Echoes of the Rainbow

2010, Commedia

Hong Kong Film Panorama a Firenze dal 23 al 25 aprile

Il festival con il meglio della cinematografia hongkonghese, che si terrà nel capoluogo toscano, è giunto alla terza edizione italiana e si arricchisce dei video sulla danza contemporanea.

Dal 23 al 25 aprile, si svolgerà a Firenze la terza edizione del festival Hong Kong Film Panorama, organizzato grazie alla collaborazione tra Fondazione Sistema Toscana - Odeon Firenze e l'Hong Kong Economic and Trade Office di Bruxelles, che porta nella nostra città il meglio della cinematografia hongkonghese contemporanea. Ad essere rappresentata sul grande schermo dell'Odeon sarà l'eterogeneità della produzione made in HK del 2010, con 6 film provenienti dall'Hong Kong International Film Festival. In particolare il focus dell'edizione di quest'anno sarà il cinema New Wave hongkonghese, rappresentato tra gli altri dalla regista Ann Hui della quale sarà presentato, in collaborazione con il Florence Queer Festival, il film All About Love. Ad aprire la rassegna sarà Echoes of the Rainbow di Alex Law, film vincitore del Cristal Bear Award a Berlino e degli Hong Kong Film Awards 2010. La tappa fiorentina dell'Hong Kong Film Panorama conclude il tour del festival, che ha toccato alcune delle principali città europee: Barcellona, Madrid, Lisbona, Amsterdam, Bruxelles e Anversa.

L'edizione 2012 dell'Hong Kong Film Panorama si arricchisce della collaborazione con il Jumping Frames - 15 Years of Hong Kong's Dance Video, una rassegna di video di danza contemporanea, realizzata in occasione del 15° anniversario della riunificazione di Hong Kong alla Cina, avvenuta nel 1997, data a partire dalla quale il territorio è diventato una Regione amministrativa speciale del paese. La retrospettiva di video-danza, Jumping Frames - 15 years of Hong Kong's Dance Video propone una selezione di opere che hanno ottenuto riconoscimenti al Jumping Frames International Dance Video Festival di Hong Kong. Nei video proposti i registi Ellen Pau, Mark Chan, Winnie Fu, Nose Chan, Christopher Lau, Alan Wong, Maurice Lai e altri, valorizzano e utilizzano la danza in un processo di "contaminazione" tra le arti, per farla divenire opera video. Il risultato è una perfetta armonia fra il linguaggio visivo, le coreografie e il lavoro di danzatori famosi, come quelli della City Contemporary Dance Company (CCDC). Fra i titoli in programmazione all'Odeon: Dance Wherever You Go di Maurice Lai, con Lai Tak Wai, presentato dallo stesso regista, e There Is A Place di Katrina McPherson, interpretato da Sang Jijia, un danzatore e coreografo tibetano che vive in Cina, e che ha viaggiato fino alle Highlands scozzesi per realizzare il video di sette minuti, con gli artisti Katrina McPherson e Simon Fildes. La combinazione di movimenti ricercati e paesaggi mozzafiato viene catturata con straordinarie tecniche di ripresa e montaggio. There Is A Place è stato commissionato dal Jumping Frames 2010 e ha vinto nel 2011 il Jury Prize come Best Screendance Short al San Francisco Dance Film Festival, oltre ad essere menzionato alla 18° edizione de Il Coreografo Elettronico a Napoli nel 2011. Il 24 aprile, in collaborazione con ADAC, si terrà l'incontro seminario del regista Maurice Lai. Per programma e informazioni

Hong Kong Film Panorama a Firenze dal 23 al 25...

Fonte: Comunicato stampa

Privacy Policy