Guardiani della Galassia Vol. 2

2017, Azione

Guardiani della Galassia 2: James Gunn ringrazia i fan e svela "intenzioni suicide" del passato

Il regista della fortunata saga Marvel ha condiviso sul suo account Facebook un emozionante messaggio in cui ringrazia i suoi fan e parla di un difficile momento della sua vita

Guardiani della Galassia Vol. 2 è in vetta al box office americano di questa settimana. Per celebrare l'enorme successo della pellicola, James Gunn ha personalmente ringraziato tutti i suoi fan con una lunga lettera condivisa tramite il suo account facebook, dove ha affrontato temi molto importanti e sentiti.

Guardiani della galassia Vol.2:

"Ho passato gli ultimi due anni e mezzo a fare un film - probabilmente il 95% della mia vita non dormiente di quel periodo - e a volte sembra si riduca tutto a queste ultime settimane di distribuzione in sala. Lasciatemelo dire, è una cosa lacerante. Il film sta andando incredibilmente bene in tutto il mondo, incassa quasi il 50% in più del primo capitolo in quasi tutti i paesi, e mi sta sorprendendo in quei paesi dove il primo non era stato un successo (ciao Corea del Sud!). Sono straordinariamente orgoglioso di come sta andando bene nei paesi che ho visitato e dove ho conosciuto tante persone negli anni passati - Thailandia, Brasile, Colombia, Russia, Inghilterra. Mi avete accolto tutti e parlare con voi mi ha reso una persona migliore. Quindi, ora che il film esce in giro, mentirei se dicessi che non faccio caso ai numeri. Anzi, la prima cosa che faccio la mattina è rotolarmi nel letto e guardare i dati dei box-office. Ma alla fine non è quello che conta. Scrivo queste parole proprio per dirlo sia a voi, sia a me. Sono umano e a volte rischio di dimenticarlo. Da giovane mi sentivo fottutamente solo, a volte avevo pensieri suicidi. Mi sono sempre sentito fuori dal mondo, facevo molta fatica a entrare in contatto con le altre persone e, nonostante fossi circondato da tanto amore, mi era veramente impossibile viverlo e sentirlo.

Guardiani della Galassia Vol. 2: Baby Groot nel film

L'intrattenimento popolare era un ottimo modo per avere una pausa da tutto ciò - i fumetti Marvel, la fantascienza, i film horror, la musica di Sex Pistols, Replacements e Queen. Mi facevano guardare oltre il quartiere di periferia dove stavo, verso un mondo più magico, più vicino a ciò che avevo in testa. A volte queste cose erano semplici fantasie di fuga che mi allontanavano dalle mie difficoltà interiori. Ma altre volte, attraverso Alice Cooper o Freddie Mercury, o i film di Cronenberg, o anche nel verso di Chewbacca, mi trovavo a vivere qualcosa di più profondo: il fatto di non essere completametne solo. Qualcuno là fuori era un pazzo folle come me. Questa mattina, mentre su internet si parla degli incassi e di cosa sia xxxx, vorrei ricordare che non ha senso. L'unica cosa che tutti questi soldi significano per me è la possibilità di pagarmi il mutuo, far mangiare il mio cane e il mio gatto e che posso fare altri film. Non ho lavorato questi due anni solo per dei numeri. Lavoro perché amo raccontare storie. Lavoro perché mi piacciono i rapporti che ho con i miei collaboratori. Lo faccio perché mi piace relazionarmi con gli altri, e il modo più facile in cui riesco a farlo è attraverso i film. Lo faccio perché un bambino in Thailandia, in Inghilterra, in Colombia, in Brasile, in Giappone, in Russia o ovunque, possa sentire il suo cuore risuonare con quello dei Guardiani. Sono un mucchio di disadattati dal cuore infranto le cui vite sono state svuotate di affetto e contatto umano, non sono mai riusciti a fidarsi di loro e degli altri. Ma, un po' alla volta, stanno provando a farlo. Sono proprio come me. E come voi. Siamo tutti Groot. Non importa quanti leader al mondo vi dicano che non siamo un popolo unito: lo siamo. Nessuno è solo. Grazie a tutti i miei amici su Facebook, mi avete sostenuto per questi due anni e mezzo. Grazie per tutti i messaggi che mi hanno fatto capire di aver fatto qualcosa di buono, grazie ai battiti del vostro cuore. Vi voglio bene, continuerò a essere qui per i prossimi tre anni mentre faremo il Volume 3.

James

P.S. Continuerò a bloccare i messaggi con gli spoiler, però."

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Guardiani della Galassia 2: James Gunn ringrazia...
Se i Guardiani della Galassia fosse un film DC: ecco il trailer fan made!
Guardiani della Galassia 2: Chris Pratt e lo scherzo telefonico al negozio di animali (VIDEO)
Privacy Policy