Amici Miei - Come tutto ebbe inizio - curiosità

2011, Commedia

1.4
Curiosità e citazioni

Curiosità


  • Date di uscita e riprese - Amici Miei - Come tutto ebbe inizio è arrivato per la prima volta nelle sale italiane il 16 Marzo 2011 (Filmauro).
    Le riprese del film si sono svolte nel periodo 24 Aprile 2010 - 24 Giugno 2010 in Italia.

    Ecco alcune delle location in cui è stato girato il film:

    Certaldo, Italia
    Firenze, Italia
    Pistoia, Italia
    San Gimignano, Siena, Italia
    Stage 5, Cinecittà Studios, Cinecittà, Rome, Lazio, Italia

    ● ● ●
  • Amici Miei: la trilogia di culto e il remake 'storico' - Il grandissimo successo di Amici Miei, ormai un classico della commedia all'italiana, ha portato nelle sale due sequel del film: Amici miei Atto II e Amici miei Atto III. Alla regia dei primi due atti, Mario Monicelli, per il terzo atto invece fu chiamato Nanni Loy.
    Nel 2010 è stato realizzato una sorta di prequel del primo film ambientato alla corte di Lorenzo il Magnifico dal titolo Amici Miei - Come tutto ebbe inizio, diretto da Neri Parenti.

    ● ● ●
  • Amici Miei: in viaggio nel tempo per vedere il prequel? - Nel film A spasso nel tempo, in una sequenza ambientata nella Firenze del Quattrocento, viene citata la celebre scena degli schiaffi di Amici Miei, solo che in questo caso Marco Messeri, Massimo Boldi e Christian De Sica prendono a ceffoni un gruppo di persone che viaggiano su una carrozza. La cosa singolare è che quindici anni dopo A spasso nel tempo, è stato realizzato il "prequel" di Amici Miei (Amici Miei - come tutto ebbe inizio) ambientato proprio nella Firenze del Quattrocento, e con De Sica tra i protagonisti. In questo film però non viene citata la scena degli schiaffi!

    ● ● ●
  • I numeri di 'Amici Miei - Come tutto ebbe inizio' - Le riprese della commedia Amici Miei - Come tutto ebbe inizio si sono svolte in varie location della Toscana - Certaldo Alta, San
    Gimignano, Monteriggioni, Pistoia e Firenze, dove il Comune ha aperto in via
    del tutto eccezionale le splendide sale di Palazzo Vecchio - e a Roma dove,
    all'interno degli studi di Cinecittà, grazie al lavoro dello scenografo
    Francesco Frigeri, è stata ricostruita in sei mesi e su un'area di oltre 20.000 metri quadri la Firenze di fine '400.
    Nel film sono ben 3550 le comparse utilizzate, di cui 1000 solo per girare a
    Pistoia la spettacolare scena del calcio storico fiorentino. Cinquanta
    controfigure acrobatiche hanno garantito le scene a piedi e a
    cavallo (come quella del corteo papale).
    Ogni giorno sono state impiegate sul set circa 110 professionisti e per ogni attore era previsto uno stand-in, una controfigura luce con gli stessi colori di capelli e di abiti, utilizzato dal direttore della fotografia per preparare l'illuminazione sul set. Per vestire attori e comparse sono stati realizzati oltre 1200 costumi, 900 paia
    di scarpe e 150 parrucche.