Un'estate ai Caraibi

2009, Commedia

Cinema tra Sacro e Profano con Madonna e i Martyrs di Laugier

Nuovo week-end di cinema in salsa british con il debutto alla regia di Madonna, il fantasy Moonacre e I Love Radio Rock, ma dal 12 giugno in sala arrivano anche il cinecocomero Un'estate ai Caraibi, l'agghiacciante horror Martyrs e Ken il guerriero - La leggenda di Raoul.

L'estate è ormai arrivata e per il secondo anno consecutivo le diamo il benvenuto con un nuovo cinecocomero firmato dai Vanzina, ambientato nei Caraibi, ma soprattutto con Martyrs, un nuovo horror che si preannuncia diverso dai soliti che invadono le sale in questo periodo, fino ai primi di settembre. Tuttavia non sarà solo un week-end di brividi e disimpegno, visto che tra le nuove pellicole in uscita figurano il debutto alla regia di Madonna, il fantasy Moonacre e un nuovo capitolo della storia di Ken il guerriero.
Si inizia dunque con Un'estate ai Caraibi, il cinecocomero di Carlo Vanzina diviso in tante succosissime storie: c'è quella di un bancario meridionale, single e ipocondriaco che scopre di avere un male incurabile e decide di trascorrere il suo ultimo mese di vita ai Caraibi; quella di un dentista napoletano che si divide tra la moglie e l'amante; quella di un autista costretto ad accompagnare il suo datore di lavoro in vacanza e molte altre ancora. Anche stavolta, come nel precedente Un'estate al mare, ritroviamo nel cast Gigi Proietti, affiancato da un cast ricco di nomi del panorama comico italiano come Biagio Izzo, Enrico Brignano e Carlo Buccirosso, accompagnati dalle immancabili bellezze chiamate a dare un po' di pepe alle storie.

Una scena dell'horror Martyrs diretto da Pascal Laugier
Si cambia completamente registro con Martyrs, il film che il suo autore, Pascal Laugier, grande appassionato del nostro glorioso cinema di genere, ha dedicato al nostro Dario Argento. Giudicato dalla critica un film durissimo, spiazzante e agghiacciante, Martyrs vede protagonisti Mylène Jampanoï, Morjana El Alaoui e Catherine Bégin e racconta la storia di Lucie, che da ragazzina viene ritrovata un anno dopo la sua scomparsa, incapace di ricordare cosa le sia successo. Quindici anni dopo però, accade qualcosa di inaspettato e terrificante.
Dall'horror cupo e violento di Laugier si passa al fantasy con Moonacre: I segreti dell'ultima luna, un film di Gabor Csupo incentrato sulla favola di Maria, una ragazzina di tredici anni che alla morte di suo padre è costretta a lasciare Londra per trasferirsi a vivere a Moonacre, nella casa dell'eccentrico zio Benjamin, del quale ignorava persino l'esistenza. Ben presto la ragazza scoprirà un mondo fantastico sospeso nel tempo e scosso da terribili faide familiari. Nel cast del film di Csupo figurano Ioan Gruffudd, Dakota Blue Richards, l'istrionico Tim Curry e Natascha McElhone.

Al contrario della piccola protagonista di Moonacre, il persoggio principale di Sacro e Profano, il debutto alla regia di Madonna, si trasferisce nella City per sfondare nel mondo del rock. Per finanziare le prove della sua band punk-gitana però, è costretto a calarsi nei panni di una spietata dominatrice e realizzare tutte le fantasie sadomaso dei suoi clienti, arrivando a travestirsi da istruttrice dei Marines o come l'ex-premier Margaret Tatcher. Allo stesso tempo, il film racconta le storie di Juliette, che lavora in una farmacia e sogna di recarsi in Africa come volontaria e di Holly, una ballerina classica che per pagarsi l'affitto inizia una carriera da lap dancer. Per il suo primo film da regista - che in Italia è distribuito dalla Sacher di Nanni Moretti - Madonna ha scritturato Eugene Hutz e i suoi Gogol Bordello, Richard E. Grant, Stephen Graham e Olegar Fedoro. L'uscita del film nella sale italiane anticipa l'arrivo della popstar nel nostro Paese, che il 14 e il 16 luglio sarà di nuovo in concerto a Milano e Udine con il suo Sticky and Sweet Tour, che aveva già portato in giro per il mondo lo scorso anno. Per il suo ritorno sul palco, Madonna è attesa il 4 luglio a Londra con la prima data del suo tour che proseguirà fino a settembre.

Una scena della commedia I Love Radio Rock
La musica ha ancora una volta un ruolo centrale nella commedia I Love Radio Rock, diretta da Richard Curtis e interpretata da Rhys Ifans, Nick Frost, Bill Nighy, Philip Seymour Hoffman, Emma Thompson, Kenneth Branagh e Gemma Arterton. Il film è ispirato a una storia vera, quella di un'emittente radiofonica pirata, Radio Caroline, che tra gli anni '60 e '70, nel tentativo di aggirare le vigenti norme in materia di generi musicali, orari e modalità di trasmissione, trasmetteva da una nave ancorata appena al di fuori delle acque territoriali del Regno Unito. A bordo della "radio nave", c'era uno strampalato equipaggio di dj che conquistarono tutta la Gran Bretagna con la musica da loro diffusa.

Segnaliamo infine l'uscita di Ken il guerriero - La leggenda di Raoul, un anime di Toshihiro Hirano incentrato su due fratelli, Kenshiro e Raoul, depositari delle tecniche di combattimento della Divina scuola di Hokuto, che in uno scenario postapocalittico dominato dalla criminalità, sono i candidati ideali a diventare i successori del loro maestro, ma solo uno di loro riuscirà ad esserlo.

Cinema tra Sacro e Profano con Madonna e i...
Privacy Policy