The Dark Tower

2017, Fantastico

The Dark Tower: ecco quali saranno le differenze rispetto ai libri

Stephen King, Nikolaj Arcel e Akiva Goldsman hanno svelato qualche anticipazione sulla trama del film.

Quali saranno le differenze esistenti tra The Dark Tower e i romanzi di Stephen King? Lo scrittore ha spiegato a Entertainment Weekly come ha collaborato con la produzione: "Mi sono sentito più coinvolto con questo progetto perché ho impiegato molto tempo a scrivere i romanzi e i fan sono così leali e fedeli. Mi hanno inviato diverse bozze della sceneggiatura e poi si è arrivati al punto giusto. Lo sostengo al 100%, e non vuol dire per forza che funzionerà, semplicemente che è un buon modo per provare e immergersi in queste storie".
Il regista e co-sceneggiatore Nikolaj Arcel è un grande fan dei libri di King e ha dichiarato: "La Torre è un faro di luce in un mondo che è cinico e oscuro e alle volte sembra senza speranze, e questa è una ricerca per salvare la speranza e la luce".

Il lungometraggio seguirà quanto accade a Roland Deschain (Idris Elba), Walter - L'Uomo in Nero (Matthew McConaughey) e Jake Chambers (Tom Taylor) che possiede i poteri per salvare o distruggere la Torre. Arcel ha spiegato che la situazione è circolare perché Roland insegue Walter, Walter insegue Jake e Jake segue Roland.

Leggi anche: Stephen King: i 10 migliori film tratti dai suoi romanzi

Lo sceneggiatore Akiva Goldsman ha poi aggiunto che Stephen ha dato molte indicazioni su come procedere con l'adattamento, facendo anche delle modifiche ad alcune parti come nel caso dei dialoghi di Roland. King ha spiegato: "Meno parla meglio è, e perché non si potrebbe fare? Idris Elba può recitare con il suo volto. E' fantastico a farlo. Proietta quel senso un po' di minaccia e di sicurezza. Roland è un eroe western, il tipo forte e silenzioso". Goldsman ha quindi cercato di fondere delle parti dei romanzi per costruire la struttura principale della storia basata sul sacrificio, sull'amicizia e accettare che alcune parti della tua vita fanno parti del passato: "The Dark Tower parla di come portiamo avanti il nostro passato, quali dei nostri fantasmi viaggiano con noi e il modo in cui li affrontiamo. I fantasmi della storia, i fantasmi delle persone che abbiamo perso per arrivare a qualsiasi sia la nostra Torre personale".

Nel film non appariranno invece Eddie e Susannah che potrebbero tuttavia apparire nel sequel perché Arcel pensava fosse necessario gettare prima le basi della storia prima di introdurre certi personaggi: "Sono certamente lì fuori. Penso che l'intera storia meriti di essere raccontata e si debba farlo. Sarei sicuramente deluso di me stesso e dei miei collaboratori se non riusciremo e portarli sullo schermo. Sono una parte enorme della storia". King era comunque stato informato della scelta ed era d'accordo.
The Dark Tower, in un certo, sarà però un seguito di quanto raccontato nei libri perché Roland è già in possesso del Corno di Eld che gli permette di ricominciare la sua ricerca dall'inizio con qualche cambiamento. Il regista ha sottolineato: "Ha molti degli elementi dei libri, dei personaggi, ma il percorso è diverso".

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

The Dark Tower: ecco quali saranno le differenze...
The Dark Tower: Elba e McConaughey parlano di Roland e Walter
George R.R. Martin a Stephen King: "Come fai a scrivere così veloce?"
Privacy Policy