Zootropolis Music Star: Disney presenta un nuovo web contest

Per il lancio del film d'animazione Zootropolis (18 febbraio) Disney inaugura un concorso dedicato ad aspiranti cantanti e musicisti. In giuria anche Paolo Ruffini, Malika Ayane e Lodovica Comello. Li abbiamo incontrati

Zootropolis Music Star: Disney presenta un nuovo...
Zootropolis

2016 – Animazione
3.7 3.7

Se pensate che dentro di voi si nasconda una star, l'iniziativa Disney che è stata presentata oggi a Milano potrebbe fare al caso vostro. Per lanciare il nuovo film d'animazione (in sala dal 18 febbraio) la Casa di Topolino ha infatti ideato il web contest musicale Zootropolis Music Star, dedicato agli aspiranti cantanti di qualunque età. Per partecipare basterà scaricare dai canali ufficiali Disney la base e gli spartiti della canzone Try Everything di Shakira (voce della cantante pop Gazzella, nella versione originale del film), che fa da colonna sonora al film, e cimentarsi nella propria personale interpretazione. Si può cantare da soli, in coppia, in gruppo e anche suonare o riarrangiare il pezzo, persino "traducendolo" in italiano, e poi caricare il video sul sito http://concorso-zootropolis.disney.it/ entro il 14 febbraio.

Zootropolis: una scena del film d'animazione

Una giuria d'eccezione

A giudicare le performance sarà una giuria d'eccezione composta da Malika Ayane, ormai di casa alla Disney, dopo aver prestato la sua voce a uno dei vulcani del corto Pixar Lava; Lodovica Comello, giovanissima celebrità a tutto tondo, nota soprattutto per aver fatto parte del cast della serie tv Violetta e che sarà la nuova conduttrice di Italia's Got Talent; Alessandro Casillo, concorrente di Io Canto e vincitore di Sanremo Social nel 2012; Paolo Ruffini, attualmente ancora in sala col film Natale col bosss; e i due giurati tecnici Mario Sala, discografico della major Universal, e il maestro Adriano Pennino, compositore e direttore d'orchestra, spesso chiamato a dare il suo contributo a talent consolidati come Amici e X Factor.

Zootropolis Music Star: i premi in palio

Zootropolis: un'immagine dell'agente Clawhauser

Proprio questi sei artisti ed esperti di show business, insieme al direttore marketing Motion Picture Disney Davide Romani, ci hanno raccontato nel dettaglio come si svolgerà questo contest che è un'iniziativa tutta italiana, nata sulla scia del grande successo ottenuto dal web contest EmozioniCercasi, promosso in occasione dell'uscita di Inside Out la scorsa estate che "ha generato nel complesso 10 milioni di visualizzazioni".

Tra tutti coloro che caricheranno il proprio video (compreso tra i 10 e i 60 secondi) i venti che riceveranno più voti saranno giudicati dai due talent tecnici della giuria (Maestro Pennino e Mario Sala) che a loro volta sceglieranno i migliori quattro. Questi ultimi vinceranno la possibilità di vivere una giornata da star in compagnia dei talent della giuria, che li accompagneranno in veste di coach verso la sfida finale. Al vincitore spetterà il premio più ambito: la possibilità di girare un videoclip professionale della sua personale interpretazione del brano Try Everything.

Contenuto pubblicitario

Qualità da live action

Nell'introdurre Zootropolis Music Star è stato presentato in anteprima anche il nuovissimo trailer del film (che potete vedere qui sotto), che mostra per la prima volta tutta la città di Zootropolis e che allarga un po' gli orizzonti sulla trama, che avrà un'avvincente vena da "crime story" con tanto di esilarate omaggio a Il padrino di Francis Ford Coppola. A quanto pare la protagonista, la coniglietta poliziotta Judy, si troverà a doversi districare in una situazione dalle tinte oscure, mentre gli animali antropomorfi della città assumeranno comportamenti inspiegabilmente sempre più selvaggi...

E a proposito dei protagonisti di Zootropolis, Romani ha spiegato: "Prima di realizzare il film gli autori hanno studiato per 18 mesi gli animali, con l'intento di essere più realistici possibile, per esempio riproducendo fedelmente la texture del pelo. Questo è un film che a livello di tecnica e di animazione è arrivato a dei livelli altissimi, con sfumature, quasi impercettibili, ma che rendono il film vicino a un live action".

I sogni sono desideri... da inseguire con perseveranza

Sul tema centrale del film, ovvero l'importanza di perseverare per inseguire e realizzare i propri sogni (tema anche della canzone Try Everything) anche i giurati hanno detto la loro. "Siamo a casa Disney e sarebbe bello citare lo stesso Walt Disney che diceva: "Se sogni puoi farlo", ha detto Paolo Ruffini, "E' una cosa meravigliosa, al di là della stessa voglia di migliorarsi sempre. Io, a chiosa di questo aforisma, aggiungo, "quando realizzi un sogno è bello ricordarsi di averlo sognato". Io ho realizzato molte cose che volevo, grazie alla perseveranza e alla voglia di farle". Per Lodovica Comello, nota al pubblico giovane per il ruolo di Francesca nella serie Violetta, "Credere nei propri sogni è il cavallo di battaglia di chi fa il nostro lavoro che è legato a un ambiente molto competitivo e molto ambito. Nessuno più di noi crede in questo valore ed è quello che vogliamo trasmettere anche a chi parteciperà al concorso". E se Ruffini ha nominato WALL·E come uno dei suoi film Disney Pixar preferiti, Malika Ayane ha portato il piccolo topolino, protagonista di Ratatouille, come esempio di determinazione nel realizzare i propri sogni anche nelle avversità e sfidando lo scetticismo degli altri: "Uno dei miei personaggi preferiti è Remy che diceva: "Se chiunque può cucinare, perché un topo non può diventare un grande chef?".

Zootropolis: una delle prime immagini del film animato

Paolo Ruffini: "Sono un eterno Peter Pan"

Zootropolis, Paolo Ruffini presenta il film

A margine della conferenza stampa abbiamo avuto approfondito il discorso con Paolo Ruffini, grande fan del mondo Disney, tanto da ammettere: "Io ho la sindrome di Peter Pan, ho anche tatuato Wall-E e Carl Fredricksen di Up, praticamente sono un uomo marketing!". Ma tra i suoi personaggi preferiti del mondo animato c'è anche un outsider al mondo Disney: "Io amo Wile Cojote, perché sa quello che vuole e sa che la ricerca è meglio dell'ottenimento. Tanto che quando finalmente acchiappa Beep Beep si chiede "E adesso che faccio?"". Tra i classici Disney pre computer grafica uno dei preferiti dell'attore e conduttore toscano è "Le follie dell'imperatore, davvero divertente", mentre delle novità introdotte dalla Casa di Topolino grazie all'acquisizione della Pixar ha voluto lodare il coraggio, citando come esempio il recente Inside Out: "Pete Docter (_regista di questo altri successi Pixar ndr_) per me è un genio totale e ha la capacità pazzesca di far andare la qualità a braccetto con il divertimento. Alla Pixar sanno proporre i contenuti in maniera davvero innovativa, senza perdere i valori che hanno reso grande quest'azienda_".

Anteprima Zootropolis: animali e utopie contro i pregiudizi
Moana diventa Oceania: la Disney cambia titolo per l'edizione italiana
Privacy Policy