Filmografia

Filmografia di Julien Poupard


Les ogres


2015 – Drammatico
Fotografia
2.0 2.0

Un gruppo di uomini e di donne viaggia di città in città dando spettacoli circensi. Vivono eccentricamente come fossero una tribù, mescolando insieme famiglia, lavoro, amore e amicizia. Il ritorno di una vecchia fiamma e l'imminente arrivo di un bambino, però, riaprono vecchie ferite che ognuno di loro pensava di essersi lasciato alle spalle.

Divines


2016 – Drammatico
Fotografia
3.0 3.0

Dounia vive in un ghetto e desidera fortemente arrivare al potere e avere successo. Insieme all'amica Maimouna ha deciso di raggiungere l'obiettivo spacciando droga per le strade. La sua vita cambierà però quando incontrerà una giovane ballerina molto sensuale.

Le tournoi


2015 – Drammatico
Fotografia
0.0

Torneo Internazionale di Scacchi di Budapest: il favorito per la vittoria, come d'usuale, è Cal Fournier, ventiduenne campione francese, immaturo e geniale, socialmente goffo e compulsivamente innamorato del gioco. Questa volta, però, un insolito avversario di 9 anni, proveniente dall'Ungheria, gli darà filo da torcere.

Terra battuta


2014
Fotografia
0.0

Jérôme ha appena lasciato l’azienda in cui era dirigente. Determinato a non lavorare mai più per nessun altro, tenta di mettersi in proprio, costi quel che costi, perfino ignorando la riluttanza della moglia Laura. Il figlio Ugo, 11 anni, è una giovane promessa del tennis. Il suo obiettivo è essere ammesso al centro nazionale d’allenamento del Roland Garros. Proprio come suo padre, è disposto a tutto pur di farcela. Ma sia Jérôme che Ugo scopriranno che non tutte le regole possono essere infrante nella rincorsa al successo.

Party Girl


2014 – Documentario
Fotografia
2.8 2.8

Angélique, hostess sessantenne, lavora in un night club. La donna ama ancora le feste e gli uomini, ma ora, essendo un membro anziano dello staff, sente di aver raggiunto il limite. Seguendo un impulso improvviso, accetta la proposta di matrimonio di Michel, un cliente abituale. Nonostante tutto Angélique resta una donna libera, che ha scelto di vivere ai margini delle convenzioni sociali in aperta sfida al perbenismo.