Soffocare

2008, Drammatico

Spike Lee e Palahniuk nelle sale USA

Approdano nelle sale americane Miracolo a Sant'Anna e Soffocare, ma l'uscita più massiccia Eagle Eye di D.J. Caruso.

Gran profusione di novità nelle sale americane per l'ultimo fine settimana di settembre. Particolare rilevanza avrà senz'altro Miracolo a Sant'Anna war movie ambietato durante ils econdo conflitto mondiale che porta la firma illustre di Spike Lee. Lee, che ha fatto molto parlare di sé in queste settimane di promozione del film, ha raccontato la vicenda di una divisione di soldati americani di colore che si trovano intrappolati in un paesino toscano, dove uno di loro ha salvato la vita a un bimbo. Il film, che ha ricevuto un'accoglienza tiepida da parte della critica stelle e strisce, vede tra i suoi interpreti John Turturro, John Leguizamo e i nostri Pierfrancesco Favino e Valentina Cervi.

Altro titolo di un certo rilievo è quel Soffocare, firmato da Clark Gregg e tratto dall'omomino romanzi di Chuck Palahniuk, chè è stato molto apprezzatro già nello scorso mese di agosto al festival di Locarno. La storia, bizzarra come è tipico dell'opera di Palahniuk, è quella di un piccolo truffatore erotomane che paga le cure mediche dell'anziana madre ingannato csconosciuti che credono di avergli salvato la vista e sviluppano un enorme senso di protezione nei suoi confronti. Nei panni del protagonista c'è il bravo Sam Rockwell, e la suo fianco figurano due premi Oscar, Anjelica Huston e Joel Grey.

Ma l'uscita più massiccia (oltre 3.500 sale) è il thriller Eagle Eye, di quel

Michelle Monaghan in una sequenza di Eagle Eye
D.J. Caruso che ha ottenuto un insperato successo soltanto una nno fa con Disturbia, film che ha anche contribuito al lancio del giovane divo Shia LaBeouf. Con Shia torna a far lega Caruso in Eagle Eye; le prime donne, invece, sono Michelle Monaghan e Rosario Dawson. La storia è quella del misterioso incontro tra Jerry e Rachel, che si trovano accomunati dall'indecifrabile messaggio telefonico ricevuto da una donna che non conoscono. Costei, minacciando la loro vita e i loro familiari, li contringe a mettersi in una situazione via via sempre più pericolosa.

Seconda per portata per questo week end è quella di Nights in Rodanthe - Come un uragano, dramma sentimentale di George C. Wolfe

Richard Gere e Diane Lane sono i protagonisti del film drammatico Nights in Rodanthe, tratto da un romanzo di Nicholas Sparks
che vanta interpreti della caratura di Richard Gere e Diane Lane, qui protagonisti di un incontro decisivo che cambia due infelici esistenze. Il dottor Pual Flanner (Gere) arriva nella cittadina costiera di Rodanthe mentre incombe una spaventosa tempesta, e fa amicizia con Adrienne Willis, la donna a cui è stata affidata la locanda dove il medico soggiorna.

Un cast degno di nota è anche quello di The Lucky Ones di Neil Burger

Tim Robbins, Rachel McAdams e Michael Peña in una scena del film The Lucky Ones
(autore di The Illusionist), che vede Rachel McAdams, Tim Robbins e Michael Peña nei panni di tre militari di ritorno dall'Iraq, feriti e segnati ognuno a modo suo, condividono un lungo viaggio in automobile.
Un dramma è anche Fireproof di Alex Kendrick, che vede protagonista l'ex ragazzo prodigio Kirk Cameron che interpreta un vigile del fuoco che cerca di salvare il suo matrimonio attraverso un coraggioso esperimento.

Non manca un discreto contingente di uscite in limited, con Smother, dramedy di Vince Di Meglio con nel cast Liv Tyler e Diane Keaton, rispettivamente fidanzata e madre che "opprimono" il neo-disoccupato Dax Shepard, lo sports-movie Forever Strong, con Sean Faris nei panni di un talentuoso ma tribolato giocatore di rugby, e ancora l'interessante Humboldt County di Darren Grodsky e Danny Jacobs, storia di un didilluso studente di medicina che si trova costretto a trascorrere l'estate presso un'eccentrica famiglia di coltivatori di marijuana. Infine, da segnalare l'uscita, sempre limitata, di The Amazing Truth About Queen Raquela, la storia vera di un trans filippino che corona i suoi sogni a Parigi, dal regista islandese Olaf de Fleur Johannesson.

Spike Lee e Palahniuk nelle sale USA
Privacy Policy