Foster: "Anthony Hopkins come serial killer mi ha traumatizzata"

Hopkins interpretava Hannibal Lecter, il serial killer cannibale, nel film Il silenzio degli innocenti

Patrizio Marino

Jodie Foster, interprete dell'agente dell'FBI Clarice Starling nel thriller Il silenzio degli innocenti del 1991, durante un'intervista al Graham Norton show del 20 maggio ha rivelato che durante le riprese non ha mia legato con Anthony Hopkins, che interpretava il serial killer cannibale Hannibal Lecter, perché ne era spaventata.

Leggi anche: Il silenzio degli innocenti: un'indagine da brivido negli abissi dell'anima

"Non ho mai parlato con lui perché era troppo spaventoso", ha detto "dal primo all'ultimo giorno delle riprese non ho mai voluto parlare con lui, ero pietrificata". "Siamo arrivati alla fine delle riprese senza avere una mai avuto una conversazione. L'ultimo giorno lui è venuto da me e con le lacrime agli occhi sono riuscita a confessargli le mie paure" ma a quel punto ha detto Jodie è successa una cosa imprevista Hopkins le ha detto "guarda che ero io ad aver paura di te".

Foster ha parlato anche di un altro dei suoi ruoli iconici, Iris, l'adolescente prostituta di Taxi Driver di Martin Scorsese. "Avevo 12 anni ma avevo fatto più film di tutti gli altri partecipanti al film" ha detto l'attrice rivelando che tutti, sia il regista che Robert De Niro "erano molto a disagio per il mio personaggio. Nessuno sapeva come dirigermi".

Nel corso dello show Jodie Foster ha presentato il film Money Monster - L'altra faccia del denaro, un thriller con George Clooney, Julia Roberts e Jack O'Connell, uscito in Italia lo scorso 12 maggio.

Jodie Foster: "Anthony Hopkins come serial killer...
Money Monster: Jodie Foster, George Clooney e Julia Roberts presentano il thriller finanziario a Cannes
Il silenzio degli innocenti: la casa di Buffalo Bill è in vendita
Privacy Policy