L'amore fa male - curiosità

2011, Commedia

1.0
Curiosità e citazioni

Curiosità


  • Date di uscita e riprese - L'amore fa male è arrivato per la prima volta nelle sale italiane il 07 Ottobre 2011 (M2 Pictures).

    ● ● ●
  • Meglio a parti invertite - Per il film L'amore fa male, inizialmente Stefania Rocca doveva interpretare il ruolo di Nicole Grimaudo e viceversa: dopo aver letto la sceneggiatura, tuttavia, le due attrici hanno chiesto di poter provare a scambiarsi i ruoli, e alla fine l'esperimento ha portato all'effettivo scambio dei personaggi.

    ● ● ●
  • La vita comincia a 50 anni? - Malgrado scrivere sia sempre stata la sua più grande passione, solo nel 2005, a 47 anni, Cinzia Panzettini decide di inviare un suo lavoro e sceglie di partecipare al premio Solinas. Arrivata in finale, con il soggetto A' deux mains ne I colori del genere, sezione Rosa-Rosso, gratificata dal risultato decide di frequentare Sceneggiatura e Racconto e Romanzo presso la Scuola Holden di Torino. Pochi mesi dopo viene contattata dall'attrice Mirca Viola che, su segnalazione di un'amica, legge il suo blog. La invita a cena e il loro feeling è immediato, così le chiede di scrivere con lei il soggetto e la sceneggiatura di un lungometraggio che spera possa diventare la realizzazione del sogno di una vita: un film da regista. Tra il mese di Gennaio del 2007 e il mese di Maggio dello stesso anno, Cinzia e Mirca scrivono L'amore fa male. La lavorazione del film, tra Roma e Catania, è avvenuta nel Giugno del 2011: cinque anni dopo.
    "Credevo fosse solo una delle tante cose che ho scritto e delle quali non ho fatto nulla, facendomi bastare il piacere di scriverle..." ha detto Cinzia. "Invece il cassetto nel quale Mirca ed io tenevamo i nostri sogni si è improvvisamente aperto. Ci credevo? Pochissimo. Alla mia età non si è solo realisti: si è anche un po' disillusi. Serenamente, nel mio caso, ma questa è anche un'epoca in cui agli esordienti si da pochissimo spazio, ed io ho 53 anni...". Cosa succede, invece, quando un sogno si realizza? "Si continua a sognare, è ovvio. In un altro cassetto ho un romanzo. E in un altro ancora un nuovo soggetto per un lungometraggio. In verità ho tutta una "cassettiera" di sogni, ma è già una bellezza averli lì, a portata di mano. Mi affeziono alle storie che scrivo, poi se diventano "qualcosa", evviva, ma scrivere resta meraviglioso".