Ex

2009, Commedia

Fausto Brizzi guida la carica degli 'Ex'

A pochi giorni da San Valentino, arriva al cinema la nuova commedia romantica di Fausto Brizzi che promette di commuovere e far ridere andando ad esplorare il 'ciclo dell'amore' che regola le relazioni. 'E' il mio primo vero film, quello che sognavo di fare da sempre' ci racconta il regista alla presentazione del film, accompagnato dall'intero cast.

Massimo Borriello

Dopo aver raccontato generazioni di giovani alle prese con la difficile Notte prima degli esami, Fausto Brizzi alza il target ed eleva le ambizioni, andando a esplorare quel 'ciclo dell'amore che regola ogni relazione, dai primi baci che si scambiano le coppie appena sbocciate, alle incomprensioni che aprono ferite a volte difficilmente sanabili, fino alle decisioni critiche di riprendersi o lasciarsi andare. Lo fa con Ex, il film dei suoi sogni in uscita il 6 febbraio, pochi giorni prima di San Valentino, in oltre 600 copie distribuite da 01. "Un anno fa, quando ho cominciato a scrivere la sceneggiatura di Ex insieme a Marco Martani e Massimiliano Bruno, volevo prendermi un rischio, fare un film che facesse ridere e piangere allo stesso tempo - racconta il regista durante la conferenza stampa romana di presentazione del film - Avevo voglia di commuovere, senza però perdere il gusto della risata. Si trattava di un'operazione rischiosa, abbiamo scritto una sceneggiatura che prevedeva cambi di registro velocissimi e quindi avevamo bisogno di attori straordinari in grado di fornire ai tanti personaggi in gioco una profondità che rendesse credibili le situazioni comiche, come quelle romantiche, in cui si vengono a trovare."

Carla Signoris e Silvio Orlando in una scena del film Ex
Punto di forza di Ex è proprio il suo ricco cast, formato da volti noti del cinema e della televisione che non mancheranno quindi di esercitare un certo appeal sul pubblico. Tanti sono i personaggi che animano le diverse storie di cui è composto il film, ed in particolare Ex racconta dei momenti di crisi che intervengono nella vita di sei differenti coppie. Tra queste, c'è quella di Luca (interpretato da Silvio Orlando) e Loredana (Carla Signoris), una coppia sposata, il cui rapporto sembra ormai arrivato al capolinea. "Sono stato coinvolto in questo progetto per una serie di fortunate coincidenze - ci svela Orlando - e ne sono fiero. Si tratta di una commedia intelligente perché, nel turbinio delle storie che racconta, lo spettatore si dimentica delle star che ci sono e si lascia andare al racconto, ai suoi vari strati emotivi. Comunque, spero solo che a Venezia, dopo avermi visto ballare su 'Sex Bomb' nel film, non rivogliano indietro la Coppa Volpi che ho vinto lo scorso anno per Il papà di Giovanna." Carla Signoris tiene invece a sottolineare come grazie ad Ex abbia "ritrovato la leggerezza del lavorare, il che non significa divertirsi, ma fare le cose con semplicità. La nostra nel film non è una coppia di ex, ma tenta di diventare ex, cercando poi di continuare insieme il loro progetto comune."

Flavio Insinna in una scena del film Ex
Più bizzarra è la storia di Elisa (Claudia Gerini) e Corrado (Gianmarco Tognazzi), una coppia che sta per sposarsi, finché lei non fa la conoscenza del prete che dovrà unirli in matrimonio. Si tratta di don Lorenzo (Flavio Insinna), suo grande amore del passato che pare non averla mai dimenticata. Insinna è ormai alla quarta volta in abito talare, ma a quanto pare anche l'ultima. "In un manuale di recitazione russo c'è scritto che i sentimenti dei personaggi sono più grandi e interessanti di noi che li dobbiamo interpretare - spiega l'attore diventato celebre per la conduzione dello show di RaiUno Affari tuoi - Io non credo di avere abbastanza emozioni per fare cento preti diversi, perciò credo proprio che questo sarà l'ultimo prete che interpreto per un bel po' di tempo." Anche Claudia Gerini non è nuova al suo tipo di personaggio, del quale però apprezza la grande spontaneità. "Ero molto lusingata dalla proposta di Fausto di prendere parte al film - racconta l'attrice romana - Penso che Ex sia un lavoro incredibile e totalmente nuovo, anche se si rifà al vecchio cinema. Mi sono divertita a interpretare un personaggio popolare, senza però quella forte caratterizzazione romana e cafona che mi è già capitato di fare in precedenza. Quello che mi piace di Elisa è che è vera, ascolta sempre il suo cuore in tutto quello che fa." Per Tognazzi Ex è stata l'occasione di tornare a far ridere, ritrovando sullo stesso set un collega col quale ha diviso per diversi anni il palcoscenico, Alessandro Gassman, protagonista di un'altra delle storie che compongono il film. "Devo ringraziare Fausto per avermi fatto tornare alla commedia - dichiara Tognazzi - un genere che non frequentavo ormai da tempo. Forse l'ultima volta è stata proprio con Alessandro. In genere cerco di evitare accuratamente questi personaggi romani, un po' tonti, ma stavolta sono stato onorato di poterne interpretare uno."

Cécile Cassel, Alessandro Gassman e Fabio De Luigi in una scena del film Ex
Gassman nel film interpreta Davide, un poliziotto burbero che non ha mai superato il fatto di essere stato mollato dalla sua ragazza, Monique (Cécile Cassel) e per questo aggredisce, malmenandolo e minacciandolo, il suo nuovo fidanzato, Paolo (Fabio De Luigi), talmente terrorizzato dall'ingombrante ex da rovinare il suo rapporto con lei. C'è poi la storia di Filippo (Vincenzo Salemme) e Caterina (Nancy Brilli), una coppia dalle personalità inconciliabili che lotta in tribunale per non avere l'affidamento dei figli, considerati delle pesti ingestibili, ma in realtà bambini maturi e appassionati di tutto ciò che è cultura. "Questo è quel genere di film che vorrei andare a vedere al cinema - afferma la Brilli - In passato mi è invece capitato di fare film che mai avrei visto. Ex ha una bellissima sceneggiatura, è divertente e ha dato a tutti gli attori la possibilità di inventarsi qualcosa su una base comunque molto solida." La coppia più giovane del lotto è invece composta da Giulia (Cristiana Capotondi) e Marc (Malik Zidi), due fidanzatini che condividono un appartamento di fronte al Moulin Rouge a Parigi, ma che entra in crisi quando una promozione lavorativa costringe la ragazza a trasferirsi in Nuova Zelanda. "E' la mia seconda prova con Fausto - ci racconta la Capotondi, che ritrova il giovane regista dopo Notte prima degli esami - e sapevo perciò che andavo sul sicuro. La sua è una scrittura bella e matura, che esplora una realtà che si vive oggi e che rispetto ai suoi precedenti film trova una maggiore corrispondenza nell'attualità con una serie di personaggi raccontati in età adulta. E' stato divertente girare tra Parigi e il Sud Africa (dove abbiamo ricostruito Wellington). Il mio episodio è quello più difficilmente classificabile tra gli 'ex', è la storia di un amore che cerca di resistere e che si confronta con le possibilità di carriera in ambito lavorativo."

Il regista Fausto Brizzi sul set del film Ex
Film della maturità quindi per Brizzi, visibilmente fiero della sua nuova creatura tanto da considerarla come il suo vero esordio. "Ex può essere considerato il primo vero film che faccio - dichiara a tal proposito il regista - E' la prima volta che scrivo un film sapendo che lo dovrò dirigere. Con Notte prima degli esami è successo invece tutto per caso, avevo scritto la sceneggiatura e poi mi sono ritrovato a dirigerlo per una serie di coincidenze. In questo caso invece, si tratta del primo film del genere che mi piace, quella commedia romantica che riesce ad emozionare che ho sempre sognato di fare. Sapevamo che visto il tipo di film che volevamo fare, avevamo bisogno di un grosso supporto da parte degli attori, anche perché se fosse stata un'opera prima gli attori che hanno preso parte al film non avrebbero mai avuto fiducia in me." L'obiettivo di Brizzi era quindi quello di far sorridere gli spettatori, come ha già dimostrato di saper fare molto bene in precedenza, ma nello stesso tempo di commuoverli, grazie a una commistione di elementi il cui equilibrio è gestito al meglio sia dal reparto tecnico, che da quello artistico. E alla fine, quasi come ricompensa per il pubblico che ha riso e sofferto durante la visione, Ex si concede un finale dal "moderato ottimismo' che, secondo Brizzi, nasce dalla vita stessa. Il momento in cui finisce un amore dall'interno è vissuto è maniera drammatica, mentre all'esterno appare quasi buffo. Ex è un film sul ciclo dell'amore: comincia coi baci, avvengono separazioni e tragedie, ma alla fine tornano i baci. Volevo fare un film per capire se le coppie che si baciano all'inizio vivranno effettivamente felici e contenti." Prodotto da Fulvio e Federica Lucisano in collaborazione con Rai Cinema e con le francesi Paradis Film e Mes Film, Ex è costato 8 milioni di euro e troverà nei prossimi mesi anche distribuzione in Francia. Nel frattempo, c'è da scommetterci, saranno milioni in Italia, tra fidanzati ed ex, che andranno al cinema nei prossimi giorni, con l'avvicinarsi di San Valentino, a confrontarsi con le storie raccontate sullo schermo, tra una lacrima e una risata.

Fausto Brizzi guida la carica degli 'Ex'
Privacy Policy