Stephen King commenta il caso dei clown che terrorizzano gli USA

L'autore di It commenta lo strano e inquietante caso dei clown avvistati in alcune città della Carolina del Sud e del Nord e parla di Pennywise e del perché i pagliacci possano essere così spaventosi.

Qualche giorno fa vi avevamo raccontato la storia di una serie di misteriosi avvistamenti notturni che in queste ultime settimane di fine estate stanno inquietando gli abitanti di alcune cittadine del Sud e del Nord della Carolina. Le forze dell'ordine infatti, hanno ricevuto numerose segnalazioni da parte di cittadini che hanno avvistato dei clown, tutti diversi tra loro e con costumi e maschere differenti, al buio, per strada, nel giardino di casa o nei pressi di boschi. Molti sono terrorizzati, anche perché alcuni di questi individui avrebbero tentato di adescare dei bambini, secondo altri però c'è una buona possibilità che si tratti di una trovata pubblicitaria per promuovere l'ultimo horror di Rob Zombie, 31, ma la compagnia che distribuisce il film lo ha smentito con un comunicato ufficiale.

Leggi anche: Il caso del clown che terrorizza una città USA: una trovata per "31"?

A quel punto il Bangor Daily News ha chiesto a Stephen King cosa ne pensasse di questi avvistamenti, e l'autore di It ha ammesso che si tratta di una storia inquietante: "Se vedessi un clown sotto un ponte isolato oppure mentre mi osserva da un tombino, con o senza palloncini, avrei paura anche io"

Leggi anche: Tratto da una storia vera: da The Conjuring ad Amityville, cinque horror da incubo

It: Tim Curry in un'immagine della serie tv del 1990

"Per dare un volto al mostro che si mostra ai bambini in It, ho scelto Pennywise il Clown perché ai ragazzini piacciono i clown ma ne hanno anche paura. Con le loro facce dipinte di bianco e le labbra rosse sono così diversi e grotteschi se messi a confronto con le persone "normali". Se portate un bambino al circo e gli fate vedere un clown è più facile che si metta ad urlare che a ridere" - ha aggiunto King.

Lo scrittore però ha voluto tranquillizzare tutti (a modo suo) e si è detto convinto che questi avvistamenti siano solo uno scherzo: "La paura dei clown passerà, come succede per tutte queste cose, ma tornerà perché sotto determinate circostanze, i clown possono essere terrificanti."

Ricordiamo che tra i tanti adattamenti cinematografici e televisivi dei romanzi di King attualmente in cantiere, c'è una nuova versione di It, le cui riprese sono attualmente in corso.

Stephen King commenta il caso dei clown che...
Stand by Me, i 30 anni del film cult di Rob Reiner dal racconto di Stephen King
Che paura! Da Alien a Insidious, i jump scare degli horror in un video
Privacy Policy