Educazione Affettiva

2013, Documentario

Educazione affettiva: al via il tour nei cinema

In tour il documentario che riflette sul ruolo degli affetti e la creatività a scuola. Roadshow con gli autori dal 30 marzo.

Lunedì 30 marzo al via il tour del documentario che ha fatto emozionare in un mese oltre 3000 spettatori in Toscana diventando un piccolo caso cinematografico. Educazione Affettiva di Federico Bondi e Clemente Bicocchi avrà una circuitazione a livello nazionale che toccherà le città di: Roma, Genova, Milano, Napoli, Venezia, Rimini e altre in via di definizione.

Proposto in contemporanea anche per le scuole, il film documentario - prodotto da Ardaco e distribuito in collaborazione con Lo Scrittoio - sollecita una riflessione sulla rilevanza degli affetti e la creatività nel processo scolastico e dà voce ai protagonisti veri della Scuola (maestri e bambini) proprio nei giorni in cui il tema scuola è sotto i riflettori. Bondi (dopo Mar Nero, 2008) e Bicocchi mettono la macchina da presa all'altezza dei bambini e raccontano allo spettatore in maniera intima e naturale gli ultimi giorni di lezione di una quinta elementare della Scuola Pestalozzi di Firenze.

Educazione affettiva è la storia di una crescita, del lento e naturale distacco di un gruppo di bambini dalla scuola primaria fatto di rituali, ansie e paure. Le emozioni e il passaggio alla tanto temuta adolescenza si manifestano maggiormente in alcuni momenti della gita scolastica dei ragazzi assieme ai maestri Matteo Bianchini e Paolo Scopetani, esperienza che si fa metafora dell'ingresso nell'età adulta e ci mostra parte di un mondo spesso inaccessibile e segreto per gli adulti.

L'opinione pubblica si confronta spesso sulla formazione, senza però focalizzare l'importanza di vivere la scuola come percorso umano e di crescita. Affinché ciò avvenga è rilevante il ruolo della la creatività nelle sue diverse forme d'espressione quali la fantasia, l'arte, la musica e il cinema. Lontano da giudizi o riflessioni mature, il film riporta l'attenzione sul tema della scuola dando la parola a chi la anima e la vive quotidianamente: da un lato i bambini - attori principali di questo microcosmo - dall'altro i maestri, figure di riferimento fondamentali nel loro cammino di crescita.

La scuola è il luogo dove si forniscono al bambino gli strumenti per affrontare il futuro e si trasmettono i valori universali alle nuove generazioni. Ecco allora che le ore di lezione dedicate all'educazione allo sviluppo affettivo ed emotivo che vengono filmate nel documentario diventano esempio tangibile di come incentivando la trasmissione di tali valori si favorisca la libertà d'espressione e la democrazia.

Scritto dai registi assieme ai maestri, il documentario ha la colonna sonora originale di Marco e Saverio Lanza (PASTIS), realizzata come musica concreta rielaborando voci e suoni dal film. Un senso di Vasco Rossi e Infanzia e maturità del Maestro Morricone (tratto da Nuovo cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore)
arricchiscono la soundtrack.

Educazione affettiva: al via il tour nei cinema

Fonte: Comunicato stampa

Privacy Policy