300 - L'alba di un impero: la nostra recensione del blu-ray 3D e 2D

Eccezionale resa video sia in 3D che in 2D per il secondo capitolo delle vicende tratte dalla graphic novel di Frank Miller. Anche l'audio è ottimo (ma l'inglese è devastante), interessanti gli extra.

Dopo il visionario 300 diretto da Zack Snyder, ecco il secondo capitolo delle vicende tratte dalla graphic novel di Frank Miller, Serse. Ma è un secondo capitolo piuttosto difficile da definire: perché 300 - L'alba di un impero diretto da Noam Murro, racconta vicende quasi parallele a quelle del primo film, cambiando in pratica scenari e luogo di battaglia e trasferendosi sul mare. Il film è infatti il racconto della battaglia di Capo Artemisio tra Greci e Persiani, svoltasi contemporaneamente a quella delle Termopili.

Tra i protagonisti di essa, Temistocle (interpretato da Sullivan Stapleton), stratega ateniese che guida il suo popolo contro la massiccia invasione da parte delle forze Persiane, guidate dall'uomo trasformato in Dio, Serse. Dall'altra parte invece una sensualissima Eva Green interpreta Artemisia, vendicativa comandante della Marina persiana che convince Serse a vendicare suo padre, il re persiano Dario I, ucciso proprio da Temistocle. Tra i due regni avrà così luogo un duello in mare aperto durante il quale azioni mozzafiato e colpi di scena non saranno risparmiati.

Video fedele al look stilizzato: 3D ottimo, 2D super

300 - L'alba di un impero: Sullivan Stapleton e Jack O'Connell in una scena

300 - L'alba di un impero arriva in homevideo in varie edizioni. Noi andiamo a recensire quella più completa e prestigiosa, ovvero l'edizione in alta definizione a due dischi che contiene sia la versione 3D che quella 2D, oltre alla copia digitale. Anche se si tratta di una conversione in post-produzione, il 3D mostra un buon senso di profondità, con alcune scene particolarmente efficaci durante i combattimenti e spettacolari effetti pop-out di spade e delle tipiche spruzzate di sangue che hanno già caratterizzato il primo film. La separazione dei piani è abbastanza buona anche durante le battaglie navali, leggermente meno convincenti le scene più scure mentre bisogna registrare anche qualche fenomeno di crosstalk in qualche scena più critica da riprodurre, come quando ad esempio Temistocle e i suoi finiscono sotto acqua, oppure Serse in piedi davanti alla massa.

300 - L'alba di un impero: il teaser poster italiano
Totale 8.5
Video 3D 8
Video 2D 9
Audio 8.5
Extra 7.5

Nella versione 2D il video è ottimo e ripercorre lo stile visivo di 300, anche se rispetto al film di Zack Snyder c'è una grana decisamente minore. Nonostante alcuni momenti siano addirittura più luminosi, le immagini in gran parte conservano comunque il look stilizzato del primo episodio, con colori desaturati, tonalità cupe ambrate virate al marrone: però la mancanza di quella grana molto evidente del film precedente rende il quadro anche in alta definizione in fin dei conti meno ruvido e grintoso, anche se ovviamente più nitido. Sta di fatto che, scelte stilistiche a parte, sul piano del riversamento il lavoro è impeccabile. Il dettaglio è elevato e incisivo, i contorni netti e il contrasto sempre molto spinto. Il nero profondo esalta gli oppressivi giochi di ombre, sempre in omaggio al look del fumetto di Miller.

300: Rise of an Empire - Eva Green circondata da soldati

Audio: dolby italiano coinvolgente, inglese lossless stellare

300 - L'alba di un impero: David Wenham in una scena tratta dal film

Capitolo audio: per quanto buono sia, il dolby digital 5.1 italiano non può ovviamente che far rimpiangere il DTS HD 7.1 inglese, che è decisamente di un'altra categoria rispetto alla pur valida traccia nostrana. Il film è ovviamente zeppo di momenti sonoramente importanti, in pratica un quasi continuo susseguirsi di duelli, combattimenti corpo a corpo, battaglie navali, esplosioni e utilizzo di armi di ogni tipo: ebbene già l'ascolto della traccia italiana consente un ottimo coinvolgimento, con ampio e puntuale utilizzo dell'asse posteriore, efficaci effetti panning, buona separazione dei canali e un sub abbastanza muscolare. Insomma un audio da 8 pieno, che diventa però piccolo piccolo al cospetto dell'energica traccia lossless originale, veramente devastante per dinamica, potenza complessiva e microdettaglio. Un ascolto che proietta praticamente in mezzo alla furiosa battaglia, fra contatti di metalli, corpi, tagli e schizzi di sangue.

Extra: un'ora e venti di contributi interessanti

Anche se non travolgente come gli altri reparti, anche quello dedicato agli extra è sicuramente di livello molto buono, con circa un'ora e venti minuti di contributi. Si parte con The 300 Effect, un making of di 30 minuti diviso in quattro parti che approfondisce varie tematiche del film, dalla produzione alle differenze col primo film, dal fumetto di Frank Miller agli effetti speciali, dai nuovi protagonisti a un'analisi delle scene ambientate in mare. Molto interessante la featurette Real leaders & Legends, che parla dei fatti storici reali che stanno dietro alla leggenda rappresentata nel film, con realizzatori e storici che spiegano le differenze tra la realtà storica e la vicenda narrata nel film (23 minuti). In Women Warriors si punta l'attenzione sulle donne guerriere Eva Green e Lena Headey, che interpretano rispettivamente Artemisia e la regina Gorgo (12'), mentre in Savage Warships si analizzano le navi, le tecniche le strategie della marina greca, nonchè i set utilizzati per le battaglie navali (11'). A chiudere Becoming a warrior passa in rassegna i principali membri del cast e il loro lavoro fisico e mentale per interpretare i loro ruoli (5').

300 - L'alba di un impero: la nostra recensione...
Privacy Policy