Alien: Covenant

2017, Fantascienza

Alien: Covenant, Bryan Fuller ha detestato il film di Ridley Scott

Il creatore di Hannibal e American Gods, fan storico di Alien, non è tenero nel suo giudizio.

Alien: Covenant - Un'immagine del film

L'arrivo di Alien: Covenant nelle sale ha diviso il pubblico nei giudizi. Tra gli spettatori che sono accorsi al cinema per vedere l'ultima raccapricciante avventura firmata da Ridley Scott vi è un fan d'eccezione che però non sarebbe rimasto soddisfatto. Si tratta di Bryan Fuller, creatore di Hannibal e American Gods.

Fuller è un fan dell'Alien franchise da tutta la vita e mentre studiava ha perfino scritto un saggio sulle creature presenti nel franchise. Di fronte alla domanda se Alien: Covenant gli sia piaciuto o meno, Fuller ha deciso di non mentire: "Non mi è piaciuto. Credo che gli ultimi due film abbiano troppi punti in comune con i sequel brutti di Venerdì 13 e troppo pochi con i film di Alien".

Leggi anche: Alien, l'incubo degli xenomorfi: tutti i mostri della saga di Ridley Scott

Naturalmente Bryan Fuller ammette che non tutto è da buttare, specificando che "a livello tecnico, visivo e produttivo Prometheus e Alien: Covenant sono stati realizzati magistralmente, ma in entrambi i film vediamo ottimi personaggi comportarsi in modo decisamente stupido".

Tra le critiche mosse dallo sceneggiatore, ve n'è una particolarmente circostanziata: "In Alien vediamo questa mostruosa creatura che esce dal petto strisciando, è raccapricciante; la creatura che vediamo in Alien: Covenant è un baby alieno che sta ritto. Devo dire che ha un'ottima postura."

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Alien: Covenant, Bryan Fuller ha detestato il...
Alien 3: il capitolo “maledetto” della saga, 25 anni dopo
Alien: Covenant, 5 cose che potreste non aver notato
Privacy Policy