Jimi Hendrix

Attore
(1942 - 1970)
Biografia

Cenni biografici di Jimi Hendrix


Johnny Allen Hendrix nasce a Seattle il 27 novembre 1942. Per metà Cherokee, dimostra sin da subito una grande timidezza e sensibilità, e si avvicina alla musica dapprima attraverso un ukulele e poi grazie a un'umilissima chitarra acustica da cinque dollari, regalategli dal padre. Dopo aver suonato in diversi gruppi di Seattle, Hendrix entra nell'esercito come paracadutista, per lasciarlo un anno dopo a causa di un infortunio all'anca.

È solo in seguito che il chitarrista inizia il suo vero e proprio percorso formativo: insieme al suo amico Billy Cox si trasferisce a Nashville, e lì i due suonano nei club di Jefferson Street, cuore della comunità afroamericana e della scena rhythm and blues cittadina. Durante il 1965, Hendrix si imbarca come turnista al seguito di diversi musicisti del calibro di Curtis Knight, B.B. King e Little Richard e un anno dopo, nel 1966, forma un gruppo, i Jimmy James and the Blue Flames, stanziati a New York. È un periodo importante, durante il quale conosce Randy California (il cofondatore degli Spirit, gruppo underground decisamente importante per band del calibro di Led Zeppelin e Doors) e un certo Frank Zappa. È, inoltre, il preludio di un incontro fondamentale, ovvero quello con Chas Chandler, bassista dei The Animals. Chandler intuisce subito la grandezza del giovane chitarrista: porta Hendrix in Inghilterra, lo mette sotto contratto e lo aiuta a formare un nuovo gruppo, i Jimi Hendrix Experience, con il bassista Noel Redding e il batterista Mitch Mitchell.

Gli Experience non impiegano molto a far tremare i club londinesi: in poco tempo diventano la new sensation della capitale britannica. Guitar heroes del calibro di Eric Clapton e Jeff Beck ne diventano fan, e successivamente i singoli Hey Joe (cover dello standard blues omonimo di Billy Roberts) e Purple Haze spopolano.
Nel 1967 arriva il primo album, Are you Experienced?, ed è il modello base dell' Hendrix-sound: un concentrato di rock, blues e psichedelica, riconfermato col secondo Axis: Bold as Love uscito nello stesso anno.

Il suono dell'americano è adesso cristallizzato: sulla scia di chitarristi come Dave Davies dei Kinks o Pete Townshend dei The Who, Hendrix impiega feedback, distorsori, effetti particolari come phaser o pedali wah wah, fondendoli insieme e attraverso i suoi retaggi blues, soul e rhythm and blues. In Electric Ladyland del 1968 essi vengono espressi in maniera eclettica e decisamente sperimentale: la natura più avventurosa di questo lavoro, unita a una crescente insofferenza nei confronti del music business, spinge Hendrix a progettare uno studio personale, stanziato a New York, che chiamerà appunto Electric Lady. Ma è proprio in quest'anno che per il chitarrista le cose cominciano a complicarsi. Diventa sempre più indisciplinato ed erratico, spingendo Chas Chandler ad abbandonarlo verso la fine dell'anno. Il 1969 vede la fine degli Experience, mentre Hendrix stesso diventa sempre più vittima delle droghe. Ad agosto, forma una nuova band - i Gypsy Sun and Rainbows - e partecipa al leggendario festival di Woodstock, una delle sue esibizioni più famose, immortalata tra l'altro anche dal documentario Woodstock - Tre giorni di pace amore e musica di Michael Wadleigh.

Nel 1970 forma la Band of Gypsies insieme a Billy Cox al basso e Buddy Miles alla batteria: i tre si esibiscono in una serie di concerti di rara intensità, nei quali spicca l'esecuzione di uno dei pezzi più famosi del chitarrista, Machine Gun. Ma anche loro si sciolgono: nel corso dell'anno, Hendrix si esibisce all'Isola di Wight e poi al Festival di Fehmarn in Germania, per l'ultima volta. Verrà trovato morto il 18 Settembre, in una stanza di un hotel londinese.