Animali fantastici e dove trovarli

2016, Avventura

Harry Potter: 7 spin-off che vorremmo vedere sullo schermo

Alla luce dell'uscita del nuovo film ambientato nel mondo magico creato da J.K. Rowling, proponiamo - in maniera semiseria - altri potenziali spin-off delle avventure del maghetto.

Cinque anni fa, quando uscì nelle sale Harry Potter e i doni della morte - parte 2, era facile pensare che, salvo un eventuale, inevitabile reboot tra qualche decennio, la trasposizione cinematografica dell'universo magico nato dalla penna di J.K. Rowling fosse giunto al capolinea, poiché la stessa autrice dichiarò che non sarebbero usciti altri libri dedicati al giovane mago (esclusa la recente edizione in volume del copione del sequel teatrale, di cui in ogni caso non è attualmente previsto l'adattamento per il grande schermo, per ovvi motivi legati all'età degli attori).

Daniel Radcliffe (Harry Potter) e la famiglia Dursleys in una scena del film Harry Potter e la pietra filosofale

La situazione è cambiata quest'anno con l'arrivo in sala di Animali fantastici e dove trovarli, primo di cinque film aventi come protagonista Newt Scamander, esperto di creature magiche. Dopo aver visto questo nuovo lungometraggio abbiamo voluto sbizzarrirci in modo semiserio su altre possibili prosecuzioni della saga, con idee più o meno intelligenti, a seconda dei casi, per ulteriori spin-off.

Leggi anche: Harry Potter: i 10 momenti migliori della saga cinematografica

1. Planet Earth: Wizard Edition

Animali Fantastici e Dove Trovarli: una foto degli attori Dan Fogler ed Eddie Redmayne

Chi conosce abbastanza bene le produzioni della BBC avrà forse una certa familiarità con le varie serie documentarie sulla natura presentate da David Attenborough (fratello del compianto Richard Attenborough). Ebbene, siccome - per ammissione del regista David Yates - l'idea iniziale per Animali fantastici era quella di fare un mockumentary ispirato al libriccino che dà il titolo del film, si potrebbe riesumare quel concetto con Newt Scamander nel ruolo divulgativo tradizionalmente riservato ad Attenborough. Potrebbe anche avere qualche personaggio noto e amato dal pubblico, come l'altro grande appassionato di creature magiche Rubeus Hagrid, come assistente.

Leggi anche: Animali fantastici e dove trovarli: 5 cose che potreste non aver notato

2. Amore in pasticceria

Animali Fantastici e Dove Trovarli: una foto dell'attrice Alison Sudol

È probabile che Queenie Goldstein e Jacob Kowalski tornino nel sequel di Animali fantastici, previsto per il 2018. In caso contrario, non ci dispiacerebbe vederli al centro di un film tutto loro, dato che la loro bislacca storia d'amore (che è forse il motivo per cui Jacob potrebbe riacquistare la memoria perduta) era uno dei punti forti del primo episodio. Potrebbe diventare una sorta di prequel spirituale della celebre sitcom Vita da strega, tenendo conto del fatto che Jacob, a differenza di Darrin Stephens, non avrebbe troppi motivi per lamentarsi dell'esistenza di una compagna con poteri magici. Ammesso, ovviamente, che lei non gli crei problemi al lavoro (non è un caso se, prima che lei entri nella pasticceria di lui, viene inquadrata la scritta "Cercasi aiutante").

Leggi anche: Animali Fantastici e dove trovarli: Newt Scamander e il risveglio della magia

3. Hogwarts: First Class

Una scena di Harry Potter e la camera dei segreti

Sappiamo, dai libri e dai film, che la scuola per maghi in Inghilterra fu fondata da quattro persone: Godric Grifondoro, Tosca Tassorosso, Cosetta Corvonero (il cui fantasma è apparso nella saga cinematografica con il volto di Kelly Macdonald) e Salazar Serpeverde. Sappiamo anche che quest'ultimo andava poco d'accordo con i colleghi, per via delle sue idee che, nel corso dei secoli, influenzarono altri maghi oscuri, tra cui ovviamente Voldemort. Perché non dedicare, quindi, un film alla nascita di questa discordia, sulla falsariga di X-Men: l'inizio? Tra l'altro, ora che ci pensiamo, Michael Fassbender non sarebbe una cattiva scelta per il ruolo di Serpeverde...

Leggoi anche: Harry Potter, Eddie Redmayne: "Basta pregiudizi nei confronti di Tassorosso!"

4. I maghi della Tavola Rotonda

Dereck Jacobi durante il prologo del film Anonymous

I libri confermano che anche nel mondo della Rowling il mago più noto della cultura popolare è esistito. Parliamo ovviamente di Merlino, che l'anno prossimo tornerà al cinema proprio grazie alla Warner Bros., nel film King Arthur di Guy Ritchie. Un personaggio aperto a varie interpretazioni (vedi la serie Merlin), che quindi si presterebbe bene a una reinvenzione potteriana. Sarebbe anche un'ottima scusa per reclutare Derek Jacobi, che ha apertamente affermato di voler recitare in un franchise hollywoodiano.

5. The Marauders Club

David Thewlis - Lupin - col temuto SIrius Black, interpretato da Gary Oldman

Come ben sa chi ha letto il libro, da Harry Potter e il prigioniero di Azkaban è stata omessa la sottotrama relativa alla gioventù di Remus Lupin, che insieme agli amici Peter Minus, Sirius Black e James Potter - divenuti Animagi per tenergli compagnia quando si trasformava in lupo mannaro - inventò la Mappa del Malandrino e combinò infinite marachelle a Hogwarts, rischiando persino di far morire l'odiato (da loro) Severus Piton. Meriterebbero un film alla John Hughes, in salsa British e con l'aggiunta di imprese animalesche. Con uno spin-off aggiuntivo sul padre di Harry: James Potter's Day Off.

Leggi anche: Harry Potter, dalla pagina allo schermo: Le differenze principali tra i romanzi e i film

6. A Severus of Unfortunate Events

Alan Rickman in una scena di Harry Potter e la pietra filosofale

Abbiamo già intravisto negli ultimi film della saga principale il passato di Piton, la rappresentazione visiva perfetta del concetto "mai una gioia". L'ideale per un Bildungsroman tragicomico intriso di magia, con l'unico problema che difficilmente un altro attore potrà essere all'altezza del compianto Alan Rickman. Anzi no, due problemi: probabilmente anche per i fan sfegatati il contenuto del film rischierebbe di essere troppo deprimente...

(si ringrazia Giuseppe Grossi per il suggerimento)

Leggi anche: Alan Rickman: 10 grandi ruoli (+1) per ricordare il grande attore britannico

7. Yes, Muggle Minister

Daniel Radcliffe, Rupert Grint ed Emma Watson osservano Bill Nighy nel film Harry Potter e i Doni della Morte - parte 1

Considerata la nuova tendenza dei franchise di espandersi attraverso varie piattaforme multimediali, non sarebbe male una serie televisiva ambientata nell'universo di Harry Potter, se non fosse per i costi potenzialmente proibitivi. Eppure una soluzione c'è, sulla falsariga dell'imminente Powerless, serial comico ambientato nell'universo DC e incentrato sulle persone normali che devono fare i conti con le conseguenze delle azioni dei supereroi. Ebbene, dal sesto libro della saga si evince che il Primo Ministro inglese sia a conoscenza dell'esistenza dei maghi, e regolarmente in contatto con il Ministro della Magia. A questo punto sarebbe ipotizzabile una sitcom politica, genere nel quale la televisione britannica eccelle, sui pezzi grossi del governo di Sua Maestà che devono tenere nascosti al pubblico gli eventi inspiegabili che talvolta si abbattono su Londra e affini (vedi la distruzione del Millennium Bridge in Harry Potter e il principe mezzosangue).

Harry Potter: 7 spin-off che vorremmo vedere...
Harry Potter: 10 cose che (forse) non sapete sulla saga
Animali Fantastici e dove trovarli: Newt Scamander e il risveglio della magia
Privacy Policy