Quentin Tarantino: "Preferirei dirigere un film di Star Trek piuttosto che un capitolo di Star Wars"

Il regista ha parecchie idee sulla serie di Star Trek di cui è fan di lunga data.

Cinefilo e appassionato dell'action, Quentin Tarantino ha parlato a lungo dei propri gusti in una recente intervista. Interrogato sulla possibilità ipotetica di dirigere un capitolo di Star Wars, il regista ha così risposto: "Preferirei girare un film di Star Trek che di Star Wars. Non ho mai preso in considerazione l'ipotesi, ma in realtà qualche idea in mente l'avrei".

The Hatefgul Eight: Quentin Tarantino e Roberts Rodriguez a sorpresa fanno visita agli spettatori della sala Alamo di Austin

"Sono intrappolati dal fatto di dover usare tutta la ciurma" ha proseguito il regista, riferendosi ai nuovi capitoli della saga. "In tutti i film girati occorre vedere Uhura, Scotty, Bones, tutti si vedono tutto il tempo. Invece avrebbero bisogno di più spazio per esprimersi, come accadeva nella serie tv che vantava alcuni episodi davvero fantastici. L'unica cosa che li limitava era il budget e il tempo di ripresa, otto giorni a episodio, eppure hanno fatto un lavoro magnifico. Basterebbe prendere alcuni degli episodi classici di Star Trek ed espandersi fino ad arrivare a 90 minuti, ne verrebbe fuori qualcosa di fantastico."

Leggi anche: L'universo di Quentin Tarantino: Guida ai collegamenti tra i suoi film

Parlando degli episodi preferiti Tarantino cita The City on the Edge of Forever,il 28 episodio della prima stagione della serie originale di Star Trek in cui il Capitano Kirk e Spock viaggiano indietro nel tempo dopo che Bones ha inavvertitamente modificato la storia. "E' ciò che tutti vorrebbero vedere, è una storia classica e un grandioso racconto sui viaggi nel tempo. Credo che uno dei migliori episodi mai scritti faccia parte di Star Trek: The Next Generation, si tratta dell'episodio 3, Yesterday's Enterprise, in cui una nave spaziale Enterprise del passato entra in un portale e altera il corso della storia. Credo che non solo sia una delle storie spaziali più emozionanti, ma il modo in cui si interfaccia con la mitologia della saga potrebbe dar vita a un trattamento di due ore."

Leggi anche: Da Le iene a The Hateful Eight, la violenza nel cinema di Tarantino: i momenti (cult) più scioccanti

Concludendo, il regista commenta: "Ciò che è davvero fantastico di quell'episodio è che salvano la nave spaziale, ma non sanno che si tratta di un'epoca diversa dalla loro. Hanno modificato la timeline, così tutto cambia. i personaggi non lo sanno, ma noi lo sappiamo. Alla fine viene fuori che i Klingons e gli umani sulla Terra hanno questo conflitto da centinaia di anni, ed è la guerra più sanguinosa che si possa immaginare."

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Quentin Tarantino: "Preferirei dirigere un film...
L'universo di Quentin Tarantino: Guida ai collegamenti tra i suoi film
Quentin Tarantino: supercast confermato per il film su Charles Manson?
Privacy Policy