Filmografia

Filmografia di Jean Valmont


Les maîtres du temps


1982 – Animazione, Drammatico, Giallo, Fantascienza
Recitazione (Jaffar (voce))
0.0

L'astronauta Claude ha un gravissimo incidente e precipita su un pianeta deserto. Prima di morire riesce a salvare il figlio, il piccolo Piel, e a lanciare un messaggio di soccorso ad un amico, l'avventuriero spaziale Jaffar. Quest'ultimo parte subito alla volta del pianeta, nella speranza di arrivare in tempo per soccorrere Piel.

I prosseneti


1976 – Drammatico, Erotico
Recitazione (Aldobrando)
2.0 2.0

Davide e sua moglie Gilda trasformano la loro splendida villa in una casa d'appuntamenti, nella quale ospitano vari personaggi. Odile, figlia di una donna torturata da mercenari, incontra nella villa uno dei torturatori e desidera rivivere sul proprio corpo le sofferenze patite dalla madre. Un ambasciatore che è stato abbandonato dalla compagna, impone alla sua nuova partner di prendere il suo posto. Una diciottenne, molto spregiudicata, inscena un'orgia.

Più matti di prima al servizio della regina


1974 – Avventura, Commedia
Recitazione (D\'Artagnan)
0.0

Lo scrittore Dumas racconta un episodio oscuro della leggenda dei moschettieri: i quattro, infatti, si facevano spesso sostituire da dei sosia. Sosia che in effetti erano buffi e pasticcioni.

Il pianeta selvaggio


1973 – Animazione, Fantascienza
Recitazione ( (voce))
4.2 4.2

Il pianeta Ygam è abitato dai giganteschi Draag e dai minuscoli Oms (uomini) suddivisi in "domestici" (usati dai Draag come giocattoli viventi) e in "selvaggi" (viventi in comunità clandestine). Tiwa, figlia del Maestro Edile capo dei Draag, un giorno scopre una donna-domestica con un neonato e, giocando con lei, la uccide involontariamente. Raccolto il piccolo, che chiamerà Terr, Tiwa lo alleva; ma, temendone la fuga, lo munisce di un collare comandabile a distanza

Bocche cucite


1968 – Drammatico
Recitazione
3.0 3.0

La polizia ritrova, accanto a un cavalcavia, il cadavere di Totonno La Manna, un siciliano emigrato al nord con la madre, i fratelli Carmelo, Francesco e Rocco e il cognato Salvatore Torchiello. L'uomo è stato fatto uccidere, per mano di un sicario venuto da Ginevra, dagli altri membri della famiglia, che l'hanno così punito per avere sedotto la moglie di Carmelo, Consolata, e tentato d'avviarla alla prostituzione; ma sia il marito della donna - che si trova in prigione - sia la polizia, che ha interrogato invano i parenti dell'ucciso, ignorano la verità.