Cicogne in missione

2016, Animazione

Cicogne in missione, parla il regista Doug Sweetland: “Un lettera d’amore all’essere genitori”

Alla Festa del Cinema di Roma abbiamo incontrato uno dei registi del film Warner Animation, facendoci raccontare qualcosa della realizzazione del divertente film d'animazione.

Roma 2016: il regista Doug Sweetland sul red carpet di Cicogne in missione

Il nostro è un po' un mondo di miti, di storie e leggende, come quella che vede le cicogne come corrieri volanti per i nostri bambini. Una storia inventata per spiegare ai bambini qualcosa di troppo complesso per la giovane età, ma che diventa realtà nel nuovo film Warner Animation presentato alla Festa di Roma 2016: nel mondo fittizio di Cicogne in missione, infatti, questa leggenda è stata la realtà, almeno fino a pochi anni prima della storia che ci viene raccontata. Ma per quanto divertente e forte lo spunto alla base del lungometraggio d'animazione dei produttori di The Lego Movie, non è questa idea brillante la molla che li ha spinti a raccontare la storia, piuttosto l'esigenza di mettere in scena la difficoltà di trovare un equilibrio tra impegni ed affetti nella propria vita, soprattutto della necessità di trovare tempo per i propri figli.

Leggi anche: Cicogne in missione e l'importanza di dedicarci ai nostri cari

Ne abbiamo parlato alla Festa del Cinema di Roma con uno dei due autori di Cicogne in missione, il regista Doug Sweetland che con disponibilità ci ha raccontato il suo coinvolgimento del film, il suo personaggio preferito e quelli più complessi da realizzare, spiegandoci la scelta delle voci originali e, appunto, il tema centrale della pellicola. Il passato in Pixar del regista non poteva passarci inosservato (è, per esempio, il regista del corto Presto) e non potevano non chiedergli un confronto tra il lavoro nello studio di John Lasseter e nel contesto in cui si trova adesso.

Cicogne in missione, parla il regista Doug...
Cicogne in missione e l’importanza di dedicarci ai nostri cari
Cicogne in missione: Alessia Marcuzzi e Federico Russo raccontano i loro personaggi
Privacy Policy