Courmayeur 2014: in montagna con Jeffery Deaver e le Storie pazzesche

Il concorso ci porta nell'America della crisi e nell'Irlanda cattolica afflitta dalla piaga della pedofilia. Ospite d'onore lo scrittore premiato da Dario Argento.

Inaugurazione nerissima, anche se la neve scarseggia, quella di questa edizione del Courmayeur Noir in Fest. Dopo una fugace apparizione della star di Una mamma imperfetta Lucia Mascino, protagonista di una delle webseries di maggior successo in Italia, direttamente da Cannes è approdato nella manifestazione valdostana Storie Pazzesche, film di Natale di Lucky Red. La pellicola, prodotta da Pedro Almodóvar insieme al fratello Agustin, è un viaggio attraverso gli istinti più bestiali e violenti del genere umano. Dopo un esplosivo episodio iniziale ambientato su un aereo, seguito da sofisticati titoli di testa animaleschi, ci immergiamo negli orrori della grottesca società argentina mostrata dal regista Damián Szifron tra vendette terrificanti, sgarbi tanto violenti quanto inutili, tradimenti, esplosioni di collera e bugie culminate nel dramma. Si ride a denti stretti, ma sotto sotto qualche brivido di fronte alle bassezze umane lo si prova, soprattutto perché dietro l'eccesso grottesco spesso si nasconde la realtà.

Leggi anche: Recensione Storie pazzesche (2014)

Calvario: Kelly Reilly e Brendan Gleeson in una scena

La giornata di oggi ci riserva una fitta serie di incontri letterari con autori come Ingrid Astier, Silvio Raffo e i primi tre candidati al premio Scerbanenco (Roberto Costantini, Romano De Marco, Marilù Oliva). Ma entriamo nel vivo della sezione cinematografica. Due le pellicole in concorso in programma stasera. Dall'Irlanda arriva il coinvolgente Calvario, opera seconda dell'autore di Un poliziotto da happy hour John Michael McDonagh. Protagonista di Calvario è ancora una volta lo straordinario Brendan Gleeson qui nei panni di un sacerdote onesto, che diviene capro espiatorio di un dramma collettivo. Una domenica un suo parrocchiano gli sussurra nel segreto del confessionale che entro sette giorni lo ucciderà per vendicarsi delle violenze subite da un altro prete quando era piccolo. Il parroco ha così una settimana di tempo per mettere a posto i suoi affari personali, occuparsi dei suoi fedeli e tentare di far cambiare idea al potenziale killer senza rivelare il suo segreto. Ne viene fuori una black comedy alla maniera di McDonagh stemperata, stavolta, dalla complessità del tema toccato.

Leggi anche: Courmayeur Noir in Fest 2014 al via: otto ragioni per cui lo amiamo

L'ospite della serata, l'interprete di Boris e Romanzo criminale - La serie Andrea Sartoretti, confesserà le sue personali paure per poi lasciare posto al regista Dario Argento, ospite del festival con un compito davvero speciale. Argento consegnerà il Raymond Chandler Award al maestro del noir Jeffery Deaver. Seguirà l'anteprima di Things People Do, noir interpretato da Wes Bentley, Vinessa Shaw, Jason Isaacs e Keith Carradine. L'eccentrica pellicola vede protagonista un uomo che, a causa di un dissesto finanziario decide di darsi al crimine all'insaputa della moglie per continuare a portare a casa il denaro. Il novello Robin Hood si sceglie con cura le sue vittime, finché la sua attività illegale viene smascherata.

The Blacklist: James Spader in una scena della serie

Per la sezione dedicata alla tv noir il festival presenta in collaborazione con FoxCrime il pilot della seconda stagione di The Blacklist, serie tv interpretata dalla star James Spader. Il popolare attore che, per questo ruolo, si è guadagnato una nomination ai Golden Globes, veste i panni di un ex agente governativo divenuto latitante che decide di tornare a collaborare col governo americano consegnando una lista di politici corrotto e mafiosi. L'uomo costringe l'FBI a collaborare con lui e si sceglie come partner l'agente speciale Elizabeth Keen. In questo inizio di stagione i due sono pronti per nuove avventure al limite della legalità.

Courmayeur 2014: in montagna con Jeffery Deaver e...
Privacy Policy