Sophie's Revenge

2009, Commedia

Far East Film 2010: ecco il programma

Tanti i titoli presenti nella selezione, dal thriller Dream Home all'action adrenalinico The Message, dalla grande storia cinese di The Founding Of A Republic alle arti marziali di Bodyguards & Assassins. Trai titoli anche il sentimentale Sophie's Revenge, prodotto dalla diva Zhang Ziyi.

Dopo l'anticipazione che riguarda Johnny To, in arrivo a Udine il 22 aprile per accompagnare l'uscita italiana del thriller Vendicami e presiedere alla pre-apertura della kermesse, il Far East Film sfodera la sua lineup, un programma ricchissimo ed estremamente vario che riunisce nove diverse cinematografie. La selezione della manifestazione, giunta ormai al dodicesimo anno di vita, mostrerà complessivamente 72 film, la maggior parte in anteprima assoluta per il mondo occidentale. Il programma, dunque, riflette le novità, le tendenze e i traguardi raggiunti, ma anche la ricchezza stilistica e di contenuti di un cinema che rilegge e reinventa i generi contando su un'incontaminata libertà artistica e produttiva. Ad aprire la serata d'inaugurazione del festival, il 23 aprile, sarà il film tutto al femminile Sophie's Revenge, diretto dalla giovane regista cinese Eva Jin e interpretato e prodotto dalla super-diva Zhang Ziyi, divertente partitura sentimentale su due bellissime giovani donne rivali in amore. Ad esso seguirà l'anteprima mondiale dell'hongkonghese Dream Home di Pang Ho-cheung, slasher sanguinoso e violento che racconta la forsennata corsa a ostacoli di una giovane donna capace di tutto pur di ottenere la casa dei suoi sogni.

Tornano a Udine le grandi retrospettive. La prima é dedicata a una delle più famose case di produzione giapponese, la Shintoho, fondata nel 1947 e fallita nel 1961. Specializzata in film noir e thriller cruciali per il cinema popolare nipponico, la Shintoho in 14 anni ha prodotto più di 500 film, iniziando con Mizoguchi, Kurosawa, Ozu e sfornando ottimi musical e melò. L'attività dello studio sarà rivissuta a Udine attraverso 15 opere prodotte a cavallo tra gli anni Cinquanta e Sessanta, la maggior parte delle quali invisibili in Occidente. La seconda retrospettiva, organizzata in collaborazione con l'Hong Kong Film Archive, sarà dedicata a Patrick Lung Kong, figura chiave e autore di riferimento diventato in breve tempo imprescindibile per registi e attori della nuova generazione.

Una scena del film Echoes of the Rainbow
Accanto alle due retrospettive, nella sezione in concorso, la parte del leone toccherà ai film della Repubblica Popolare Cinese. Il festival riserverà un occhio particolare ai quei kolossal storici di propaganda che hanno conquistato milioni di spettatori. Saranno presentati, infatti, The Message di Chen Kuofu e Gao Qunshu, thriller ambientato durante la guerra anti-giapponese, e The Founding Of A Republic. Quest'ultimo, un film unico nel panorama del cinema cinese, è stato prodotto per celebrare il sessantesimo anniversario della fondazione della Repubblica e può essere letto come una sorta di compendio di un periodo cruciale nella storia della Cina contemporanea (dal 1945 al 1949). Arrivano, invece, da Hong Kong Echoes Of The Rainbow, nostalgico melodramma ambientato nella Hong Kong povera degli anni '60, e La Comédie Humaine, deliziosa black comedy parodistica infarcita di riferimenti, giochi di parole, indovinelli legati ai successi presenti e passati del cinema hongkonghese e cinese contemporaneo. Il Giappone è rappresentato da Boys On The Run di Miura Daisuke, grottesca storia di un uomo innamorato della collega sbagliata, e l'hitchcockiano Zero Focus di Inudo Isshin che per atmosfere, ambientazione, soluzioni narrative e scelte musicali omaggia apertamente il genio della suspence. Dalla Corea giungono, invece, il catastrofico Haeundae, di Youn Je-gyun (già ospite del FEFF 2003 con Sex Is Zero), il fantasy WOOCHI, action su un supereroe di arti marziali che prende le mosse 500 anni fa per poi approdare alla Seoul dei giorni nostri, e lo splendido The Actresses di E. J-yong.

Non resteranno delusi gli amanti dell'action e delle arti marziali che si godranno la visione del campione d'incassi Bodyguards & Assassins, thriller ambientato nella Hong Kong dei primi anni del Novecento che racconta la storia di un attentato fallito a Sun Yat-sen - politico cinese considerato il fondatore della Cina moderna - e di come un gruppo di simpatizzanti - tra cui anche l'uomo più alto della Cina - cercherà di proteggerlo dai sicari. Prodotto da Peter Chan e diretto da Teddy Chan, il film vede nel cast il popolare Donnie Yen. Nella sezione in competition anche il thriller tutto hongkonghese Fire Of Conscience di Dante Lam (interpretato da un bravissimo Leon Lai), il cinese The City of Life and Death di Lu Chuan che, con un intenso bianco e nero, racconta il massacro di Nanchino e dalla Thailandia, l'horror Phobia 2 e il road movie Dear Galileo che si svolge in parte a Parigi, Londra e Venezia sulle tracce di due adolescenti che troveranno il significato delle loro esistenze nelle leggi scientifiche di Galileo. Dall'Indonesia il seguito ideale di Rainbow Troops di Riri Riza intitolato The Dreamer e lo strabiliante The Last Wolf di Upi, storia di strada metropolitana, sporca e cattiva.

Di seguito, l'elenco dei film che fanno parte del cartellone della kermesse, diviso per sezioni.

Cina
City Of Life And Death, di Lu Chuan
Invisible Killer, di Wang Jing
One Night In Supermarket, di Yang Qing
Sophie's Revenge, di Eva Jin
The Founding Of A Republic, di Han Sanping e Huang Jianxin
The Message, di Chen Kuofu e Gao Qunshu
Quick Quick Slow, di Ye Kai
Wheat, di He Ping

Hong Kong
Bodyguards And Assassins, di Teddy Chen
Dream Home, di Pang Ho-cheung
Echoes Of The Rainbow, di Alex Law
Fire Of Conscience, di Dante Lam, Gallants, Derek Kwok e Clement Cheng
Hot Summer Days,di Tony Chan e Wing Shya
Ip Man 2, di Wilson Yip
La Comédie Humaine, di Chan Hing-kai e Janet Chun
Little Big Soldier, di Ding Sheng
Seven 2 One, di Danny Pang

Corea del Sud
Bandhobi, di Shin Dong-il
Castaway On The Moon, di Lee Hey-jun
The Fair Love, di Shin Yeon-shick
Haeundae, di Youn Je-gyun
Possessed, di Lee Yong-ju
Running Turtle, di Lee Yeon-woo
Secret Reunion, di Jang Hun
The Actresses, di E. J-yong
WOOCHI, di Choi Dong-hoon

Japan
The Accidental Kidnapper, di Sakaki Hideo
Bandage, di Kobayashi Takeshi
The Bugs Detective, di Sato Sakichi
Boys On The Run, di Miura Daisuke
Golden Slumber, di Nakamura Yoshihiro
Housewife's Afternoon Delight, di Nakahara Shun
Oh, My Buddha!, di Taguchi Tomorowo
Wig, di Tsukamoto Renpei
Zero Focus, di Inudo Isshin

Filippine
Kimmy Dora, di Joyce Bernal
The Arrival, di Erik Matti

Tailandia
Dear Galileo, di Nithiwat Tharatorn
October Sonata, di Somkiat Withuranij
Phobia 2, di Songyos Sugmakanan, Parkpoom Wongpoom, Paween Purijitpanya, Banjong Pisanthanakun, Visute Poolvorlakaks
Slice, di Kongkiat Khomsiri
Who Are You?, di Pakphum Wongjinda

Indonesia
The Dreamer, di Riri Riza
The Last Wolf, di Upi
Identity, di Aria Kusumadewa

Taiwan
Monga, di Doze Niu
Hear Me, di Cheng Fen-fen

Vietnam
Clash di Le Thanh Son
The Legend Is Alive, di Luu Huynh

Nudes! Guns! Ghosts! The sensational films of Shintoho
Black Line, di Ishii Teruo, Giappone 1960
Death Row Woman, di Nakagawa Nobuo, Giappone 1960
Female Slave Ship, di Onoda Yoshiki, Giappone 1960
Flesh Pier, di Ishii Teruo, Giappone 1958
Ghost Cat of Otama Pond, di Ishikawa Yoshiro, Giappone 1960
Ghost of Yotsuya, di Nakagawa Nobuo, Giappone 1959
Yellow Line, di Ishii Teruo, Giappone 1960
The Bloody Sword of the 99th Virgin, di Magatani Morihei, Giappone 1959
Cave Queens, di Onoda Yoshiki, Giappone 1960
Girls Divers of Spook Mansion, di Magatani Morihei, Giappone 1959
The Horizon Glitters, di Doi Michiyoshi, Giappone 1961
Queen Bee and College Boy Ryu, di Ishii Teruo, Giappone 1960
Revenge of the Pearl Queen, di Shimura Toshio, Giappone 1956
Vampire Bride, di Namiki Kyotaro, Giappone 1960
Women of Whirlpool Island, di Ishii Teruo, Giappone 1960

The Reformer: Patrick Lung Kong e il suo cinema
Hiroshima 28, Hong Kong 1974
Prince of Broadcasters, Hong Kong 1966
Story of a Discharged Prisoners, Hong Kong 1967
Teddy Girls, Hong Kong 1969
The Call Girls, Hong Kong 1973
The Window, Hong Kong 1968
Yesterday Today Tomorrow, Hong Kong 1970

Far East Film 2010: ecco il programma
Privacy Policy