Frozen River - Fiume di ghiaccio

2008, Drammatico

Courmayeur Noir in festival dal 4 dicembre

Presentata la 18. edizione del festival valdaostano dedicato al genere noir tra cinema, serie TV e letteratura.

La 18/ma edizione del Courmayeur Noir in festival si svolgerà in Valle d'Aosta, all'ombra del Monte Bianco, dal 4 al 10 dicembre. "Non diventiamo solo maggiorenni - dicono i tre direttori Emanuela Cascia, Marina Fabbri e Giorgio Gosetti - ma entriamo anche nel ristretto club dei festival di tradizione, quelli che garantiscono continuità ad un modo di fare cultura cinematografica (e non solo) che proprio l'Italia ha insegnato al mondo con la Mostra di Venezia e che oggi deve fare i conti non solo con la recessione economica, ma con un'emergenza culturale oggettivamente presente. E' un tunnel angusto e dall'uscita incerta. Ma noi confidiamo sull'originalità della nostra proposta e su una certa esperienza in tunnel, trafori, gallerie..."

40 tra film, serie televisive e programmi speciali, 10 titoli in concorso per il premio Leone Nero, 20 scrittori scelti tra gli "assi" del genere in tutto il mondo, due grandi eventi speciali nel nome di Gabriele Salvatores (Come Dio Comanda) e di Alicia Giménez-Bartlett (Raymond Chandler Award), due temi di discussione legati al Noir al Femminile e alla Passione del Complotto, il ritorno degli appuntamenti con il Mini Noir, gli incontri di "Non Aprite Quelle Porte", lo "Spazio Italia", tre mostre interattive, una ironica retrospettiva-omaggio firmata da Marco Giusti, realizzata con il CSC - Cineteca Nazionale e dedicata agli 007: all'italiana: questo il sommario di un'edizione che si inaugura il 4 dicembre nei nuovi spazi del modernissimo complesso cinematografico PalaNoir di Courmayeur con l'anteprima assoluta di The Bank Job di Roger Donaldson alla presenza dell'autore.

Sarà una inedita jam session tra cinema, musica e teatro quella che Gabriele Salvatores proporrà in anteprima assoluta il 7 dicembre - con la complicità di Elio Germano, Filippo Timi e il gruppo dei Mokadelic - a partire dalle suggestioni del suo nuovo film Come Dio Comanda dal romanzo di Niccolò Ammaniti.

La giuria per il cinema, che oltre al Leone Nero al miglior film, assegnerà il MINI Award (riconoscimento speciale della giuria) e il premio al miglior interprete è composta quest'anno dallo sceneggiatore e premio Oscar®, Richard Price (Il colore dei soldi), dallo scrittore Don Winslow (il creatore di Frankie Machine), dal regista Pablo Trapero (Leonera, festival di Cannes 2008), dalle attrici Valentina Lodovinil passato è una terra straniera">/PEOPLE e [PEOPLE=personaggi/astrid-berges-frisbey_143377]Astrid Berges-Frisbey (Un barrage contre le Pacifique).

Tra i titoli più attesi della Selezione ufficiale il messicano Los Bastardos di Amat Escalante (prodotto da Carlos Reygadas), il canadese Le piège américain di Charles Binamé (una nuova verità sull'omicidio Kennedy), l'italiano Io sono viva dei Fratelli Gentili con Massimo de Santis e Giovanna Mezzogiorno, il francese Ca$h di Eric Besnard con Jean Reno e Valeria Golino, gli americani Frozen River (rivelazione al Sundance Film Festival) e Whisper con il protagonista di Lost, Josh Holloway, My Name is Bruce (ironico autoritratto di Bruce Campbell), il campione d'incasso asiatico The Chaser (del coreano Na Hong-jin). La conferma di due altri titoli di grande richiamo sarà ufficiale nei prossimi giorni.

Tra le grandi anteprime del Mini Noir (sezione realizzata con il contributo dello IED - Istituto Europeo di Design di Milano), attenzione speciale va allo spettacolare fantasy Ember - Il mistero della città di luce di Gil Kenan, alla parodia della fiaba Lissy Principessa alla riscossa e al film-evento di Natale della Disney Beverly Hills Chihuahua con una irresistibile Jamie Lee Curtis.
Tra i momenti più attesi gli incontri per i ragazzi con Enzo D'Alò, Valeria Montaldi, Marco Pagot (con un'antologia dei suoi lavori tra avventura, giallo e spionaggio) e quelli di Non Aprite Quelle Porte (sezione realizzata insieme a MINI, main sponsor del festival) con protagonisti d'eccezione come gli 007 all'italiana tra cui spicca il nome di Neil Connery, fratello del più celebre James Bond dello schermo e per una breve stagione a sua volta divo della spy story.
Per il programma competitivo DOCNoir, curato da Luciano Barisone e Carlo Chatrian e composto da sei titoli di grande attualità, una segnalazione particolare meritano Apology of an Economic Hitman con le rivelazioni segrete dell'ex agente CIA John Perkins, l'israeliano Strange Death e l'italiano Parafernalia di Massimo Coppola e Giuseppe Giommi.

Per la TVNoir sono attesi tra l'altro i nuovi episodi delle serie Criminal Minds con Joe Mantegna e Dexter, la maratona di Donne Assassine (tutti in onda su FoxCrime, media partner ufficiale del Festival), i primi episodi della serie di culto The Wire (sceneggiati da Richard Price), e, presentati nella sezione Mini Noir, quelli del grande fantasy di Disney Channel Legend of the Seeker (dalla saga "La spada della Verità" popolarissima anche in Italia tra i ragazzi) e il ritorno di Scooby Doo (in onda su Cartoon Network).

Courmayeur Noir in festival dal 4 dicembre

Fonte: Comunicato stampa Studio Sottocorno

Privacy Policy