Exit - Una storia personale

2010, Drammatico

2.0
Exit - Una storia personale (2010)
Genere
Drammatico
Durata
Regista
Uscita ITA

Il film inizia con un sogno: un volo radente sulla superficie del mare, come solo un gabbiano può fare. Un corpo umano che sprofonda nel blu, una lenta risalita verso la superficie. Un uomo emerge, solo in mezzo al mare. Un sogno che evoca smarrimento ma anche presentimento. È l’alba. Siamo in un luogo aperto e incontaminato, sul ciglio dell’unica strada che costeggia il mare e la ferrovia. C’è una macchina ferma, all’interno un uomo e una donna che dormono. L’uomo è lo stesso del sogno, la donna la sua compagna. A grande distanza dalla vettura vediamo un ragazzo che si allontana sempre più in quella landa sconfinata. Capiremo subito che quello che stiamo vedendo non è altro che l’inizio dell’epilogo del film. Dopo il suicidio del suo compagno di stanza, Marco, il protagonista della nostra storia, inizia a pensare che la sua esistenza è molto simile a quella del suo amico, se non peggiore. La mancanza di prospettive, un forte senso di inadeguatezza non fanno che peggiorare il suo stato d’animo. In piena crisi, il ragazzo chiede al fratello Davide di accompagnarlo in Olanda per fare quello che il suo amico Maurizio aveva programmato lucidamente: un suicidio assistito. Confessa che vuole farla finita con la sua vita di emarginazione e malessere. Davide, abituato a convivere con le crisi e i deliri del fratello, non prende nemmeno in considerazione la richiesta. Non sa, e non può sapere che quello che Marco afferma ha una sua plausibilità. Il giorno dopo la discussione tra i due, Marco scappa dalla Comunità che lo ospita e prende un treno per Amsterdam con l'intenzione di portare a termine la sua disperata – o folle, dipende dal punto di vista – missione. Proprio nel momento in cui sta cercando di ricucire la sua relazione con Nina, Davide è costretto a prendere atto della situazione e a partire a sua volta per l’Olanda. Nina, benché stanca di assistere a quello che reputa un gioco al massacro, decide di non lasciarlo solo in questa emergenza. Il viaggio inaspettato dà modo alla coppia di stare nuovamente insieme dopo un periodo di separazione.Giunto ad Amsterdam, Marco si perde in quella città piena di luci e attrattive. Quasi dimentico delle ragioni che lo hanno portato fin là, vaga in bicicletta senza una meta precisa. È ormai in balia di se stesso, ma anche libero come non lo è mai stato. Al pari di un condannato, esaudisce anche il suo ultimo desiderio: un rapporto intimo con una donna, una prostituta. Nel frattempo anche Davide e Nina arrivano ad Amsterdam, e iniziano le ricerche.....

Le vostre recensioni