Martin Freeman porta bevande calde ai giovani dottori in sciopero

L'attore ha sostenuto lo sciopero dei "Junior Doctors" unendosi al loro picchetto fuori ad un ospedale londinese e comprando bevande calde per tutti.

Patrizio Marino

La crisi sanitaria non coinvolge solo il nostro paese, in Inghilterra i cosidetti "Junior Doctors", figura professionale simile ai nostri internisti, sono scesi in piazza per protestare contro i salari bassi e il carico di lavoro. I dottori che partecipavano al picchettaggio fuori allo University College London Hospital sono stati affiancati nella protesta dall'attore Martin Freeman. La stella di Sherlock ha sostenuto gli scioperanti sia moralmente sia materialmente, offrendo caffè e cioccolata calda ai giovani dottori per aiutarli a fronteggiare le temperature invernali.

Leggi anche: Sherlock, l'abominevole sposa: recensione dello speciale natalizio

Il gesto è stato naturalmente molto apprezzato dai partecipanti al picchetto, uno di questi ha dichiarato "è stato molto bello che Martin Freeman sia venuto a sostenerci, ed abbiamo molto apprezzato le bevande calde che ci ha portato, Freeman ha parlato con tutti noi prima del suo spettacolo teatrale". Un altro dei partecipanti, Yannis Gourtsoyannis, ha aggiunto"è stato bello vedere un grande attore venire qua e mostrarsi solidale con noi, Freeman ha sempre dichiarato di essere a favore del National Health Service, oggi l'ha dimostrato con i fatti". Alcune foto di Freeman con occhiali da sole e cuffie al collo, in posa con i medici che manifestano, sono diventate subito virali sui vari social.

La protesta ha causato il rinvio di numerose operazioni ed esami medici nei vari ospedali britannici, che, come i nostri, funzionano grazie al lavoro sottopagato dei giovani dottori.

Martin Freeman porta bevande calde ai giovani...
Martin Freeman a Giffoni: "Camminerei sui vetri rotti per trovare storie nuove"
Martin Freeman: "Sherlock a Venezia", ma era uno scherzo
Privacy Policy