Filmografia

Filmografia di Mike Ditka


Entourage


2004 – Commedia, Drammatico
2011 – Recitazione (Sé stesso) – 1 episodio
3.7 3.7

Commedia corale sulle vicende di Vincent Chase, un affascinante astro nascente del cinema, e il suo entourage, composto da suo fratello Johnny Drama e gli amici del cuore Eric e Turtle. Alla gang si aggiunge anche l'agente di Vince, Ari Gold, un uomo rude, ma molto leale.

Derby in famiglia - Kicking & Screaming


2005 – Commedia
Recitazione (Mike Ditka)
2.5 2.5

Phil Weston è un quarantenne che ha dovuto combattere tutta la vita con l'ipercompetitivo padre Buck. Quando Phil decide di allenare la squadra di calcio di suo figlio si ritrovera' a dover sfidare proprio suo padre Buck, allenatore di una delle squadre piu' promettenti del campionato.

La vita secondo Jim


2001 – Commedia
2002 – Recitazione (Sé stesso) – 1 episodio
2.9 2.9

Un successo travolgente in cui trionfano il rispetto dei valori tradizionali (amore, onestà e amicizia), tanto jazz e una bella poltrona su cui oziare in santa pace... Ma i veri mattatori dell'irresistibile comicità della comedy sono senza dubbio i due attori principali: l'incontenibile Jim e la spumeggiante Cheryl, la sua paziente mogliettina, sempre pronta a perdonare le stravaganze del marito, compresa la sua smodata passione per il jazz, che lo ha portato a ricavare, nel garage di casa, uno spazio 'privato' dove poter suonare con la sua band, The Sacred Hearts.

Becker


1998 – Commedia
2001 – Recitazione (Sé stesso) – 1 episodio
3.8 3.8

John Becker è un brillante dottore che dedica la sua vita al lavoro. Tuttavia John è uno che non ha peli sulla lingua, non si fa scrupoli a dire le cose come stanno, senza preoccuparsi del fatto che la gente lo considera uno scorbutico insofferente.

Una famiglia del terzo tipo


1996 – Commedia, Fantascienza
1996 – 1997 – Recitazione (Allenatore Mafferty) – 2 episodi
3.1 3.1

Le avventure di un gruppo di alieni arrivato nel nostro mondo completamente ingenuo, ma dotato di un'intelligenza superiore che gli permette di analizzare a fondo ciò che vede e condurre così la sua ricerca sulla stramba razza umana. Da qui si sviluppano mille equivoci e quindi la satira sulla società americana, per evidenziare le sue ingiustizie e assurdità attraverso l'umorismo. Ma non c'è cattiveria, ma un grande amore per una società in cui esiste tutto e il suo contrario, dove l'arrivismo convive con la generosità, l'odio con l'amore.