Biografia

Cenni biografici di Lucia Ocone


Lucia Ocone nasce a Roma nel 1974. Dopo aver seguito diversi seminari tra cui: Seminario di recitazione metodo Stanìslavsky Strasberg tenuto da Francesca De Sapio, Seminario intensivo di recitazione metodo Stanìslavsky Strasberg tenuto da Beatrice Bracco e Seminario intensivo di recitazione tenuto da Lucilla Lupaioli, debutta in televisione nel 1997 con il programma di Gianni Boncompagni Macao in onda su Raidue. Nel 1998 arriva il debutto teatrale con Mio sangue regia di Furio Andreotti, con Claudio Santamaria, Libero De Rienzo e Massimo De Santis e nel 2000 quello cinematografico con Un altro anno e poi cresco diretto da Federico Di Cicilia. Nello stesso anno porta in scena L'iradiddio sempre per la regia di Furio Andreotti e Disco pigs di Nuccio Siano con Massimo De Santis.

Nel 2001 torna sul piccolo schermo con le serie tv di Raiuno Le ragioni del cuore regia di Luca Manfredi e Lo zio d'America regia di Rossella Izzo e sul grande schermo con Mari del Sud di Marcello Cesena. Sempre nel 2001 è in teatro insieme a Paola Cortellesi con Yard Gal per la regia di Furio Andreotti. Dal 2002 al 2004 fa parte del cast della trasmissione di Italia 1 Mai dire domenica e dal 2003 al 2004 è sempre su Italia 1 con Mai dire grande fratello. Nel frattempo, nel 2003, è su Raitre con Rumore bianco e torna sul palcoscenico con L'iradiddio. Nel 2004 è su La7 con il programma Assolo di Fabio Di Iorio, Furio Andreotti, Massimiliano Bruno e Enrico Vaime, su Raidue con Nessundorma di e con Paola Cortellesi e su Italia 1 con Mai dire grande fratello e figli. Sempre nel 2004 è nel cast della serie tv di Raiuno La omicidi per la regia di Riccardo Milani. L'anno successivo è diretta da Alberto Simone nella fiction Una famiglia in giallo in onda su Raiuno, e prende parte al talk show de La7 Due sul divano. Nel 2005 torna su Italia 1 con Mai dire Lunedì e inizia la sua avventura con il programma della domenica di Raidue Quelli che il calcio che porta avanti fino al 2009. Nel 2006 è sempre su Raidue con il reality musicale Music Farm e con la trasmissione satirica La grande notte. Torna, nello stesso anno, al cinema con il film di Massimo Venier Mi fido di te con Ale e Franz, produzione Rodeo Drive. L'anno successivo vince il XXXV Premio Forte dei Marmi per la satira politica per la parodia, e torna su Raidue con la sit com Sette vite produzione Publispei e con il varietà Stile libero - Max. Nel 2008 è Mina nel DopoFestival di Raiuno con Elio e le Storie Tese e Lucilla Agosti e l'anno successivo è al cinema con Generazione 1000 EURO di Massimo Venier mentre sul piccolo schermo fa parte del cast de Il Commissario Manara in onda su Raiuno.

Nel 2010 è tra i protagonisti del film di Fausto Brizzi Maschi contro femmine e de La Banda dei Babbi Natale con Aldo, Giovanni e Giacomo, regia di Paolo Genovese.
Nel 2011 torna su Raiuno con la seconda stagione de Il Commissario Manara, mentre al cinema la vediamo in Nessuno mi può giudicare di Massimiliano Bruno e nel sequel Femmine contro Maschi, diretto ancora da Brizzi.
All'inizio del 2012 appare in un altro sequel di un film di successo: si tratta di Immaturi - Il viaggio, diretto, come il suo predecessore Immaturi, da Paolo Genovese.