Wuthering Heights

2011, Drammatico

Venezia 2011, giorno 7: Cime tempestose e People Mountain, People Sea

In concorso Himizu di Sion Sono, Wuthering Heights di Andrea Arnold e il film a sorpresa di Cai Shangjun. Fuori concorso Il villaggio di cartone di Olmi e l'horror vampiresco The Moth Diaries di Mary Harron.

Dalla Terraferma di Crialese, il lungo viaggio di Venezia68 prosegue verso le Cime Tempestose di Andrea Arnold, al suo debutto al Festival con il suo Wuthering Heights, tratto dall'unico romanzo di Emily Brontë, e interpretato da Kaya Scodelario, Nichola Burley, Steve Evets ed Oliver Milburn. E' la storia di un giovane senza fissa dimora che viene accolto da un contadino dello Yorkshire in visita a Liverpool e intreccia una relazione morbosa con Catherine, la figlia dell'uomo.
Il concorso veneziano prosegue di Himizu, di Sion Sono, che presenta per la seconda volta un suo lavoro alla Mostra. Himizu, che è tratto dal cupo manga di Minoru Furuya, è stato sviluppato in maniera particolare, perchè Sono ha deciso di rielaborare lo script subito dopo il terremoto che ha devastato il Giappone la scorsa primavera. Sono aveva ultimato lo script proprio tre giorni prima dell'accaduto, e in seguito ha deciso di alleggerire la storia, infondendo un po' di speranza. "Tutte le scene sono state cambiate in maniera drastica. Nel manga originale non c'era speranza, ma dopo l'11 marzo, ho pensato che non avrei dovuto fare un film così cupo.". Nelle intenzioni dell'autore c'è la volontà di proseguire il discorso affrontato in Himizu con una trilogia. Il protagonista della pellicola è un ragazzo di 14 anni, Yuichi Sumida, il cui unico desiderio è quello di diventare un uomo comune e condurre un'esistenza tranquilla. Sua madre lo trascura e il padre, alcolizzato, abusa di lui. Una sua compagna di classe, innamoratissima di lui, cerca di aiutarlo, ma la situazione è destinata a precipitare.
A queste due pellicole in concorso oggi se ne aggiunge una terza, il cinese People Mountain, People Sea di Cai Shangjun, la "sorpresa" di questa edizione che entra ufficialmente in competizione per il Leone d'Oro. Il titolo del film fa riferimento ad un proverbio cinese che indica "grandi folle di gente", e racconta la storia di un uomo che dopo aver fatto ritorno al villaggio d'origine, decide di mettersi alla ricerca dell'assassino di suo fratello minore, che è stato identificato dalla polizia, ma è fuggito. Con questo film, la regista torna dietro la macchina da presa a quattro anni di distanza da Hongse kanbaiyin, che raccontava la storia di un padre e di un figlio che provavano a ricostruire il loro rapporto in occasione di un viaggio.

Il Villaggio di Cartone, di Ermanno Olmi: una bella sequenza del film
Per quanto riguarda i film fuori concorso, oggi tocca a Il villaggio di cartone di Ermanno Olmi - che vede nel cast Michael Lonsdale, Rutger Hauer e Alessandro Haber, tra gli altri - ed è incentrato su un anziano prete, che riesce a trovare una nuova ragione alla sua esistenza (anche spirituale) offrendo rifugio ai poveri nella sua chiesa, ormai spoglia degli oggetti sacri e dei quadri dei santi.

Lily Cole in una scena dell'horror femmibile The Moth Diaries
Di ben altro genere The Moth Diaries di Mary Harron, che invece racconta la storia di Rebecca, una ragazza tormentata dal suicidio di suo padre, che durante il primo anno di liceo in un collegio esclusivo, vede la sua amicizia con la solare Lucy sgretolarsi a causa di una misteriosa e affascinante ragazza europea, Ernessa. Successivamente Rebecca nota anche un drastico cambiamento fisico nella sua amica, si convince che Ernessa sia in realtà un vampiro e si ritrova a doverla affrontare praticamente da sola. Tra gli interpreti della pellicola - che nelle intenzioni della Harron vuole essere una storia sull'amicizia femminile, più che sui vampiri - figura Lily Cole, già vista in Parnassus - L'uomo che voleva ingannare il diavolo.

Nella sezione Controcampo Italiano, oggi viene presentato Qualche Nuvola di Saverio Di Biagio, che vede nel cast Elio Germano, Primo Reggiani, Giorgio Colangeli e Michele Alhaique, che tra l'altro ieri ha presentato alla stampa anche il dramma Cavalli, di cui è protagonista insieme a Vinicio Marchioni. Il film è ambientato a Roma, in uno dei quartieri popolari ai margini della città nel quale vive Diego, che sta per sposare Cinzia, con la quale è cresciuto e progetta di mettere su casa. L'incontro con una ragazza completamente estranea al suo ambiente però arriverà a mettere in discussione tutto il suo mondo.

Venezia 2011, giorno 7: Cime tempestose e People...
Privacy Policy