Warcraft - L'inizio

2016, Azione

Robert Kazinsky: "World of Warcraft mi ha salvato la vita"

L'attore inglese ha raccontato come grazie al videogioco sia riuscito a superare un momento difficile della sua vita professionale e personale.

Patrizio Marino

Robert Kazinsky, che interpreta l'orco Orgrim Doomhammery nel film Warcraft - L'inizio, ispirato all'omonimo videogioco, è stato ospite in questi giorni del Conan O'Brien's show per presentare il film.

L'attore ha raccontato di come il gioco World of Warcraft lo abbia reso grasso, pigro e felice come non lo era mai stato. Kazinsky ha interpretato dal 2006 al 2009 Sean Slater, uno dei personaggi più odiati della soap britannica EastEnders. Sean era talmente odiato dal pubblico televisivo inglese che Robert non poteva uscire per strada senza che gli fossero indirizzati insulti o, nel peggiore dei casi, pietre, nei pub capitava spesso che qualcuno, dopo aver bevuto qualche bicchiere di troppo, gli si avvicinasse per prenderlo a pugni.

Leggi anche: Cinema e videogiochi, l'attrazione e imitazione è reciproca

Costantemente preso di mira e con la paura di mostrare il suo volto in pubblico l'attore si rintanò a casa e cominciò a giocare a World of Warcraft. "Giocavo anche diciotto ore al giorno" ha dichiarato l'attore "seduto a casa dei miei genitori, mangiando cinese e usando le lattine di coca cola come posacenere". "Grazie a World of Warcraft" ha continuato Kazinsky "sono entrato in contatto con persone che non avevano pregiudizi su di me, sono riuscito a relazionarmi di nuovo con il mondo esterno e a riguadagnare la fiducia in me stesso". L'attore ha poi concluso il suo intervento affermando "posso dire che in un certo senso World of Warcraft mi ha salvato la vita".

Warcraft - L'inizio arriverà nelle sale italiane il prossimo 2 giugno, Robert Kazinsky è attualmente impegnato come protagonista nella serie televisiva Second Chance.

Robert Kazinsky: "World of Warcraft mi ha salvato...
Cinema e videogiochi: l'attrazione (e imitazione) è reciproca
Warcraft – l'inizio, commento al trailer: Il lato umano degli orchi
Privacy Policy