Seth Grahame-­Smith: a novembre arriva La bugia di Natale

Edito da Multiplayer.it Edizioni il romanzo dell'autore di 'Orgoglio, pregiudizio e zombie' si concentra sui Re Magi e la Natività. I diritti per il film sono stati già opzionati dalla Warner.

Ci sono degli eventi legati alla nascita di Gesù che la Bibbia approfondisce. Ce ne sono altri, invece, che vengono solo accennati o "nascosti". Cosa sappiamo ad esempio realmente dei Tre Re Magi, oltre al fatto che hanno seguito una stella che li ha condotti a Betlemme portando strani doni. La Bibbia ha poco da raccontare sull'enigmatico trio e lascia spazio all'inventiva del brillante Seth Grahame-Smith, che mette su carta un piccolo mistero, forgia una piccola storia e crea un racconto epico.
La bugia di Natale è l'ultima fatica letteraria del noto sceneggiatore e scrittore americano Seth Grahame-Smith, pubblicata negli Stai Uniti ad aprile 2012. Sarà forse per la vicinanza di Tim Burton, con il quale ha lavorato sulla sceneggiatura di Dark Shadows, nelle sale lo scorso anno, ma questa volta Seth Grahame abbandona zombie e corsetti ottocenteschi e prende di mira la Notte Santa, il Natale, per dar vita ad una delle più imponenti revisioni storiche mai scritte.

Commenta Grahame-Smith: "Ci sarà sempre qualcuno che abbandonerà questo libro, senza pensarci due volte", dice. "Ma sia chiaro non ho scritto di Gesù nè di religione. Non ho voluto esprimere alcun giudizio o fare prediche, nè sminuire le credenze di chicchessia. Ho puntato tutto sulla figura di Balthazar per costruire una storia attorno al suo viaggio. La sfida non è stata condannare o porre domande scabrose, nè rendere il protagonista della mia storia così antireligioso da scandalizzare il lettore. Mi piace cimentarmi con la letteratura e cerco sempre di avere uno stile forte e corposo: azione, avventura, magia, elementi fantasy. Ma soprattutto voglio essere divertente".
Punti di forza: La documentata decadenza del Regno di Erode il Grande e la violenza perpetuata in Giudea in quegli anni, fa da sfondo al cinismo ed allo scetticismo del personaggio principale, Baldassare, il "fantasma di Antiochia", figura controversa ed enigmatica. Sciami di locuste, epici combattimenti, sovrani ossessionati, vendetta, redenzione e molto altro sono gli elementi presenti in questo incredibile racconto d'azione. Dove finisce la Storia dei Vangeli (apocrifi e ufficiali) e dove inizia il racconto di Seth Grahame non vi sarà dato scoprirlo.

Unholy Night, titolo originale, sarà presto un film per Hollywood: la Warner Bros ha da poco acquistato i diritti per due milioni di dollari. Nella narrazione di Grahame-Smith, i Re Magi sono infami ladri, guidati dall'oscuro e feroce Balthazar. Dopo una temeraria fuga dalla prigione di Erode, si imbattono nella famosa mangiatoia e nel suo re appena nato. L'ultima cosa di cui Balthazar e ha bisogno è di essere rallentato dai giovani Giuseppe e Maria e dal loro bambino. Ma quando gli uomini di Erode iniziano a massacrare i primogeniti della Giudea, non ha altra scelta che aiutarli a scappare in Egitto. L'inizio di un'avventura che li vedrà combattere le creature magiche dell'Antico Testamento; incrociare la strada di figure bibliche come Ponzio Pilato e Giovanni Battista ed arrivare in Egitto.

Seth Grahame-­Smith: a novembre arriva La bugia...
Privacy Policy