Ben Affleck si scusa per aver voluto "cancellare" un suo antenato

L'attore ha voluto pubblicare un post su Facebook in cui spiega di aver sbagliato a chiedere che la trasmissione Finding Your Roots nascondesse l'esistenza di un elemento del passato della sua famiglia poco piacevole.

Ben Affleck ha voluto chiedere scusa pubblicamente per aver chiesto allo show Finding Your Roots, in onda negli Stati Uniti sulla PBS, di nascondere l'esistenza di un suo antenato schiavista.
L'attore ha scritto sulla sua pagina Facebook: "Non volevo che uno show televisivo sulla mia famiglia comprendesse un uomo che possedeva degli schiavi. Ero imbarazzato. Il semplice pensiero mi suscitava disgusto".

Ben ha poi proseguito ricordando che il programma coinvolge degli ospiti che volontariamente rivelano delle informazioni sulle proprie famiglie, aspetto che li rende vulnerabili ed è per questo motivo che i produttori sono disposti a rispettare la voglia di partecipare delle star e il loro eventuale desiderio di non includere dettagli spiacevoli. Affleck ha concluso: "Mi pento della mia scelta iniziale di escludere dalla storia la questione della schiavitù. Anche se non mi piace avere questa persona come antenato, sono felice che quell'aspetto della nostra storia sia al centro di dibattiti e discussioni".

Leggi anche: Sonyleaks: Benedict Cumberbatch interpreterà David Bowie?

La richiesta dell'interprete di Batman nel film Batman v Superman: Dawn of Justice è emersa dopo la pubblicazione di WikiLeaks delle e-mail piratate della Sony, tra cui c'era una corrispondenza tra Henry Louis Gates, conduttore di Finding Your Roots, e il capo della casa di produzione Michael Lynton, che consigliava di accettare la volontà dell'attore. La PBS ha tuttavia dato il via a un'inchiesta interna per capire se tutti gli standard editoriali previsti siano stati rispettati.

Ben Affleck si scusa per aver voluto "cancellare"...
Daredevil: 10 motivi per cui la serie Netflix batte il film con Ben Affleck
Batman v Superman: il primo trailer spiegato
Privacy Policy