The Rolling Stones Olé, Olé, Olé!: A Trip Across Latin America

2016, Documentario

The Rolling Stones Olè, Olè, Olè!: A Trip Across Latin America - Keith, Mick e gli altri

Presentato all'undicesima Festa del Cinema di Roma, un documentario che rischiava di essere l'ennesimo film sui Rolling Stones... e invece è anche altro.

The Rolling Stones Olé, Olé, Olé!: A Trip Across Latin America, Mick Jagger sul palco

Un titolo lunghissimo e articolato, come lunghissima e articolata è la carriera dei Rolling Stones, diretto da Paul Dugdale, che ormai del film concerto ha fatto un mestiere. La sua filmografia ha coperto Adele e gli One Direction, i Coldplay e Lenny Kravitz, solo per citarne alcuni. Poi arriva il colpaccio: gli Stati Uniti aprono il dialogo con Cuba e i Rolling Stones pianificano un tour in America Latina, in quei luoghi in cui fino a poco tempo fa la loro musica era fuorilegge, bandita, messa all'Indice da un'inquisizione politico-economica piuttosto anacronistica. Persino il Presidente Obama saluta l'annuncio del tour come una nuova era. Figuriamoci se Dugdale si sarebbe mai lasciato scappare questa opportunità.

Solo un altro film sugli Stones...

Basterebbero loro, Keith, Mick e gli altri, per portare la gente al cinema, a vivere il surrogato di ciò che dev'essere assistere a un concerto degli Stones insieme a migliaia di persone a cui il rock è stato precluso. E poi ormai il film concerto è diventato una moda. Non più evento speciale, ne escono diversi ogni anno, diretti da chi si sente novello Pennebaker e non può permetterselo. Cosa c'è da dire più sui Rolling Stones? Possiamo mica recensire la loro musica... E dopo che addirittura Martin Scorsese ha diretto Shine a Light e che i "vecchietti del rock" hanno espresso il loro disappunto nei confronti di quel film, come può un trentaseienne inglese sperare di farla franca? Semplice: basta non parlare solo dei concerti degli Stones.

The Rolling Stones Olé, Olé, Olé!: A Trip Across Latin America, Mick Jagger e Ronnie Wood si esibiscono sul palco

Ecco che The Rolling Stones Olé, Olé, Olé!: A Trip Across Latin America diventa un viaggio antropologico, alla scoperta di un fandome sconosciuto, alla ricerca, per niente disperata, dei tantissimi fan che in America Latina hanno avuto e hanno gli Stones. I Rolingas, un fenomeno culturale ispirato alla band, scorre come un fiume sotterraneo e coinvolge molte più persone di quanto immaginassimo. Solo rock 'n' roll, ma capace di unire il mondo.

The Rolling Stones Olé, Olé, Olé!: A Trip Across Latin America, un'immagine promozionale della band

Colori, sorrisi, sole

The Rolling Stones Olé, Olé, Olé!: A Trip Across Latin America, gli Stones in un'immagine del documentario

Inutile stare a commentare le scene dei concerti: che i Rolling Stones siano potenti lo sappiamo. Tutti. Anche Ron Wood che racconta di amare la street art e Charlie Watts, che più che un batterista rock sembra un vecchio bancario e poi invece... Quello che salta agli occhi è il viaggio antropologico, alla scoperta di volti, di suoni, rumori nei quartieri. La gioia negli occhi della gente che saluta questo tour come una nuova tappa di libertà ed emancipazione, popolare molto più degli States che aprono al dialogo con Cuba. E il sole, una luce che nessuno studio può riprodurre, colori e materiali di costruzione, strade strette percorse a piedi da chi porta la macchina da presa, risate, speranza. Fortunatamente The Rolling Stones Olè, Olè, Olè!: A Trip Across Latin America è tutto questo. E poi Mick Jagger prende il microfono e grida che qualche anno fa tutto ciò non sarebbe stato possibile. Chiede al pubblico se è pronto al cambiamento, se è pronto per il rock. L'applauso esplode, la linguaccia si colora della bandiera cubana. It's only rock 'n' roll, but I like it!

The Rolling Stones Olè, Olè, Olè!: A Trip Across...
Federica Aliano
Redattore
2.5 2.5
Roma 2016
News Film Foto Video
Recensione The Rolling Stones Crossfire Hurricane (2012)
Recensione Shine a Light (2008)
Privacy Policy