Un pizzico di Corea a Napoli

Inizia domani a Napoli la terza edizione di Dongfang: il Festival dell'Estremo Oriente, in programma fino al 28 ottobre, quest'anno sarà interamente dedicato alla Corea del Sud.

Il fascino del cinema orientale sta prendendo sempre più piede nel bel paese così, dopo le molteplici vittorie alle ultime edizioni della Mostra di Venezia e le importanti rassegne dedicate all'Estremo Oriente, tra cui il Far East di Udine e l'ormai consolidata realtà fiorentina del Korea Film Fest, un nuovo giovane festival si sta ricavando il proprio spazio all'interno del panorama nazionale. Ospite della prestigiosa location di Castel Sant'Elmo a Napoli, la terza edizione di Dongfang: il Festival dell'Estremo Oriente, in programma dal 25 al 28 ottobre, quest'anno sarà interamente dedicata alla Corea del Sud.

Grande varietà nella sezione Primavera Coreana che permetterà al pubblico di conoscere le nuove tendenze della cinematografia sudcoreana e di recuperare quelle opere di valore mai distribuite in Italia come la geniale commedia romantica Yeopgijeogin geunyeo diretta da Kwak Jae-yong, di cui presto uscirà nelle sale il remake made in USA My sassy girl, o il raffinato La moglie dell'avvocato di Im Sang-soo. Sarà presente a Napoli Jeon Soo-il, il cui With the Girl of Black Soil, era presente nel programma della 64 Mostra di Venezia, nella sezione Orizzonti, e ha ricevuto il premio Cinema D'Essai CICAE.

La retrospettiva del festival quest'anno sarà dedicata al giovane Bong Joon-ho, anche lui ospite della città partenopea, simbolo del nuovo cinema coreano grazie all'incisività delle opere prodotte fino ad ora dalle quali emerge la capacità di sintetizzare originalità dello sguardo e dinamiche tipiche dei generi classici (commedia, thriller e perfino "monster movie"). Il suo ultimo, sorprendente, instant cult The Host, ha prima sbancato i botteghini in Corea con 13 milioni di spettatori e, dopo aver conquistato il resto dell'Asia, ha vinto tutti i premi possibili nei festival di mezzo mondo, USA compresi. Evento d'apertura il connubio artistico tra il disegnatore di fumetti Kim Dae-joong e il pianista Danilo Rea che si esibiranno in una performance tra musica e arte che vedrà la proiezione di disegni e fumetti sul grande schermo accompagnata dal jazz di Rea. Quest'anno inoltre Dongfang ha un'appendice romana: il 3 e il 4 novembre nella Sala Trevi, gestita dalla Cineteca Nazionale, verrà riproposta la retrospettiva Bong Joon-ho insieme ad alcuni altri film della rassegna. Per informazioni www.dongfangfilm.com.

Un pizzico di Corea a Napoli
Privacy Policy