Marguerite

2015, Drammatico

3.2
Marguerite (2015)
Genere
Drammatico
Durata
Regista
Uscita ITA

Non lontano da Parigi, nel castello di Marguerite è giorno di festa. Come ogni anno, alcuni appassionati di musica si riuniscono nella magione per un grande evento. Nessuno conosce la padrona del castello. Di lei si sa solo che è ricca e che la musica è la sua grande passione. Marguerite però è terribilmente stonata e, quando un giovane giornalista che vuole farsi notare scrive un articolo elogiativo su di lei, la protagonista comincia a credere realmente nel suo talento. Mettendosi in testa di dare il suo primo concerto pubblico.



#Marguerite è un buon divertissement musicale, impreziosito da una grandissima Catherine Frot
Perché ci piace
  • I rimandi tematici e formali al teatro lirico e al cinema muto sono pertinenti e ben utilizzati.
  • La trasposizione in lingua francese di una storia americana non risente di contaminazioni hollywoodiane.
  • Risate, musica (volutamente) inascoltabile e pathos si mescolano in un equilibrio abbastanza solido.
  • Catherine Frot domina l'azione con grazia, passione e vulnerabilità.
Cosa non va
  • Il cast di contorno non è sempre gestito al meglio.
  • Qualche taglio non avrebbe fatto male, soprattutto nell'ultima parte.
  • Il finale, un difetto ricorrente nella filmografia di Xavier Giannoli, non è particolarmente incisivo.

Le vostre recensioni