Chicago, Illinois, USA
65 anni, 5 dicembre 1901

Padre e innovatore dell'animazione cinematografica, ancora oggi il suo nome è associato a film, gadget e fumetti creati dalla sua casa di produzione che è divenuta in breve tempo un autentico impero economico su scala mondiale.
Walt Disney nacque nel 1901 a Chicago da una famiglia americana ma di discendenza irlandese-canadese, che nel 1906 si trasferì in Missouri dove ... leggi tutto

  • 54 Film
  • 1 Serie
  • 4 Foto
  • 11 Premi
  • 5 Articoli
  • 0 Video
  • Pulisci
  • Morto - 15 dicembre 1966
  • 13 giugno 2014

    Saving Mr. Banks: la nostra recensione del blu-ray

    Saving Mr. Banks: la nostra recensione del blu-ray

    Un video straordinario e un ottimo audio caratterizzano l'edizione in alta definizione del film con Tom Hanks e Emma Thompson nei panni di Walt Disney e della creatrice di Mary Poppins. Reparto extra però un po' sottotono.

  • Vizi da nascondere - Walt Disney era un accanito fumatore, ma usava nascondere il suo vizio al pubblico, pensando che esso avrebbe potuto danneggiare la sua immagine e quella della sua azienda. Tom Hanks, nell'interpretare Disney in Saving Mr. Banks, avrebbe voluto ritrarre la sua abitudine di fumare, ma la Disney si è opposta, sostenendo che mostrare ciò non sarebbe stato appropriato, in un film per famiglie. Alla fine, le due parti hanno trovato un compromesso: in una scena, si vede Disney gettare via un mozzicone di sigaretta, e inoltre, a inizio film, sentiamo Walt tossire insistentemente prima dell'incontro con Pamela Travers.

  • Una preparazione accurata - Per prepararsi alla sua interpretazione di Walt Disney in Saving Mr. Banks, Tom Hanks ha fatto molte visite al Walt Disney Family Museum, sito a San Francisco, e ha inoltre intervistato molti dei parenti dello stesso Disney: tra questi, Diane Disney, sua figlia.

  • Note rigeneranti - In Saving Mr. Banks, la rilevanza emotiva delle scene in cui si sente la canzone Feed the Birds è dovuta al fatto che questa fosse in assoluto la canzone preferita da Walt Disney. Stando alle parole dei fratelli Sherman, Disney chiamava i due nel suo ufficio per suonare la canzone, ogni qualvolta si sentiva depresso. Richard M. Sherman ha dichiarato che Walt considerava il pezzo un perfetto riassunto delle ragioni per cui aveva creato la sua azienda.

  • Creazioni rubate - In Saving Mr. Banks, vediamo Walt Disney dire a Richard M. Sherman che lui sa bene come ci si senta a vedere una propria creazione utilizzata da altri: questo, in riferimento a "un produttore di New York" che avrebbe voluto acquistare i diritti per il personaggio di Mickey Mouse. Nella realtà, in effetti, Disney e Ub Iwerks avevano creato un personaggio, Oswald the Rabbit, che fu in seguito acquistato dalla Universal e ceduto ad altri sceneggiatori e artisti. Dopo quell'episodio, Disney giurò che non avrebbe mai più ceduto i diritti dei suoi personaggi. Successivamente, lui e Iwerks crearono il personaggio di Mickey Mouse (così ribattezzato dalla moglie di Walt, mentre quest'ultimo avrebbe voluto chiamarlo "Mortimer").

  • Diverso mezzo, stesso messaggio - Un'importante scena di Saving Mr. Banks non corrisponde a verità: si tratta di quella in cui Walt Disney fa visita alla scrittrice P.L. Travers nella sua casa londinese. Nella realtà, i due parlarono solo al telefono; tuttavia, la sceneggiatrice Kelly Marcel ha specificato che tutto ciò che Disney dice alla scrittrice, nel film, riguardo suo padre, corrisponde assolutamente al vero.

  • 10 febbraio 2014

    Manifesti e poster di Walt Disney e l'Italia - Una storia d'amore (2014) (1)

  • 10 febbraio 2014

    Foto di scena di Walt Disney e l'Italia - Una storia d'amore (2014) (1)

  • 27 gennaio 2014

    La storia italiana di Walt Disney raccontata da Marco Spagnoli

    La storia italiana di Walt Disney raccontata da Marco Spagnoli

    Walt Disney e l'Italia - Una storia d'amore è il nuovo documentario del regista e giornalista cinematografico, che abbiamo incontrato a Roma per la presentazione del film, in cui si racconta la forte fascinazione che il nostro paese ha sempre avuto per l'inventore di Topolino.

  • Disney e Dalì tra Fantasia e Destino - L'edizione Blu-ray Disc di Fantasia 2000 vanta un'autentica gemma tra i contenuti speciali, l'atteso cortometraggio Destino, candidato agli Oscarr nel 2004 (categoria Cortometraggi Animati). Era il 1946 quando Salvador Dalì e Walt Disney si incontrarono negli Studios Disney di Hollywood per sviluppare un'idea di cortometraggio d'animazione, ispirato all'arte surrealista del primo e alla fantasia creativa del secondo. Il film però rimase incompiuto negli archivi Disney per moltissimi anni, e la pellicola fu terminata solo nel 2003, quando Roy Disney decise di riprendere in mano lo story-board e di portarlo a termine, guidando un gruppo di 25 esperti in animazione a Parigi. Il risultato è uno straordinario cartoon dal titolo Destino, un piccolo capolavoro di 6 minuti e mezzo che racchiude tutta la genialità, il talento e l'ingegno creativo dei due artisti.

  • La Bella, la Bestia e Walt Disney - Dopo il grande successo di Biancaneve e i sette nani, Walt Disney cercava nuove storie da adattare in un film d'animazione una di queste storie era La bella e la bestia, la produzione iniziò alla fine degli anni '30, però venne bloccata perchè non riusciva a trovare un trattamento adatto alla storia, Disney riprovò a riadattare la storia negli anni '50 senza riuscirvi, fu solo dopo il successo de La sirenetta nel 1989 che la Walt Disney Pictures decise di riprovare ad adattare la storia.

  • 31 dicembre 2009

    Foto di scena di The Boys: The Sherman Brothers' Story (2009) (1)

  • La speranza di Walt Disney - Dopo i flop al botteghino di Fantasia e Dumbo, la Walt Disney Productions era piena di debiti e rischiava il fallimento. Il fondatore riponeva in Bambi la speranza che fosse un successo, così da poter salvare la casa di produzione e fortunatamente, dopo un avvio in sordina, il film conquistò il pubblico.

  • Il film preferito di Walt Disney - Dumbo era il film d'animazione preferito da Walt Disney, tra quelli realizzati dal suo studio.

  • La speranza di Walt Disney - Dopo i flop al botteghino di Fantasia e Dumbo, la Walt Disney Productions era piena di debiti e rischiava il fallimento. Il fondatore riponeva in Bambi la speranza che fosse un successo, così da poter salvare la casa di produzione e fortunatamente, dopo un avvio in sordina, il film conquistò il pubblico.

  • "Fantasia rappresenta la nostra avventura più eccitante. Finalmente abbiamo trovato un modo per utilizzare nel cartone animato la grande musica di tutti i tempi e l'ondata di nuove idee che essa suscita."
    [Disney in un'intervista del 13 novembre 1940 su Fantasia ]

  • Mostra altro