Happy Winter

2017, Documentario

0.0
Happy Winter (2017)
Genere
Documentario
Durata
Regista

Ogni anno d'estate sulla spiaggia di Mondello a Palermo, vengono costruite più di mille cabine pronte ad ospitare altrettanti nuclei di bagnanti che vi passeranno la stagione. Per queste persone le capanne sono lo scenario perfetto per nascondersi dietro al ricordo di uno status sociale che la crisi degli ultimi anni ha minato. Una famiglia si indebita per fare le vacanze al mare e apparire benestante tra i bagnanti; tre donne si abbronzano per sentirsi ancora giovani e diventare le star dell’estate, mentre nella stessa spiaggia un barista pensa a guadagnare più soldi possibili per superare l’inverno. Tutti aspettano la notte di ferragosto per vivere da protagonisti la fiera della vanità estiva e continuare a fare finta che la crisi economica non esista.



#HappyWinter di #GiovanniTotaro: un'idea di partenza stimolante non ben sviluppata, buona invece la messa in scena
Perché ci piace
  • Nonostante sia alla sua opera prima, il giovane regista siciliano dimostra di avere un certo talento dietro la macchina da presa. Diverse immagini infatti, in primis quelle subacque e quelle aeree, sono suggestive.
  • L'idea alla base del documentario di Giovanni Totaro, proporre uno spaccato di vita di una serie di persone che trascorre l'estate sulla spiaggia palermitana di Mondello, è senz'altro stimolante...
Cosa non va
  • … le storie degli uomini e delle donne che animano Happy Winter, però, non sono particolarmente significative o interessanti, né in grado di proporre una riflessione sulla società italiana.
  • Il documentario, dunque, risente inevitabilmente di alcuni momenti di stanca e non riesce mai a raggiungere quel livello di profondità a cui con evidenza aspira.

Le vostre recensioni