The Hole in 3D

2009, Thriller

Al via il Future Film Festival 2010

Future Film Festival 2010: dal 26 al 31 gennaio il meglio del cinema contemporaneo a Bologna. Inaugura la kermesse l'anteprima di The Hole 3D di Joe Dante.

Si è tenuta oggi presso Sala Savonuzzi del Comune di Bologna la conferenza stampa di presentazione della dodicesima edizione di Future Film Festival che si svolgerà a Bologna da domani martedì 26 gennaio a domenica 31 gennaio. I direttori del Future Film Festival Giulietta Fara e Oscar Cosulich hanno presentato la fittissima programmazione ricca di anteprime, incontri con le case di produzioni di effetti speciali più prestigiose al mondo, numerosi eventi speciali e attesi ospiti internazionali. Alla conferenza, oltre ai direttori del FFF, sono intervenuti Paola Pasotto, Capo del Dipartimento Sistema Bologna del Comune di Bologna, Maura Pozzati, Assessore alla Cultura della Provincia di Bologna, Alberto Ronchi, Assessore alla Cultura della Regione Emilia-Romagna, Giuseppe Gagliano, Direttore Relazione Esterne di Gruppo Hera, Andrea Tito, Responsabile Marketing TV Panasonic Italia spa, Ettore Zucchini, Groupama Assicurazioni.

I rappresentanti delle istituzioni sono stati concordi nel considerare il Future Film Festival un evento di notevole rilevanza che impreziosisce la proposta culturale del territorio bolognese ed hanno dato la loro conferma di sostegno anche per gli anni a venire. In particolare l'assessore Maura Pozzati ha sottolineato la partnership tra FFF e Arte Fiera data la contemporaneità dei due eventi. Tante sono infatti le mostre e le iniziative organizzate dal Future Film Festival e che sono confluite nel programma di Arte Fiera OFF. L'assessore Alberto Ronchi ha confermato il sostegno dell'Assessorato alla Cultura della Regione che "deriva da priorità scelte a inizio legislatura, quindi non improvvisate anno per anno, che individuano l'animazione e il documentario come destinatari di un sostegno che non può essere indiscriminato verso ogni settore di produzione." ha affermato l'assessore Ronchi "Soprattutto in un momento in cui

Una immagine del film Dragon Trainer (How to Train Your Dragon)
si devono gestire risorse limitate, credo debbano essere fatte scelte precise di indirizzo e in particolare in questo campo deve essere ridefinita una comune politica culturale, con il concorso di tutte le istituzioni interessate. Voglio ricordare che al nostro contributo si deve poi aggiungere quello del Geco, progetto complessivo di Regione e Ministero delle Politiche giovanili che ha reso possibili i lavori che saranno presentati in anteprima nella serata Projects Award, frutto di un concorso realizzato assieme al network della Regione Animata con l'aiuto dell'Emilia-Romagna Film Commission".
Paola Pasotto ha sottolineato come il Comune creda nel progetto Future Film Festival auspicando un impegno maggiore del Comune nel sostenerne le prossime edizioni. I direttori, ringraziando le istituzioni per il loro sostegno, hanno rimarcato che il Festival ha una urgente necessità di ridiscutere il suo assetto con le istituzioni tutte per poter continuare ad esistere nella città di Bologna. "Dopo 12 anni di successi del Festival", dichiarano i direttori "crediamo siano maturi i tempi per una inversione di tendenza. Non è possibile infatti che una manifestazione di questo livello debba sostenersi per più del 70% del suo già minimo budget sulla sponsorizzazione dei privati. E' necessario, nei prossimi due mesi, capire assieme alle istituzioni, se il festival sia considerato o meno un valore irrinunciabile per la città".

Il Future Film Festival inaugurerà domani sera la nuova edizione della kermesse all'insegna della novità dell'ultima stagione cinematografica: il 3D stereoscopico. Inforcati gli occhialini, il FFF proporrà infatti l'anteprima di The Hole in 3D di Joe Dante, thriller che esplora le paure e i segreti nascosti nei meandri della mente umana. Il film sarà inoltre uno dei contenuti speciali del 3dDAY (30-31 gennaio) insieme all'anteprima dei primi 56 minuti di Dragon Trainer 3D, nuovo film d'animazione della Universal e a una anticipazione di Toy Story 3 della Pixar Animation Studios. In occasione del 3dDAY, il FFF proporrà oltre all'anteprima di film in stereoscopia, un panel con i protagonisti del settore (distributori, esercenti, produttori) per svelare i segreti della tecnologia

Un'immagine dei protagonisti del film Toy Story 3
stereoscopica per il cinema ma anche per la tv e i videogames.

I film in anteprima della prima giornata di FFF. Panique au village di Stéphane Aubier e Vincent Patar (Belgio): tratto dall'omonima serie animata belga, di culto in patria, uno dei più originali e surreali film in stop motion di sempre, "interpretato" da pupazzi simili ai vecchi soldatini e dai movimenti "scattosi" e nevrotici, perennemente in preda ad un'esilarante frenesia (Distribuzione in Italia: Nomad); Goemon di Kazuaki Kiriya (Giappone): nuovo live action in costume diretto da Kazuaki Kiriya, già regista del blockbuster visionario Casshern, apprezzato anche in Italia e anteprima del FFF2006. Goemon, film videogame ipercinetico e ricco di effetti visivi, è incentrato sul personaggio eponimo, realmente esistito e conosciuto come il "Robin Hood giapponese"; Les Lascars di Emmanuel Klot e Albert Pereira-Lazaro (Francia): tratto da una serie tv popolarissima in Francia, Les Lascars è un brillante esempio di adattamento di un progetto seriale ai tempi e allo stile cinematografico. Tony Merguez e Josè Frelate, due giovani abitanti della banlieue, si preparano ad andare finalmente in vacanza, ma si ritrovano senza biglietti né soldi dando esito a conseguenze imprevedibili. Per informazioni: www.futurefilmfestival.org.

Al via il Future Film Festival 2010

Fonte: comunicato stampa

Privacy Policy