Robert Englund testimonial del XXVII Fantafestival

L'attore, divenuto inossidabile icona horror grazie al Freddy Kruger della saga horror inaugurata da Wes Craven, torna a partecipare alla manifestazione romana.

Robert Englund, alias Freddy Kruger, il famoso personaggio della fortunata serie dei Nightmare - dal profondo della notte, classe '47 nato a Glendale in California, inizia giovanissimo - appena dodicenne - a calcare il palcoscenico del teatro della sua città. Dopo aver frequentato dei corsi di arte drammatica all'Università di Oakland, all'Ucla, e alla Michigan Academy of Dramatic Arts interpreta vari classici come Shakespeare, Pirandello e Pinter.
Wes Craven, un maestro del cinema di genere, crede nel suo talento e gli affida il ruolo di Freddy Kruger che diventa man mano una leggenda nel cinema fantastico. Englund, dopo i mitici personaggi interpretati da attori del calibro di Christopher Lee e Peter Cushing, rappresenta il più grosso fenomeno cinematografico del cinema fantastico degli ultimi venti anni.

Nell'immaginario collettivo Englund è adorato soprattutto come Freddy Krueger, il killer con la faccia ustionata e il guanto dalle lame affilate della serie Nightmare che lo ha reso una celebrità.
Il critico americano Leonard Maltin ha scritto di Englund: «La più luminosa e riconoscibile icona del filone dopo Boris Karloff» (attore per cui lo stesso Englund ha una vera e propria venerazione) consacrandolo nell'olimpo dei grandi interpreti del cinema horror.
Questo attore raffinato, sensibile, colto - Englund conosce a fondo il cinema classico italiano dei nostri grandi Maestri come Rossellini, De Sica, Fellini e Antonioni - sta preparando un nuovo film, da lui scritto e diretto, che si girerà totalmente in Italia, paese che ama profondamente e al quale si sente fortemente legato. Il suo ritorno al Fantafestival, al quale è legato da vincoli di amicizia, coincide dunque con il lancio del suo nuovo film. Welcome on board Mr. Englund!

Robert Englund testimonial del XXVII Fantafestival

Fonte: Comunicato Fantafestival

Privacy Policy