Golden Globes 2013: un red carpet sfolgorante di stelle

L'annuale premiazione che precede gli Oscar ha visto le attrici trionfare in un tripudio di bianco, nero e rosso.

Quest'anno le nostre beniamine non si sono risparmiate e hanno raggiunto uno stato di grazia per celebrare la premiazione dei Golden Globes: ovunque lo sguardo cadesse, grazia ed eleganza hanno fatto da padrone sul red carpet, tranne qualche trascurabile eccezione che però non è riuscita a guastare il tono della serata. L'unica pecca, se così vogliamo chiamarla, è stata forse la mancanza di immaginazione per quanto riguarda i colori degli abiti indossati, visto che le star presenti si sono attenute per lo più al bianco, nero e rosso come tinte da sfoggiare e useremo proprio questo criterio per illustrare gli abiti che le dame hanno scelto per questa serata. Partiamo dai rossi, che sono comparsi in tutte le variazioni, dal porpora al rosso fuoco. La prima "signora in rosso" in classifica è la bella e simpaticissima Jennifer Lawrence, vincitrice per Silver Linings Playbook, con un Dior haute couture dal corpetto retro fermato in vita da una cintura dorata, il tutto impreziosito da un anello di diamanti di Chopard di 11 carati. In Dior anche Marion Cotillard, con un vestito senza spalle e dal taglio asimmetrico sul fianco. Al secondo posto troviamo l'abito di Versace indossato da Claire Danes, vincitrice per Homeland, di un rosso intenso, con il corpetto in stile prendisole, dalla linea morbida con una chiusura a portafogli sul fianco, di un'eleganza assoluta. L'attrice indossava orecchini di platino e diamanti firmati da Lorraine Schwartz. Continuiamo con Zooey Deschanel, che con il suo Oscar de la Renta e collana di perle sembrava uscita da un film degli anni Cinquanta. L'ampia gonna era bilanciata dallo stretto bustino senza spalle e dalle spuntatine rosse, mentre il filo di perle importanti era sdrammatizzato dalla simpatica acconciatura di Zooey, una semplice e sbarazzina coda di cavallo; l'attrice è stata una delle poche a scegliere di alzare i capelli, mentre la maggior parte si è affidata al look au naturel.

Claire Danes sul red carpet dei Golden Globes 2013 per Homeland
Sulle sfumature del rosso troviamo anche Jennifer Garner, in un abito bordeaux di Vivienne Westwood, e Naomi Watts, con un Zac Posen ispirato agli anni '40 con ampia scollatura sulla schiena, mentre puntano decisamente sul viola Lena Dunham, anche lei vestita da Posen con un interessante abito strutturato e Taylor Swift, che ha sfoggiato un abito di seta di Donna Karan dotato di ampio strascico, un abito ad effetto nella sua semplicità che ha sottolineato la figura filiforme della cantante.
Passando all'altro colore-chiave della serata, il bianco, immediatamente ci viene in mente il taglio alla garconne di Anne Hathaway, che ha coronato una creazione della collezione primavera/estate del 2009 di Chanel, gonna e bustino impreziositi di perline e braccialetti di diamanti di Chanel Fine Jewelry, effetto total chic. Ma al primo posto per i "bianchi" troviamo sicuramente il bellissimo abito in stile anni '50 di Jenny Packham indossato da Catherine Zeta-Jones, dalle tonalità quasi argentee. Nella stessa categoria di colore troviamo inoltre Heidi Klum con un sexy Alexandre Vauthier, monospalla e spacco vertiginoso con un orlo dorato sulla spalla sinistra e Michelle Dockery in un abito della collezione autunnale di Alexandre Vauthier.

Anne Hathaway vince il Golden Globes 2013 come attrice non protagonista per Les Misérables
C'è chi invece non se l'è sentita di osare con colori forti o bianchi eterei e ha puntato sul nero, con il quale è difficile sbagliare. Kate Hudson ha scelto un vestito molto glamour, un Alexander McQueen dalla profonda scollatura impreziosito da dei ricami dorati. Helen Mirren, sempre splendida, è una delle poche persone della sua età a poter indossare il jersey, una stoffa che di solito tende a sottolineare impietosamente i famigerati rotolini che si annidano quà e là sui fianchi, e ha sfoggiato la sua linea ancora intatta con un Badgley Mischka dotato di accenti metallici sulle spalle. Julianne Moore ha fatto centro con un abito di Tom Ford, dritto, dal taglio impeccabile e ravvivato da inserti bianchi. Amy Poehler ha fatto da "accompagnatore" per Tina Fey, la co-conduttrice della serata, indossando uno smoking di Stella McCartney con pantaloni quasi in stile caprese e scollatura importante. La Fey ha indossato un abito senza spalle color crema di L'Wren Scott ricoperto da uno strato di pizzo nero, con orecchini di diamanti di Fred Leighton e scarpe di Salvatore Ferragamo. Per concludere Nicole Kidman ha scelto Alexander McQueen con piccole borchie dorate sul collo e sulle spalle.

Nicole Kidman sul red carpet dei Golden Globes 2013
Come il nero, anche il pizzo viene considerato un rifugio sicuro, anche se non tutte sono riuscite a ottenere l'effetto voluto. Amy Adams è quella che ha raggiunto lo scopo con uno splendido Marchesa a sirena di un color cipria morbido, con lo strascico di tulle e gioielli di Tiffany. Amanda Seyfried ha optato per un bell'abito di Givenchy color crema con pannelli di pizzo. Julianna Margulies ha scelto un Emilio Pucci color porpora con pizzi e arabeschi, l'effetto è un po' confuso ma nell'insieme accettabile. Chi invece ha fatto fiasco è Jennifer Lopez, che dimenticatasi delle sue forme latine, si è affidata a una creazione di Zuhair Murad, un abito nude look ricoperto da un velo di pizzo bianco. Più che indossare un vestito Jennifer sembrava avere il corpo dipinto di macchie bianche, un incrocio tra il test di Rorschach e la vitiligine. Chiudiamo in bellezza con la vincitrice del premio Cecil B. Demille, Jodie Foster, assolutamente splendida in un Armani della prossima collezione primaverile, un abito blu dai riflessi metallizzati, senza spalle, con spalline incrociate sul davanti. Non tutte hanno raggiunto la vetta, ma gli orrori sono stati davvero pochi quest'anno, aspettiamo con ansia il prossimo red carpet per vedere se si è trattato di un'eccezione o per scoprire se le nostre stelle hanno finalmente imparato a evitare trappole e capitomboli.

Golden Globes 2013: un red carpet sfolgorante di...
Privacy Policy