Chasing Mavericks - curiosità

2012, Drammatico

3.3
Curiosità e citazioni

Curiosità


  • Date di uscita e riprese - La data di uscita originale di Chasing Mavericks è: 26 Ottobre 2012 (USA).
    Le riprese del film si sono svolte nel periodo 10 Ottobre 2011 - 19 Dicembre 2011 in USA.

    Ecco alcune delle location in cui è stato girato il film:

    Half Moon Bay, California, USA
    Pacifica, California, USA
    San Mateo, California, USA
    Santa Cruz Beach Boardwalk, Santa Cruz, California, USA
    Santa Cruz, California, USA

    ● ● ●
  • Specifiche tecniche - Colore: a colori.
    Formato audio: Datasat e Dolby Digital.
    Lingua originale: inglese.

    ● ● ●
  • Un sostituto per Curtis Hanson - Per le ultime tre settimane di lavorazione di Chasing Mavericks, Curtis Hanson è stato sostituito da Michael Apted. Hanson infatti non è riuscito a completare le riprese per motivi di salute.

    ● ● ●
  • La storia di Jay Moriarty sul grande schermo - Chasing Mavericks racconta la vista di Jay Moriarty (1978-2001) un fenomeno del surf che nel film è interpretato da Jonny Weston.
    Nato in Georgia, Moriarty si trasferì con la famiglia a Santa Cruz, in California, subito dopo la nascita. Suo padre, che era un paracadutista e un surfer, iniziò ad insegnargli le basi del surfing già quando aveva solo nove anni, e in brevissimo tempo divenne uno dei surfer più famosi e versatili di Santa Cruz. Nel 2001, poco prima di morire in un tragico incidente nell'Oceano Indiano, al largo dell'isola Lohifushi (nelle Maldive) Jay firmò un libro dedicato al surfing insieme a Chris Gallagher.

    ● ● ●
  • Incidente sul set per Gerard Butler - Sul set di Of Men and Mavericks, Gerard Butler è rimasto vittima di un incidente per il quale si è reso necessario trasportarlo in ospedale per gli opportuni controlli medici. L'attore stava effettuando delle riprese in acqua, quando è stato praticamente travolto dalle altissime onde di Maverick, un punto frequentato dai surfisti nel Nord California. Lo stesso incidente, pochi mesi prima, era costato la vita al surfer hawaiiano Sion Milosky.