Oscar 2012, la nostra diretta della cerimonia di premiazione

Anche quest'anno Movieplayer.it seguirà in diretta la cerimonia di assegnazione degli Academy Awards, con streaming video, aggiornamenti costanti sull'evento, uno speciale dedicato, le immagini del red carpet e le dichiarazioni dei premiati.

Anche quest'anno, in occasione della 84esima Notte degli Oscar, rinnoviamo l'appuntamento con i nostri lettori per seguire insieme la cerimonia di assegnazione degli Academy Awards con aggiornamenti in tempo reale - anche sulla nostra pagina ufficiale di Facebook o Twitter - sui riconoscimenti assegnati, uno speciale dedicato all'evento, le foto dal red carpet, le dichiarazioni dei vincitori e altro ancora.
L'84esima edizione degli Academy Awards sarà condotta da Billy Crystal, che ha accettato di tornare sul palco del Kodak Theatre otto anni dopo l'ultima conduzione e per la nona volta. Prima che all'attore di Harry, ti presento Sally fosse affidata la conduzione dello show, l'Academy aveva scelto Eddie Murphy, che tuttavia aveva rinunciato in segno di solidarietà nei confronti di Brett Ratner, che avrebbe dovuto occuparsi della produzione fino a quando l'Adademy non ha deciso di estrometterlo dall'incarico a causa di recenti dichiarazioni volgari e omofobe.

Nel frattempo, in attesa della cerimonia degli Academy Awards, la redazione di Movieplayer.it ha provato ad esprimere le sue preferenze sulle nomination di quest'anno, nell'articolo pubblicato venerdì, che potete leggere a questo link.
Appuntamento a stanotte, dunque!
Ricordiamo che la diretta dal Kodak Theatre va in onda su SkyCinema 1 a partire dalle 22.55 mentre la cerimonia vera e propria inizierà intorno alle ore 02.30.

0:30 - Il red carpet
Prima della cerimonia, le star sfilano come di consueto sul red carpet: tra loro Shailene Woodley, in bianco, la splendida Jessica Chastain fasciata in un abito nero impreziosito da ricami in oro, e il divo George Clooney, accompagnato dalla sua ultima fiamma, la statuaria Stacy Keibler. Mentre Clooney si divide tra le interviste e gli autografi ai fan, la Chastain rivela con candore di essere arrivata al Kodak Theatre accompagnata da sua nonna, ma di averla persa di vista.
Tra le altre star che affollano il tappeto rosso, Melissa McCarthy, Busy Philipps, Viola Davis in verde e una splendida Michelle Williams fasciata in un abito rosso corallo. Altrettanto sensazionale il look di Rooney Mara, in abito lungo bianco, dal taglio classico ma interpretato in maniera attuale, anche grazie all'acconciatura. Incantevole anche Emma Stone in uno splendido abito rosso.
Tra tante dive, a qualcuno non è sfuggita la presenza di una suora sul red carpet, e il mistero viene svelato presto: si tratta di Dolores Hart, ex-attrice che recitò con Elvis Presley, e che poi decise di prendere i voti. Alla sua storia è dedicato uno dei documentari candidati agli Oscar - un corto documentario, per la precisione - che si intitola appunto God is the Bigger Elvis.

Sul red carpet di questa 84esima edizione c'è spazio anche per altre personalità, non solo cinematografiche: accanto ad una splendida (ed elegantissima) Penelope Cruz, in abito glicine dal taglio anni Cinquanta, Cameron Diaz e Gwyneth Paltrow sfilano anche Jennifer Lopez, quindi il Principe Alberto di Monaco e consorte, e il dittatore Sacha Baron Cohen, che è arrivato al Kodak Theatre reggendo un'urna con le ceneri - a suo dire - del "collega" Kim Jong-il. Ceneri che ha gettato addosso al presentatore Ryan Seacrest, che ha continuato a condurre il collegamento in maniera professionale, pur avendo il tuxedo irrimediabilmente impolverato.
Poco prima dell'inizio della cerimonia arrivano le ultime star: Angelina Jolie e Brad Pitt, la 'lady di ferro' Meryl Streep, Natalie Portman, Sandra Bullock e Tom Hanks.

2:30 la cerimonia prende il via!
Inizia finalmente la cerimonia, condotta da Billy Crystal. I primi premi annunciati saranno quelli per la miglior scenografia e fotografia. Un divertentissimo filmato che raccoglie le parodie dei film candidati agli Oscar - da The Artist a Paradiso Amaro - dà il via allo show.
Dopo il filmato il conduttore apre lo show con un breve e ironico numero musicale incentrato sui film candidati ai premi, con il quale scherza sul fatto che nel film di Scorsese, per una volta non si parli di mafia e criminalità, ma non risparmia anche una battuta pungente sull'attuale situazione economica. Ed è proprio a Hugo Cabret di Scorsese che vanno i primi due Oscar di questa serata, quello per la fotografia e quello per la scenografia agli italiani Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo!
Dopo qualche minuto, altre due statuette vengono assegnate ai costumi di The Artist e al make-up di The Iron Lady. Ad annunciare questi ultimi due riconoscimenti, Cameron Diaz e Jennifer Lopez, entrambe fasciate in uno scintillante abito bianco.

3:00 Asghar Farhadi e Octavia Spencer premiati per Una Separazione e The Help
Dopo un altro filmato che raccoglie le testimonianze di tanti vincitori del passato - tra cui Helen Mirren - che raccontano i loro primi ricordi legati al cinema, Sandra Bullock annuncia il vincitore della statuetta per il miglior film straniero, che prevedibilmente va al bellissimo Una separazione dell'iraniano Asghar Farhadi, già vincitore dell'Orso d'Oro a Berlino nel 2011, oltre che di numerosi riconoscimenti nell'attuale award season.
Qualche minuto dopo, una commossa Octavia Spencer ritira il premio quale miglior attrice non protagonista per The Help, annunciato da Christian Bale. Senza riuscire a tenere a freno l'emozione, l'attrice ha tenuto un breve discorso di ringraziamento applaudita dai co-protagonisti del film e dagli spettatori.

3:23 Millennium e Hugo Cabret premiati per montaggio e montaggio sonoro
Dopo un altro divertente filmato - che contribuisce a rendere questa cerimonia decisamente più scorrevole e piacevole, rispetto alle passate edizioni - Tina Fey e Bradley Cooper annunciano il premio per il miglior montaggio, che viene assegnato a Kirk Baxter e Angus Wall per Millennium - Uomini che odiano le donne. Per i due editor è il secondo anno consecutivo che vincono un Oscar per il loro lavoro, e sempre per un film di Fincher, visto che l'anno scorso avevano già vinto per The Social Network. Il premio per il miglior montaggio sonoro invece, va ad Hugo Cabret.

3:45 i premi per il miglior documentario e miglior film d'animazione
Prima di annunciare i premi per il miglior documentario e il miglior film d'animazione, viene data la parola a Dante Ferretti che si dice soddisfatto per il premio ricevuto, che considera un po' come un regalo, visto che oggi è il suo compleanno, e alle due star dei Muppet, Kermit e Miss Piggy, stanotte più glamour del solito, con una sontuosa acconciatura raccolta e un abito di lamè argento, ma poi tocca alla compagnia del Cirque du Soleil catturare l'attenzione del pubblico con una splendida coreografia che prende ispirazione da gioielli del cinema, tra cui Intrigo Internazionale di Hitchcock.
La Paltrow annuncia altri un altro premio affiancata da Robert Downey jr.. che finge di discutere animatamente con lei in un divertente siparietto. La statuetta per il miglior documentario va ad Undefeated, incentrato sul mondo del football americano, mentre la statuetta per il miglior film d'animazione - annunciata da Chris Rock - va a Rango.

3:51 Hugo Cabret vince anche per gli effetti speciali
Un piccolo e divertentissimo siparietto tra il conduttore e Melissa McCarthy anticipa l'annuncio della statuetta per i migliori effetti speciali che viene consegnata da Emma Stone e Ben Stiller, che strappano più di una risata con il loro spassoso intervento. L'Oscar viene assegnato ad Hugo Cabret, che a questo punto della serata è già a quota cinque statuette.

4:01 Christopher Plummer miglior attore non protagonista per Beginners
A Christopher Plummer va la statuetta per la sua interpretazione in Beginners, che gli viene consegnata da Melissa Leo. Plummer, che a 82 anni è il vincitore più anziano nella storia degli Academy Awards, inizia il discorso di ringraziamento rivolgendosi proprio alla statuetta che tiene tra le mani: "Hai solo due anni più di me, dove sei stato tutta la mia vita?" poi ammette scherzando che è da quando è nato che stava preparando il discorso che avrebbe fatto in questo momento.
Segue un nuovo siparietto del conduttore che afferma di avere la capacità di leggere nel pensiero dei presenti, e prende di mira Brad Pitt e i suoi improbabili impegni da genitore del giorno dopo, Viola Davis e il discorso che stava immaginando di poter fare a breve, e le visioni da regista di Scorsese, impegnato a vedere lo show a modo suo.

A questo punto viene annunciata la statuetta per la miglior colonna sonora che va a The Artist, mentre quella per la miglior canzone va I Muppet e viene consegnata a Bret McKenzie.

4:25 A Midnight in Paris e Paradiso Amaro i premi per le sceneggiature
Una splendida Angelina Jolie annuncia il premio per la miglior sceneggiatura non originale che va a Nat Faxon, Jim Rash e Alexander Payne per lo script di Paradiso amaro. L'Oscar per la miglior sceneggiatura originale invece va a Woody Allen per il surreale Midnight in Paris. Il regista di Manhattan tuttavia non è presente in sala, e quindi non ritira personalmente la statuetta.
Seguono altre testimonianze di attori che parlano del loro rapporto col cinema, e tra le più divertenti spicca quella di Sacha Baron Cohen, che afferma di voler portare sul grande schermo solo cose che gli piacciono "e per fortuna a me piacciono solo scemenze!"

4:38 I premi per i cortometraggi
Il cast femminile de Le amiche della sposa annuncia ulteriori premi, tra cui quelli per il miglior cortometraggio che va a The Shore, il miglior corto documentario che va a Saving Face e last but not least il miglior corto d'animazione che va The Fantastic Flying Books. Stavolta l'Italia rinuncia ad una statuetta, quella che sarebbe potuta andare ad Enrico Casarosa per La Luna.

4:50 a The Artist il premio per la miglior regia
A Michael Douglas viene affidato l'incarico di annunciare il premio per la miglior regia, che va a Michel Hazanavicius per il suo The Artist. Tocca poi a Meryl Streep presentare i tre Oscar alla carriera assegnati in questa edizione a sir Ben Kingsley e Dick Smith e il "premio umanitario" che invece va ad Oprah Winfrey.

5:21 a Jean Dujardin il premio per il miglior attore
Dopo il tradizionale momento celebrativo dedicato a tutte le personalità scomparse negli ultimi mesi - vengono ricordati dive come Elizabeth Taylor e Whitney Houston, ma anche cineasti come Ken Russell, oltre che agenti, costumisti, autori, registi e altri ancora, Natalie Portman annuncia il premio per il miglior attore che va a Jean Dujardin per The Artist. L'affascinante attore francese ha iniziato il suo discorso di ringraziamento dicendo "Amo il vostro Paese!" e si è congedato con parole entusiastiche.

5:29 a Meryl Streep l'Oscar per The Iron Lady, il miglior film è The Artist
Arriva il momento di assegnare il premio alla miglior attrice, e tra le performance in nomination - tutte valide - l'Academy sceglie quella di Meryl Streep nei panni di Margaret Tatcher nel biopic The Iron Lady. Nel ringraziare per il riconoscimento ottenuto, la Streep punta sull'autoironia e sembra quasi scusarsi di aver "soffiato" l'opportunità di vincere la statuetta alle altre colleghe, per l'ennesima volta. Qualche minuto dopo l'84esima edizione degli Academy Awards si chiude con la vittoria di The Artist al quale va la statuetta per il miglior film.

Il Red Carpet in streaming

Oscar 2012, la nostra diretta della cerimonia di...
Privacy Policy