Capalbio Cinema 2012: Dario Argento presenta i suoi corti

Tra gli ospiti il maestro del brivido Dario Argento, che presenterà i suoi nuovi corti horror, e un autore internazionale il cui nome resta, per ora, una sorpresa.

Al via la XIX edizione di Capalbio Cinema che si terrà dal 28 al 31 dicembre 2012 nella incantevole cornice della maremma Toscana di Capalbio. Quest'anno, nell'inedito e promettente scorcio di fine anno, il Festival sarà tutto dedicato alla Caccia alle Isole del Tesoro nascoste tra le Mappe del nuovo cinema. Tommaso Mottola, il direttore artistico, ha invitato una vera e propria ciurma di pirati, tra i quali spicca Enrico Ghezzi, per condurci in questa avventurosa esplorazione ed entrare nel nuovo anno con un ricchissimo bottino di idee. Occhi puntati allora sulle Mappe, cioè sui corti che a Capalbio ridisegnano il pianeta e sulle nuove tendenze del cinema che arriva da tutto il mondo e in particolare dal Far East. E pronti all'arrembaggio con Dario Argento, uno dei grandi maestri del cinema italiano che porterà al Festival i suoi mini horror. Il 29 Dicembre incontrerà il pubblico e un altro Grande Pirata a sorpresa.

Come un mozzo alla sua prima traversata tempestosa, nel suo XIX compleanno Capalbio Cinema affronta le intemperie dei tagli al MiBAC, ma non rinuncia alla sua ambiziosa proposta fatta di grandi corti da tutto il mondo e di idee visionarie e condivise. Il Festival, fondato nel 1994 da Stella Leonetti, padrino Michelangelo Antonioni, resiste come uno dei momenti di punta del panorama italiano dei corti, e si conferma una vetrina di approfondimento che sa chiamare a raccolta il grande cinema, i grandi artisti e i maestri del pensiero intorno alla domanda per cosa vale la pena fare cinema. L'idea lanciata l'anno scorso da Capalbio che i corti siano in realtà aggiornatissime Mappe Nautiche per navigare in un mondo in sconvolgente mutamento, sta contagiando la comunità del cinema. Per il secondo anno il Bando World of Maps ha avuto un'adesione entusiasta e ha raccolto le sue Mappe da tutto il mondo.

Più di 800 corti sono giunti al Festival e sono stati selezionati da esperti delle varie aree del globo. Sei selezionatori italiani ed internazionali hanno visionato i film pervenuti al concorso. I migliori Festival del Far East, Busan IFF in testa, Vladivostok IFF, e Asiana di Seul, hanno contribuito alla raccolta. Tra i tanti giurati: l'attrice rivelazione Anita Kravos, l'affascinante designer londinese Allegra Hicks, l'agguerrita produttrice italo americana Eileen Tasca, e il grande maestro - montatore Roberto Perpignani. Dopo il successo del Focus sul cinema del nord Africa e del Medio Oriente del 2011 (#arab#film#revolution), quest'anno l'attenzione si sposta verso l'Estremo Oriente. Arrivano a Capalbio lavori provenienti dal Giappone, da Singapore, dalla Corea, dal Vietman, dall'Indonesia e dalla Cina con le nuove tendenze, le speranze e i timori dei cineasti di quell'area del mondo. Per la prima volta in Italia ci sarà una enorme messe di cortometraggi provenienti dall'estremo oriente.

I film iscritti al bando di concorso speciale West#meet#East - visioni della crisi - racconteranno i cambiamenti che la crisi economica globale determina sulla nostra società e le riflessioni inedite che arrivano dall'Asia. In quest'ottica l'alleanza con i festival AsiaticaFilmMediale, diretto da Italo Spinelli, con Asiana il miglior festival di corti del Far East, e con Florence Corea Film Festival che da anni promuove il cinema Coreano in Italia, diretto da Riccardo Gelli. Fra le opere più significative che vedremo, il film evento Beautiful 2012 in cui quattro tra i più celebri registi asiatici, Kim Tae-yong[PEOPLE], [PEOPLE]Tsai Ming-Liang, Gu Changwei e Ann Hui - partiti da una riflessione sulla definizione di "bello" - ci raccontano il cambiamento e la crisi che dall'oriente arriva fino a noi. Tre dei quattro corti sono un'assoluta anteprima. Tutti sono accurate mappe del nostro futuro e dei cambiamenti a cui siamo chiamati a porre attenzione. La società cambia e il cinema breve ne registra appunto i mutamenti.

Special Guest di Capalbio sarà quest'anno il maestro del brivido Dario Argento con la proiezione di alcuni suoi cortometraggi celebri. La sezione porterà al festival i suoi celebri minihorror Gli incubi di Dario, ovvero i nove minihorror da lui scritti e che nel 1987 furono mandati in onda dalla RAI durante la trasmissione Giallo condotta da Enzo Tortora e accolti con entusiasmo dal pubblico di allora. Si tratta di corti di due o tre minuti che raccontavano incubi terrorizzanti. Tra questi il "famigerato" Nostalgia punk il cui finale attirò le ire dell'allora direttivo RAI procurando al regista e alla trasmissione un richiamo. Li accompagnerà Dario Argento che prenderà parte il 29 dicembre all'Incontro con il pubblico "Dario Argento all'arrembaggio" curato da Enrico Ghezzi e Bruno Roberto. Il nome del più famoso pirata del ventunesimo secolo, il Capitano Sparrow immortalato da Johnny Depp, nasconde il nome del secondo grande Maestro internazionale che visiterà il Festival di Capalbio! Il nome del grande cineasta sarà rivelato a pochi giorni dall'inizio del festival. L'omaggio avrà il suo cuore nell'evento "Ghezzi incontra il Capitano Sparrow".

Capalbio Cinema 2012: Dario Argento presenta i...

Fonte: Comunicato stampa

Privacy Policy