Don - The King Is Back

2011, Azione

Recensione Don - The King Is Back (2011)

Don 2 conferma la capacità di Bollywood di tenere testa al cinema hollywoodiano nel creare prodotti di puro intrattenimento che sappiamo accompagnare lo spettatore in una serata senza di disimpegno e relax.

Don deve morire

Shahrukh Khan torna sul grande schermo, e a Berlino, nei panni del super criminale Don. Dopo il passaggio in Forum nel 2007 con il suo primo capitolo, Don - The King is Back arriva nella capitale tedesca orfano della sua star, fermato in patria per un problema medico, ed inserito nella sezione Berlinale Special Gala.
Non sono pochi i nemici di Don in questo nuovo capitolo e non vedono l'ora di eliminarlo per annullare la sua concorrenza sul mercato dei narcotici; e sono in particolare i boss della malavita europea ad essere preoccupati della sua presenza, decidendo di prendere provvedimenti al riguardo. Dopo un'imboscata in Thailandia, Don dimostra di saper essere sempre un passo avanti rispetto ai suoi nemici, torna in Malesia, si arrende a Roma Baghat e dà il via ad un piano per confermare la sua posizione, radunando una squadra di assoluto valore per mirare ad impossessarsi dei clichè degli Euro conservati nella DZB di Berlino.

Don - The King is Back: una scena d'azione del film sotto la Porta di Brandeburgo
E' infatti proprio la città tedesca a fare da background al fulcro della storia di Don 2 e le sue strade fanno da teatro ad alcune delle sequenze più spettacolari del film, tra cui un adrenalinico inseguimento ed un vertiginoso incidente al cospetto della celebre Porta di Brandeburgo. Sono esempi di una messa in scena, curata dal regista Farhan Akhtar, che non trascura mai l'aspetto visivo, che sa scegliere le inquadrature più accattivanti per mettere insieme un prodotto godibile e mai noioso.
Tra stunt e sequenze ad alto tasso d'adrenalina, gran ritmo e costruzione di grande impatto, il film dà il meglio di sè proprio nella capacità di coinvolgere lo spettatore con una messa in scena che sa dare spettacolo.

Shahrukh Khan in  Don - The King is Back insieme a Priyanka Chopra e Florian Lukas
Impatto visivo a parte, il film si avvale di una sceneggiatura articolata che, nell'ottica della classica storia di rapina, non rinuncia a mettere in campo un paio di twist più che interessanti, ma soprattutto sa sfruttare la verve del suo protagonista, la sua faccia da schiaffi ed il suo humor da classico action hero.
E' lui il fulcro intorno a cui ruota Don 2: Shah Rukh Khan ammicca, lotta e persino balla nel riportare su schermo il suo personaggio, circondato da comprimari di tutto rispetto, da Priyanka Chopra, che dà il volto a Roma, a Boman Irani e Kunal Kapoor, che completano la sua squadra nel colpo da organizzare.
Ma soprattutto si conferma la capacità di Bollywood di tener testa al cinema hollywoodiano nel creare prodotti di puro intrattenimento che sappiamo accompagnare lo spettatore in una serata senza di disimpegno e relax, che rappresentano una delle varie anime dell'arte cinematografica.

Recensione Don - The King Is Back (2011)
Antonio Cuomo
Redattore
3.0 3.0
Privacy Policy