E' l'ora delle nomination agli Oscar

Ecco le candidature più attese, quelle agli ambitissimi Academy Awards: poche le soprese nelle categorie principali, più varietà nell'area tecnica. Come previsto, l'Academy onora Clint Eastwood e Martin Scorsese più di ogni altro.

Il presidente dell'Academy of Motion Picture Arts and Sciences, Frank Pierson, e l'attore premio Oscar per Il pianista Adrien Brody hanno annunciato questo pomeriggio (in America erano le 5 e mezzo di mattina, secondo l'orario dell'East coast), le nomination per la 77esima edizione degli Academy Award, o più familiarmente gli Oscar.

Dalle candidature emerge un mix di sorprese e certezze, che andranno verificate la notte del 27 febbraio. Il ruolo del favorito spetterebbe sulla carta a The Aviator che colleziona ben 11 menzioni fra categorie artistiche, attoriali (Leonardo DiCaprio, Cate Blanchett) e tecniche. La prima new entry rispetto ai pronostici è proprio Alan Alda, nominato come miglior attore non protagonista per il film di Martin Scorsese, che occupa la sedia lasciata libera da David Carradine ai Globes e da Freddie Highmore ai SAG (Screen Actors Guild).

Ma l'Academy ha spesso giocato brutti scherzi al regista di Toro scatenato, come nel caso di Gangs of New York, 10 nomination e nessuna statuetta. Grande merito a tutti i collaboratori della crew tecnica di The Aviator, tra i quali vanno ricordati i nomi degli italiani Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, scenografi storici di Scorsese. Solo Howard Shore è rimasto fuori dal gruppo dei contendenti per il premio alla miglior musica: la sua colonna sonora è stata infatti squalificata perché non sufficientemente composta da partitura originale.

Stessa sorte è toccata alla musica composta da Clint Eastwood per il suo Million Dollar Baby, che mette in bacheca ben 7 nomination. L'autore si è però consolato ottenendo la nomination come migliore attore - seconda grande sorpresa dell'evento - battendo gli stra-favoriti Paul Giamatti, Liam Neeson, Javier Bardem e Jim Carrey.

Tra le pellicole favorite alla vigilia, Neverland - Un sogno per la vita conquista 7 nomination, centrando quella per il miglior attore protagonista - Johnny Depp - ma perdendo quella per il miglior regista (Marc Forster). Sideways non ha dalla sua nessuna candidatura tecnica, ma può rifarsi con le 5 nomination più pesanti (film, regia, sceneggiatura non originale, migliori attori non protagonisti).
Ray, che si è accaparrato l'ultimo posto rimasto a disposizione nella categoria "miglior film", si piazza piuttosto bene con 6 nomination, tra le quali svetta naturalmente quella per il suo protagonista, Jamie Foxx, in lizza anche con Collateral di Michael Mann (che ottiene la menzione per il montaggio).

Mentre Closer conferma il risultato dei Golden Globes, inserendo tra i papabili alla vittoria Clive Owen e Natalie Portman, Gli incredibili, capolavoro assoluto della Disney Pixar, conquista meritatamente 4 nomination (film d'animazione, sceneggiatura, suono, effetti sonori), diventando il favorito della sua categoria rispetto a Shark Tale e Shrek 2.

Un notevole colpo di scena è stato offerto dalla candidatura di Mike Leigh come miglior regista per Il segreto di Vera Drake: scelta totalmente inattesa che però celebra e premia il cinema europeo, ricordato anche con le due nomination avute rispettivamente da Una lunga domenica di passione di Jean Pierre Jeunet e Mare dentro di Alejandro Amenabar. Trovano spazio anche le altre cinematografie mondiali: La foresta dei pugnali volanti, incredibile escluso dalla cinquina del miglior film straniero, ottiene la menzione per la fotografia; Catalina Sandino Moreno, nominata come miglior attrice protagonista per Maria Full of Grace, tiene alto il cinema colombiano. Fanno piacere le due nomination a I diari della motocicletta di Walter Salles, molto amato anche in Inghilterra.

Nel palmares dei premi tecnici troveranno spazio film da tempo esclusi dalla competizione principale: il controverso La passione di Cristo di Mel Gibson e il musical Il fantasma dell'Opera ottengono 3 nomination a testa; Lemony Snicket - Una serie di sfortunati eventi ne porta a casa ben 4.

Delude Hotel Rwanda, le cui tre candidature sono comunque rilevanti e di un certo peso, mentre il film più amato dai giovani e dal popolo della Rete, Se mi lasci ti cancello ottiene - come previsto - la nomination per la sceneggiatura originale e per l'attrice protagonista, la luminosa Kate Winslet.

Ma ecco l'elenco completo delle candidature:

Oscar 2005: lista nomination


E' l'ora delle nomination agli Oscar

Fonte: Oscar.com

Privacy Policy