Filmografia

Filmografia di Stefano Falivene


La musica del silenzio


2017 – Drammatico
Fotografia
2.5 2.5

Film che racconta il percorso personale e musicale di Amos Bardi - alter ego di Andrea Bocelli - dall’infanzia agli allori della sua carriera. Squarci di una vita intesa destinata a grandi trionfi ma segnata da false partenze, dubbi, piccoli e grandi dolori.

I figli della notte


2016 – Drammatico
Fotografia
2.5 2.5

In un collegio di lusso per i figli della classe dirigente, inerpicato sulle montagne, si respira un'aria di repressione e si nascondono piaceri proibiti...

Uno per tutti


2015 – Drammatico
Fotografia
2.2 2.2

Il poliziotto Vinz, il medico Saro e l'imprenditore Gil sono tre amici d'infanzia le cui vite si incrociano nuovamente, da adulti, a seguito di un drammatico evento che ha coinvolto la figlia di Gil. Questo loro incontro farà riemergere questioni legate al passato che pensavano di essersi lasciati alle spalle.

L’angelo di Sarajevo (MINISERIE TV IN 2 PARTI)


2015 – Drammatico
Fotografia
0.0

Storia ispirata liberamente al romanzo autobiografico di Franco di Mare. La vicenda segue il giornalista Marco De Luca, inviato del TG a Sarajevo durante il conflitto serbo-bosniaco degli anni '90. Un orfanotrofio viene bombardato e Marco accorre sul posto per raccogliere informazioni: entrando nell'edificio con il suo cameraman, scopre una lunga fila di culle, dove, tra tutti i bimbi biondi, spicca una bimba bruna che lo colpisce al cuore. Quell'istinto di protezione, lo spingerà a inseguire un sogno folle, quello di riuscire a portare la bimba in salvo in Italia, superando innumerevoli difficoltà.

Pasolini


2014 – Drammatico
Fotografia
2.1 2.1

Cronaca degli ultimi giorni di vita di Pier Paolo Pasolini, morto il 2 novembre 1975 all'età di 53 anni sul litorale di Ostia. A Roma, di ritorno dalla Svezia, lo scrittore inizia a cercare la sua amante, una giovane prostituta con cui accetta di incontrare altri uomini la sera successiva. Pasolini trova poi degli amici che lo invitano a smettere di scrivere i suoi articoli provocatori contro la Democrazia Cristiana, dopo la morte di un altro giornalista. Ma l'obiettivo di Pasolini è quello di denunciare quel governo di marionette, costi quello che costi.