Nella mente del serial killer

2004, Azione

In sala: le uscite del 26 agosto

Un week end alquanto vario: oltre all'atteso 'The Island', storie d'amore più o meno sofferte, commedie demenziali, film per tutta la famiglia, ed un pizzico di divertita trasgressione.

Un week end alquanto vario, questo che inizia il 26 agosto: i film in uscita questo fine settimana potrebbero accontentare un po' tutti, tra storie d'amore più o meno sofferte, commedie demenziali, un pizzico di thriller - che d'estate è d'obbligo - film per tutta la famiglia ed altro ancora.
La nostra vetrina sui film in uscita inizia con il film più atteso di questa settimana, The Island interpretato da Scarlett Johansson ed Ewan McGregor per la regia di Michael Bay; una pellicola dal tema decisamente attuale, ambientata durante la metà del ventunesimo secolo, che racconta la storia di Lincoln, che vive in un impianto ipertecnologico e sogna di essere scelto per visitare l'isola, l'ultimo angolo incontaminato del pianeta Terra, ma presto scoprirà che lui ed i suoi compagni non sono altro che cloni destinati a fornire organi ai rispettivi "originali".

Ancora atmosfere da thriller in Nella mente del serial killer di Renny Harlin, liberamente ispirato all'omonimo saggio di Wayne Kramer: il film racconta la storia di un gruppo di sette giovani agenti dell'FBI che devono superare un test finale che consentirà loro di essere scelti come profiler, ovvero coloro che tracciano i profili psicologici di pericolosi assassini. I sette agenti cercano di mettere in pratica, all'interno del loro gruppo, quanto appreso, ma inaspettatamente si scopre che tra di loro si nasconde un serial killer.
Dagli efferati omicidi commessi dai serial killer made in USA, si passa ai gialli più complessi e misteriosi di casa nostra: il protagonista di Concorso di colpa, il commissario Francesco De Bernardi - interpretato da Francesco Nuti di ritorno al cinema dopo un periodo particolarmente difficile - è un uomo disperato che non riesce a costruirsi un futuro e sembra essere incapace di amare. Un giorno però, durante un'indagine di routine, gli si apre una pista su un misterioso caso di omicidio, avvenuto venticinque anni prima e mai risolto.

Dopo esserci addentrati nei misteri del film di Claudio Fragasso, si vola in alto con l'amore: ed insieme a due Sballati d'amore come Ashton Kutcher ed Amanda Peet, si vola davvero: nel film di Nigel Cole, Ashton ed Amanda sono Oliver ed Emily, due ragazzi che si incontrano su un aereo che viaggia tra Los Angeles e New York: è colpo di fulmine, ma entrambi sono d'accordo sul fatto che tra loro non funzionerebbe. Durante i successivi sette anni, però, i due continueranno ad imbattersi l'uno nell'altra.
Ben trent'anni, invece ci sono voluti ai protagonisti de I tempi che cambiano: nel film di Gilbert Melki, infatti Gerard Depardieu e Catherine Deneuve si ritrovano a Tangeri dopo trent'anni dalla fine della loro storia d'amore. Nel frattempo lei si è sposata ed in Marocco si è rifatta una vita, lui invece non è mai riuscito a dimenticarla, ed adesso che l'ha rivista non vuole fare altro che riconquistarla.

Coloro che non ne potessero più di appassionate love story di celluloide, e cercassero solo del sano sesso - in particolare le signore - potrebbero rivolgersi a Deuce Bigalow: puttano in saldo. Seguito di Gigolò per caso, il film di Mike Bigelow racconta le strampalate avventure di un uomo che decide di sfruttare il suo successo con le donne in modo redditizio riciclandosi come gigolò. Per affinare le proprie tattiche di seduzione, però Deuce decide di frequentare un college inglese dove si insegna agli uomini l'arte di intrattenere il gentil sesso.
Di parere opposto è il protagonista di 20 centimetri di Ramon Salazar, ovvero un uomo la cui aspirazione principale è diventare la donna che ha sempre sognato di essere. Adolfo è un travestito che vive a Madrid, e che si sente donna, ma è imprigionata in un corpo da uomo, ed allora non vede l'ora di farsi operare e diventare Marieta. Nel frattempo, mentre mette da parte i soldi che serviranno per l'intervento, a Marieta - che è affetta da narcolessia - non resta che sognare: e nei suoi sogni è sempre una luminosissima diva del palcoscenico. Presentato al festival di Locarno di quest'anno, il film di Salazar è interpretato da Monica Cervera, vista di recente in Crimen Perfecto di Alex de la Iglesia.

Molto più familiare è il disneyano Herbie il supermaggiolino in uscita nelle nostre sale questo week end: il film di Angela Robinson - seguito del fortunato Un maggiolino tutto matto - racconta la storia della giovane Maggie Peyton che è diventata la nuova proprietaria di Numero 53, un maggiolino Wolkswagen con una personalità propria, con il quale decide di partecipare al NASCAR. Il film è interpretato da Lindsay Lohan, Michael Keaton e Matt Dillon.
Ci si augura che la Lohan riesca a destreggiarsi meglio, al volante, rispetto alla sua collega Kim Basinger: in Se ti investo mi sposi, l'attrice di Nove settimane e mezzo è Harmony, una venditrice di cosmetici che travolge con la sua auto un gruppo di sosia di Elvis Presley, e presa dal panico scappa verso Las Vegas facendosi inseguire dall'FBI. Nel corso di questa fuga disperata, incontra un manager depresso. Harmony scoprira' che e' l'uomo dei suoi sogni. Nel cast del film, diretto da Joel Zwick, oltre alla Basinger anche Tom Hanks e Sean Astin.

La nostra consueta galleria dei film in uscita nelle sale italiane si conclude sulle splendide spiaggie delle coste Polinesiane, dove è ambientato il film di Stacy Peralta Riding Giants. Dopo aver parlato dello skating in Dogtown and Z-Boys e in Lords of Dogtown, racconta lo sport che ha dato origine allo skating, ovvero il surf. Nel suo documentario Peralta racconta la storia del surf, dai suoi inizi sulle coste Polinesiane, fino alla sua riscoperta americana all'inizio del ventesimo secolo e alla febbre delle onde che ha invaso il sud della California negli anni Quaranta e si è protratta fino ad oggi. Attraverso le parole e i ricordi dei primi pionieri come Greg Noll, soprannominato "The Bull" e di quanti altri hanno fatto della tavola da surf la loro religione, in Riding Giants si esplorano i confini di quello che non è solo uno sport, ma anche un maniera di vivere e di apprezzare il mondo, sempre alla ricerca dell'onda più alta e dell'emozione più forte.

In sala: le uscite del 26 agosto
Privacy Policy