Benigni, Sorrentino, Tornatore e Bertolucci incontrano Matteo Renzi

I quattro premi Oscar hanno incontrato il Primo Ministro a Palazzo Chigi in vista del nuovo decreto a sostegno del Cinema italiano.

Patrizio Marino

Quattro premi Oscar per una legge. Oggi a Montecitorio i quattro registi premi Oscar del cinema italiano, ovvero Bernardo Bertolucci, Giuseppe Tornatore, Roberto Benigni e Paolo Sorrentino, si sono incontrati con il Primo Ministro Matteo Renzi ed il ministro della Cultura Dario Franceschini. L'incontro nasce dalla volontà del governo di confrontarsi con i quattro maestri della regia ed altri esponenti della cultura cinematografica italiana alla vigilia di un decreto ministeriale che dovrebbe varare nuove misure di sostegno per il settore cinematografico, nonché nuovi incentivi fiscali per favorire gli investimenti.

Scherzando con i giornalisti presenti Roberto Benigni ha spiegato la sua presenza a Palazzo Chigi dicendo "sono qui a votare quella legge lì, la legge sui tombini" poi rivolgendosi ad un giornalista ha detto "lei che ci fa qui? Io sono qui tutti i giorni e non la vedo mai". Filippo Sensi, portavoce di Renzi, ha annunciato la visita pubblicando la foto dei quattro registi con il primo ministro e la frase "And the Oscar goes to".

Alla fine dell'incontro, Benigni ha detto ai giornalisti "Renzi ci ha accolti nudo come le statue" - e poi, sempre sul pezzo, ha annunciato che appena sarà possibile, lui, Sorrentino e Tornatore faranno un'unione civile e andranno a vivere insieme.

Benigni, Sorrentino, Tornatore e Bertolucci...
Paolo Sorrentino: 10 elementi distintivi del suo cinema
Morricone dirige lo score de La Corrispondenza: backstage in esclusiva
Privacy Policy