Le cronache di Narnia: il Principe Caspian

2008, Avventura

Il principe Caspian: una visita sul set praghese

Tante novità e un esercito di nuovi personaggi per la prosecuzione delle aavventure dei fratelli Pavensie nell'incredibile mondo di Narnia.

I personaggi incantati della fantasia senza tempo di C.S. Lewis, ritornano alla vita in questa seconda puntata tratta dal ciclo di sette romanzi de Le Cronache di Narnia, in cui i fratelli Pevensie sono magicamente e misteriosamente trasportati di nuovo dall'Inghilterra a Narnia.

Visita al set di Praga, 4-5 giugno 2007 Di Rebecca Strauch

Praga la capitale delle Repubblica Ceca è da oltre mille anni il centro politico, culturale ed economico dello Stato cecoslovacco. I riferimenti relativi all'illustre storia cinematografica delle Repubblica Ceca possono essere trovati ovunque, soprattutto presso gli Studi Cinematografici di Barrandov, il più famoso stabilimento di questo tipo di tutto il paese. Gli studi cinematografici di Barrandov, tra i più grandi in Europa, hanno prestato i propri studi insonorizzati per la realizzazione di molti lungometraggi vincitori dei premi Oscar dell'Academy Award®. Gli addetti ai lavori si riferiscono a questi studi come all'"Hollywood Europeo" oppure all'"Hollywood Orientale" per la costante presenza di produzioni occidentali particolarmente rilentanti come "Mission Impossible", "Un nome senza volto", "Casinò Royale" e attualmente Le Cronache di Narnia: Il Principe Caspian.

La Buena Vista ha invitato un gruppo selezionato di giornalisti sul set di Le Cronache di Narnia: Il Principe Caspian, attualmente girato presso gli Studi Cinematografici di Barrandov così come le scene in esterno nella vicina località di Ústí, un'altra città molto conosciuta nel paese situata sulle montagne della regione di Nad Labem.

Ispirato dal successo del bestseller di Le Cronache di Narnia: Il Leone, La Strega e L'Armadio, il regista Andrew Adamson era convinto di realizzare il capitolo successivo del Principe Caspian più grandioso e potente del precedente. Una volta riunito il cast originale con la squadra creativa del primo film delle serie - non è una cosa da poco, per una produzione di questo livello - Adamson ha cercato di presentarli con delle nuove sfide da superare.

Nonostante il ritorno di William Moseley, Skandar Keynes, Anna Popplewell e Georgie Henley in questo capitolo interpretando i personaggi dei quattro fratelli Pevensie Peter, Edmund, Susan e Lucy, i ruoli che li riguardano sono leggermente cambiati. È trascorso un anno e sono tutti cresciuti e il tempo in cui furono re e regina di Narnia li ha resi più maturi. Inoltre pur non essendo il romanzo originale di C. S. Lewis de Il Principe Caspian intrinsecamente cinematografico, la sceneggiatura si è presa certe libertà per far funzionare la storia a livello visivo in cui i personaggi principali sono presenti per tutta la durata del film e non solo all'inizio e verso la fine, come nel libro originale. Questo permette ai personaggi di spingere la storia in avanti ed entrare in contatto con il pubblico con più forza.

In aggiunta al casting internazionale de Il Leone, La Strega e L'Armadio Il Principe Caspian mostra una quantità di nuovi personaggi entusiasmanti.

Il primo personaggio ed il più importante è quello del principe Caspian, interpretato da Ben Barnes noto soprattutto per il ruolo di Darkin interpretato nell'opera teatrale acclamata dalla critica di The History Boys. Inoltre Ben ha interpretato un breve ruolo nel film Stardust di Matthew Vaughn. Caspian è il nipote del re Miraz, il quale ha vissuto insieme agli zii dopo la morte dei suoi genitori. Caspian, una volta riuscito a sfuggire dai progetti diabolici del re Miraz, vuole combattere i Telmarini, gli abitanti attuali di Narnia, ed aiutare a restituire il paese agli abitanti legittimi, i Narniani.

Il malvagio re Miraz è rappresentato dal noto attore italiano Sergio Castellitto, che recentemente ha prestato la propria voce ad un altro personaggio della versione francese di Arthur e i Minimei, e che attualmente può essere visto nel film di successo del cinema d'essai dal titolo Paris, je t'aime. Il re Miraz governa i Telmarini e non si fermerà davanti a niente per mantenere il controllo di Narnia.

Un altro personaggio importante del cast ed il primo che Peter, Edmund, Susan e Lucy incontrano dopo il magico ritorno a Narnia, è Trumpkin il nano. L'attore Peter Dinklage noto per il ruolo che ha interpretato costantemente nella serie televisiva Nip/Tuck riporta alla vita il piccolo uomo dai capelli rossi responsabile di aver trovato Peter, Edmund, Susan e Lucy e di riportarli di nuovo al Regno di Aslan dove Caspian è in attesa di essere aiutato.

Un altro personaggio che riveste un'importanza vitale per il principe durante il suo viaggio è il Dottor Cornelius rappresentato dall'attore veterano Vincent Grass. Il buon dottore è un vecchio Narniano che ora vive tra i Telmarini e porge il suo aiuto a Caspian descrivendogli in segreto del vecchio mondo di Narnia. Inoltre Cornelius aiuta Caspian a fuggire dal castello del re per evitare che Miraz possa portare a termine le sue crudeli intenzioni.

Altri tre fedeli Narniani oltre che buoni amici del Principe Caspian sono i tre personaggi di Bulgy Sopporta, il tasso Trufflehunter ed il coraggioso topolino Reepicheep i quali saranno animati per mezzo delle nuove tecniche d'animazione in CGI (Computer Generate Imagery).

Ed infine Warwick Davis, che si distingue per essere apparso in ogni episodio di Harry Potter e per aver partecipato nel film Guida Galattica per Autostoppisti, si unisce al cast interpretando il personaggio del nano nero Nikabrik. È uno dei personaggi del gruppo che Caspian incontra per primi durante la sua ricerca dei vecchi Narniani, ma è colui che resterà sempre scettico sulle intenzioni del principe e sospettoso delle sue azioni.

Ad un certo punto la produzione de Il Principe Caspian ha occupato sei studi insonorizzati di Barrandov. Un terzo delle riprese interne del film sono state girate negli studi mentre due terzi delle scene esterne sono state girate in Nuova Zelanda, nella Repubblica Ceca, in Polonia ed in Slovenia. Ciò aumenta le dimensioni di questa produzione rispetto al primo film di Narnia dal titolo "Il Leone, La Strega ed il Guardaroba" in cui la maggior parte delle scene furono girate negli studi insonorizzati e facendo ricorso a poche scene esterne.

Il produttore cinematografico ha proceduto ad inaugurare i cinque set principali di questo film presso le strutture degli studi Barrandov o gli esterni nei paraggi. La messa in scena nello studio 8, il più grande di Barrandov, è stato trasformato in un "Prato Danzante di Narnia". Il gruppo della troupe si trovavano nel mezzo del montaggio di un'enorme foresta composta da piante ed alberi reali. In questo magico scenario, il principe Caspian, attaccato dai precedenti re Peter ed Edmund e dalle regine Susan e Lucy, traccerà un piano di azione insieme ai vecchi Narniani per combattere contro il re Miraz e conquistare di nuovo Narnia. Alcune parti della scena, girate in questo studio insonorizzato saranno successivamente integrate in modo continuo con le immagini di repertorio ottenute durante le riprese in Nuova Zelanda.

Lo studio 6 presenta i resti del set interno del regno di Aslan dove Caspian e i ritrovati compagni Narniani, i due nani Trumpkin e Nikabrik ed il tasso Trufflehunter, trovano un rifugio in un momento cruciale della storia. I muri di pietra giganti e le rocce di grande effetto, che formavano la Tavola di Pietra sulla quale fu ucciso Aslan dalla Strega Bianca e che per magia ritorna più tardi ne Il Leone, La Strega ed il Guardaroba, predominano sul cast e la troupe. La sensazione che traspare da quest'ambiente e le incisioni misteriose sulle rocce, trasformano realmente l'atmosfera di questo spazio in un luogo magico così come predisposto.

Forse il set più maestoso di Barrandov fu quello del castello del re Miraz. In appena 15 settimane 200 uomini hanno costruito nello stabilimento il cortile di un castello dalle dimensioni reali. Il progetto del cortile, di forte influenza Mediterranea, è fastoso, specialmente per l'uso di materiali reali e l'attenzione meticolosa per i minimi dettagli. Adamson ha appena finito di girare le riprese in questo luogo dopo un periodo di riprese notturne in cui la squadra ha allestito la scena dell'incursione contro il re Miraz.

Ben oltre le mura dello studio si trova l'esterno mozzafiato del regno di Aslan vicino Ústí. L'allestimento era fantastico. Una montagna enorme di pietra con una grotta nel mezzo di un enorme campo d'erba e centinaia di membri del cast vestiti da Narniani, compresi i nani, i centauri, i Minotauri ed i fauni e circa 250 Telmarini vestiti con le loro uniformi, tutti in attesa di essere convocati.

La scena girata quello stesso giorno ha coinvolto a Peter ed Edmund che abbandonavano il regno di Aslan per affrontare il re Miraz durante la scena della gran battaglia. Aiutati dai rassicuranti Narniani, entrambi i ragazzi abbandonavano la grotta di pietra per affrontare la battaglia per il futuro della monarchia di Narnia. Per far sentire i giovani attori a loro agio, il regista ebbe l'idea di trasmettere della musica ad alto volume proveniente dallo sfondo mentre si girava la scena e che risultò un successo per il cast ed i membri della troupe. Per questa scena particolare si è raggiunto un accordo affinché Skandar e William avanzino al ritmo della musica di Rocky dal titolo "Eye of the Tiger" del gruppo Survivor.

La troupe del film terminerà di girare su questo set nelle prossime settimane per spostarsi di nuovo in Slovenia per girare l'ultima scena in esterni. Infine i produttori cinematografici potranno concentrarsi liberamente nella realizzazione delle riprese restanti, presso gli studi di Barrandov. Complessivamente, i tempi di consegna della fotografia principale sono previsti per il mese di Agosto del 2007.

Nel frattempo, il secondo gruppo era occupato lavorando in un altro studio nella vicina località di Modřanská, in cui Dean Wright, Supervisore degli Effetti Visivi ha creato gli interni del Regno di Aslan.

Anche se i lettori del libro potrebbero già avere un'idea generale della trama del secondo film, ci saranno degli sviluppi imprevisti e delle aggiunte che sicuramente sorprenderanno gli spettatori. Sicuramente sembra che coloro che si sono appassionati con Il Leone, La strega ed il Guardaroba e coloro in procinto di entrare nel mondo di Narnia, si entusiasmeranno con la nuova intensità apportata al sequel delle Cronache di Narnia.

L'uscita a livello mondiale de Le Cronache di Narnia: Il Principe Caspian è prevista per maggio del 2008. Nelle prossime settimane potrete leggere le interviste complete con il direttore della scenografia Roger Ford e Richard Taylor del Laboratorio WETA, con i designer dei costumi Isis Mussenden e Kimberly Adams, i creatori delle Creature e degli Effetti Speciali Howard Berger e Dean Wright ed i Guerrieri di Caspian: Ban Barnes (il principe Caspian), Will Mosely (Peter), Skandar Keynes (Edmund), Sergio Castellitto (il re Miraz), Perfrancesco Favino (lord Glozelle) e Shane Rangi (Asterius).

Grazie a Way to Blue.

Il principe Caspian: una visita sul set praghese
Privacy Policy